mercoledì , 18 ottobre 2017

Anche d’Estate l’assurda discriminazione dilaga

Fitto ai gay?!
Buon giorno lettori, è tempo d’estate, thè freddo, frutta che sembra finta sul vassoio, granite e granate come canta il mio amico Gabbani. Ci si accinge a partite per le meritate ferie al mare o in montagna ovunque ma lontano dal tran tran quotidiano.
La scelta avviene spesso su internet, si spulciano annunci, a volte per evitare i costi delle agenzie, ed ecco che ci si imbatte spesso in annunci tipo questo:
“AFFITTO CAMERA. NO CANI O GAY”
No gay? Già “no cani” mi urta, perché i cani sono migliori delle persone, ma discriminare un uomo per il suo orientamento sessuale è schifoso, succede spesso ma non ci farò mai l’abitudine.
Il senso mi sfugge, cerco di entrare nella loro testa(malata) e mi domando a cosa abbiano pensato formulando questo tipo di annuncio. I cani, sono animaletti ma ovvio non sono esseri razionali, sono mossi dall’istinto, se devono “andare in bagno” e non li porti giù certamente non se la trattengono, sporcano involontariamente ma sono animali, più di tanto non li puoi educare si comportano per ciò che sono. E poi ci sono i padroni che controllano i cani, questo “No cani” suona un po come se i cani ci andassero da soli in vacanza, annunci scemi come questo possono spingere altre persone sceme ad abbandonare queste povere bestioline.
Ma i gay? Che fanno di male? Forse la paura di trovarsi scie di glitter sul pianerottolo difficili da spazzare via come i coriandoli dopo una festa in casa? Forse le canzoni della Carrà ad alto volume? Effusioni in pubblico? Se ci portiamo un garante e la palettina ed il guinzaglio ci accettate?
La buona educazione sta alle persone, vale anche per gli etero rimanere composti, due uomini che esagerano in pubblico sono uomini maleducati e basta, il fatto di essere gay non centra nulla.
In tempi di ristrettezza economica come questi davvero c’è qualcuno che rinuncerebbe a guadagnare dei soldi pur di non avere gay in casa propria? I soldi gay sono gli stessi che fanno girare l’economia del nostro paese anzi del mondo, si sa che i gay spendono e spandono avendo meno carico familiare, perché rinunciare? Una risposta esatta non me la so dare davvero.
Io darei un consiglio ai gay che si apprestano ad affittare un appartamento, mica ce l’avete scritto in fronte che siete gay? A meno che non scendiate in spiaggia come Carmen Miranda nessuno se ne accorgerebbe, affittate lo stesso da queste persone, comportatevi bene ed a fine vacanza “dichiaratevi” al proprietario, sempre con compostezza da veri signori, magari cambierà idea o comunque rimarrà senza parole.
Esiste un gay proprietario di un appartamento che pubblica annunci tipo non si affitta ad etero? Sarebbe da ridere, voi cari etero omofobi come vi sentireste? Ma gli essere umani contano ancora?
La rubrica riprenderà a fine agosto con nuovi argomenti. Buone vacanze
CARLO DITTO

Print Friendly, PDF & Email

Biografia Carlo Kik Ditto

Carlo Kik Ditto
Autore dello splendido romanzo "La pecora Rosa",Carlo Ditto con la sua ironia e il suo tono sempre sopra le righe,riesce a raccontare in modo davvero unico,la quotidianetà.Nella sua rubrica "L'angolo della Pecora Rosa",accompagnerà i nostri lettori nel mondo LGBT.

Check Also

“Addosso” il libro fotografico di Antonio Mocciola

Gentili lettori, oggi si parla di omofobia e del potere dei mass media sul popolo. …