sabato , 23 giugno 2018

“Britannia” un modo diverso di raccontare la storia

Britannia“, la serie televisiva co-prodotta da Amazon e Sky che, dopo solo due puntate, è sul punto di diventare una delle migliori serie del 2018.

E’ il 43 d.C e l’esercito romano, guidato da Aulo Plauzio (magistralmente interpretato da David Morrissey, attore reduce dalle serie “The Walking Dead” e “The Missing“) sbarca nelle misteriose e affascinanti terre della Britannia con l’obiettivo di portare a termine l’impresa nella quale, anni prima, lo stesso Giulio Cesare fallì ovvero: la conquista del territorio celtico.

Il netto contrasto tra due culture che, pur vivendo nello stesso periodo storico, hanno concezioni di vita, etica e politica totalmente differenti è molto marcato; sono presenti infatti, nel corso della narrazione, vari confronti tra i due popoli. Da una parte abbiamo i Romani, guerrieri senza scrupoli, il cui unico obiettivo è servire Roma, anche a costo di morire o, peggio, tradire i propri ideali. La brama di conquista si evidenzia già nel discorso che Plauzio recita ai suoi legionari : “Io sono Roma e, ovunque metta piede, è Roma”. Dall’altra parte abbiamo i Celti, popolo legato alla terra natìa, governato dai druidi e molto superstizioso, i quali soccombono al repentino attacco dei Romani per mancanza di difese.

E’ interessante e singolare come gli sceneggiatori siano stati abili a “ribaltare” il punto di vista storico al quale siamo soliti appoggiarci, adottando una diversa prospettiva, ossia quella dei Bretoni. I veri “barbari”, mostri senza scrupoli, sono i Romani, i quali combattono, conquistano e distruggono incuranti delle tradizioni, degli usi e costumi dei popoli annessi all’Impero.

Britannia, rispetto ad altre serie-tv che trattano lo stesso argomento, si colloca in una posizione nettamente superiore, questo grazie alla meticolosa cura dei particolari di ogni personaggio, esteriori ed interiori, gli incontaminati paesaggi mozzafiato del territorio bretone, una trama intricata, un cast di professionisti (ricordiamo, oltre al sopracitato David Morrissey, Annabel Scholey, Kelly Reilly e Fortunato Cerlino) ed i dialoghi che, all’occorrenza, strappano anche una risata. Offrono allo spettatore un prodotto innovativo e al contempo affascinante che merita assolutamente la vostra attenzione.

 

 

La serie conta in totale nove episodi che saranno trasmessi nelle prossime settimane. In attesa del terzo episodio, qui sotto potrete trovare il calendario completo per evitare di perdere anche una sola puntata:

Episodio 3 –  29 gennaio 2018
Episodio 4 –  5 febbraio 2018
Episodio 5 –  12 febbraio 2018
Episodio 6 –  19 febbraio 2018
Episodio 7 –  26 febbraio 2018
Episodio 8 –  5 marzo 2018
Episodio 9 –  12 marzo 2018

Print Friendly, PDF & Email

Biografia Bruno Mandolese

Bruno Mandolese
Appassionato di letteratura,musica e pop-culture fin dalla tenera età, inseguo i miei interessi adattandoli alla visione che ho del mondo . Nel 2017 dopo aver conseguito il diploma classico senza mai smettere di scrivere,leggere e suonare, ho iniziato gli studi di lettere moderne all'università Federico II con l'obiettivo di dare spazio e voce ai miei progetti.

Check Also

House of Cards : Chi prenderà il posto di Frank Underwood nella sesta stagione ?

House of cards è una serie televisiva americana che da quasi 6 anni ha tenuto …