lunedì , 19 novembre 2018

Escort Etero per gay

Torniamo a parlare del mondo degli escort, nei mesi scorsi come sapete ho pubblicato un reportage in tre parti. Credevo di aver soddisfatto le mie curiosità e le vostre, e di aver sciorinato tutte le sfumature sull’argomento.  Ma non è così, nel sottobosco escort c’è una categoria che necessito approfondire:

Gli escort ETERO per gay.

Ragazzi etero, spesso fidanzati o sposati con figli che arrotondano lo stipendio  vendendo se stessi agli uomini.

Chi sono? Sono davvero etero? Perché lo fanno?

Oggi incontro in segreto Alex, (ARRIVO A LUI TRAMITE CONOSCENZE IN COMUNE, DOPO IL REPORTAGE HO STRETTO AMICIZIA CON PARECCHI ADDETTI AL SETTORE), un bel ragazzo di 28 anni, fidanzato, in procinto di sposarsi, Alex non compare sui siti ufficiali degli escort, non ha foto ammiccanti da mostrare e non ne invia tramite applicazioni, lavora per conoscenza, l’amico dell’amico facoltoso e fidato che vuole divertirsi con un uomo etero ed a caro prezzo.  Lo incontro in un bar, lui è tranquillo sa che di me si può fidare, è ben vestito ed ha un rolex sul polsino(!!), a Napoli è conosciuto come modello e per alcune serate nei club, fa anche  lo stripper per serate con sole donne.

Alex come hai cominciato, o meglio come ti è venuto in mente?

Da tempo frequento per lavoro la scena GAY napoletana ed un bel ragazzo è spesso adocchiato ed avvicinato, e le proposte arrivavano, esplicite quasi volgari, inizialmente ho detto no, ero parecchio intimidito, poi, riflettendoci, era denaro facile e veloce ed ho accettato. Io ho un lavoro stabile, ma così arrotondo e pure bene.

Hai un prezzario per ogni prestazione?

Non c’è un prezzario, dipende da cosa vogliono fare, essendo etero ho dei limiti, molti limiti e sono chiaro dal primo momento, comunque il tutto parte da un minimo di 150,00 euro.

Ti definisci etero, prima eri mai stato con un uomo?

Mai, solo da un paio di mesi e per questo lavoro. Io così lo definisco, è un lavoro. Gli uomini non mi piacciono per nulla.

Come fai ad eccitarti?

Ho dei trucchi, la magica pillolina blu del viagra nel caso ci sia un incontro davvero hot, altrimenti guardo video porno e mi concentro sul mio telefono, l’erezione arriva e riesco a concludere con facilità.

Ma un uomo che ti vede con il telefono, che non partecipi ed è tutto troppo falso, meccanico non si sminuisce?

No, prima di tutto io sono chiaro che ho bisogno di stimoli diciamo “inteposti” per poter avere un’erezione, a loro interessa una cosa sola, non c’è feeling, sentimento, se sorgono obiezioni allora lascio perdere. A molti attizza “farsi” l’uomo etero, è una sorta di soddisfazione, almeno questo mi dicono. Da me voglio una “cosa” e la ottengono, non gli interessa come la ottengono.

Se rimane solo un lavoro perché non ti mostri o ampli la clientela su siti tipo GrindrBoy o altri?

No, è rischioso, anche solo dalle foto del corpo potrebbero riconoscermi, preferisco il passa parola fidato e senza tracce, ho un telefono apposta per questo. Io voglio sposarmi, la mia fidanzata non deve saper nulla. Non voglio nessuna etichetta su di me.

Ti è mai capitato che qualche uomo si innamorasse di te?

Finora nessuno mi ha manifestato sentimenti, provano a baciarmi, ma io mi ritraggo. Se dovessi accorgermi che dall’altro lato un cliente si sta innamorando allora scappo via. Nessuno sa il mio vero nome, e nessuno sa dove abito.

Le donne? Ti contattano mai?

No,mai. Non sono un gigolò e poi l’unica donna è la mia futura moglie.

Se non ti mostri ed anzi al contrario non vuoi che si venga a sapere, perché hai accettato questa intervista?

Mah, direi per vanità e poi non parlo mai con nessuno di questa cosa quindi è uno sfogo.

Resto con delle domande in testa, mi sembra contraddittorio, è un uso comune senza fronzoli legato alle voglie nascoste degli uomini ed al denaro facile. Un uomo etero riesce, video o meno, a fare certe cose a comando? E’abitudine? Esistono gay dichiarati che fanno i gigolò per donne sole?

Alex ha parlato con sincerità ed in modo spavaldo sapendo che la sua identità è protettaa, per questo credo sia stato tremendamente sincero.

Print Friendly, PDF & Email

Biografia Carlo Kik Ditto

Carlo Kik Ditto
Autore dei due splendidi romanzi "La pecora Rosa"e "Crazy Bear Love",Carlo Ditto con la sua ironia e il suo tono sempre sopra le righe,riesce a raccontare in modo davvero unico,la quotidianetà.Nella sua rubrica "L'angolo della Pecora Rosa",accompagnerà i nostri lettori nel mondo LGBT.

Check Also

Lettera aperta ad Alessandro il “miracolato”

Caro Alessandro, Domenica 11 novembre 2018 in televisione è andata in onda un’altra pagina triste …