lunedì , 19 novembre 2018

Igiene orale: i consigli dei dentisti

Tutti conoscono l’importanza dell’igiene orale. Una buona abitudine, acquisita sin da bambini, che serve a preservare la salute di denti e gengive. Però non sempre tutti sanno come eseguirla correttamente, e invece è molto importante farla seguendo le giuste regole, quelle consigliate dai dentisti. Vediamo quali sono.

Fornirsi degli strumenti indispensabili

Generalmente si pensa che siano sufficientiuno spazzolino e un dentifricio qualunque. Ma non è così perché per una pulizia completa servono anche altri strumenti. Innanzitutto bisogna prendere un dentifricio che sia adatto ai propri denti. Lo stesso vale per lo spazzolino, che non deve essere eccessivamente duro né troppo grande, inoltre va cambiato ogni tre mesi. Tra l’altro, se le gengive sono particolarmente delicate, meglio prenderlo molto morbido. Alcuni spazzolini hanno anche una parte in caucciù che è ottima per massaggiarle delicatamente. Inoltre bisogna usare un buon collutorio per la fase di risciacquo, in commercio ne esistono di diversi tipi,ad esempio la gamma di Curasept offre da quelli sbiancanti a quelli per denti sensibili, da usare quotidianamente per una corretta igiene orale. Infine, bisogna imparare ad usare il filo interdentale, essenziale per rimuovere ogni possibile residuo fra un dente e l’altro.

Andare dall’igienista ogni tre mesi

È importantissimo anche andare regolarmente da un igienista e effettuare una sessione di igiene dentale professionale. Indipendentemente della situazione dei propri denti, è una cosa che si deve fare ogni sei mesi. Il lavoro dell’igienista dentale è fondamentale per mantenere i denti in buona salute. Il suo compito infatti non si limita a rimuovere il tartaro, che purtroppo si forma regolarmente, ma controlla anche lo stato delle otturazioni lucidandole, guarda che sia a posto la superficie dei denti e, se occorre, lucida anche queste. Inoltre esegue le terapie del caso, come le applicazioni di fluoro, controlla e corregge la pulizia dentaleche, per essere eseguita correttamente, va fatta mettendo lo spazzolino a 45°.

Cosa fare se si è prossimi a una vacanza

In vacanza le accortezze nei confronti dei denti non possono che aumentare. Si fa meno attenzione ai cibi, spesso capita di diventare più superficiali nella pulizia de denti. Quando si è fuori peròè preferibile non lasciarsi andare e mantenere le buone abitudini, organizzandosi per tempo. Ecco come: innanzi tutto è bene fare una visita generale per assicurarsi che sia tutto a posto, edeseguire una pulizia delle incrostazioni di placca e tartaro. Poi occorre far controllare anche le eventuali protesi e le piombature. E, infine,bisogna non dimenticare di portare con sé il ricambio dello spazzolino e un dentifricio di riserva.

L’igiene orale è una buona abitudine

Tenere in ordine il cavo orale è sempre un’ottima abitudine. Si blocca sul nascere il proliferare dei batteri e delle infezioni, si previene la carie, si contengono la placca e il tartaro, e si evitano tutti i malesseri collaterali, causati dalle infiammazioni di denti e gengive.

Print Friendly, PDF & Email

Biografia Redazione

Check Also

Lo SHIATSU: una questione di dialogo

Lo shiatsu è un dialogo fra tatto interno e tatto esterno. Per tatto esterno intendiamo …