martedì , 17 ottobre 2017

“La comunità LGBT è invidiosa e non mi ama”. Giovanni Ciacci si racconta tra “Detto Fatto” e nuovi incredibili rivelazioni!

Giovanni Ciacci, personaggio fisso della trasmissione Detto Fatto, è un esperto di look, costumista e curatore d’immagine di star dello spettacolo. Deve il suo ingresso in questo mondo a quella che lui definisce “Divissima”, ossia Valeria Marini. Ha iniziato, infatti, curando l’immagine della showgirl nella prima edizione de Il Bagaglino. Ha lavorato, inoltre, come stylist con fotografi e registi del calibro di Bigas Luna, Helmut Newton e Hellen Von Unwert. Inoltre, ha definito l’immagine di diversi personaggi del mondo dello spettacolo, tra cui Antonella Clerici, Francesca Neri e Caterina Balivo. Importante è la collaborazione con Stefano Dominella, presidente della Maison Gattinoni, dove Giovanni ha seguito i look delle clienti e ha organizzato eventi.

Incontriamo Giovanni, in una tiepida sera d’ottobre.

Giovanni, si dice in giro che tu voglia lasciare “Detto Fatto” e Caterina Balivo per lavorare con Milly Carlucci entrando nel cast di “Ballando con le stelle”. Quanto c’è di vero in questi pettegolezzi?

Sul web girano tante voci, ogni anno mi danno per certo al Gf Vip, a Tale e quale show, all’Isola dei famosi ma io resto a Detto Fatto e finché lo farò non potrò fare nient’altro perché questa trasmissione mi porta via molto tempo e m’impegna tanto.

Insieme a Caterina Balivo, con Detto Fatto avete parlato di tematiche Lgbt in una fascia oraria tutt’altro che semplice e in una rete generalista. Orgoglioso di tale traguardo?

Sono molto orgoglioso ma bisogna dire grazie soprattutto a Caterina Balivo che lo ha fatto in maniera naturale e senza problemi, abbiamo realizzato anche dei tutorial per i matrimoni tra persone dello stesso sesso, prima che fossero accettate le unioni civili in Italia, per questo io la trasmissione la chiamo “Detto Fatto Rainbow” e aggiungo che certamente strizza molto l’occhio alla comunità LGBTI. Ad  esempio, come sigla quest’anno abbiamo scelto “Mi sono innamorato di tuo marito” di Cristiano Malgioglio. Quello che mi fa molto dispiacere è che riceviamo poco sostegno dalla comunità. Nella comunità gay italiana, a differenza di quella americana, c’è molta invidia sociale e le persone non ti aiutano mai. Io vivo nella gay street di Milano e sento dire molte cattiverie su personaggi come Alessandro Cecchi Paone o Vladimir Luxuria che sono invece personaggi molto forti e di cui noi tutti dovremmo essere orgogliosi. Nel mio ultimo libro  “Il velo fa sposa”,  avevo dedicato un intero capitolo al dress code che bisogna osservare in un matrimonio tra coppie dello stesso sesso e giornali come Pride si sono rifiutati addirittura di farmi un semplice richiamo. Nella nostra comunità personaggi come Costantino Della Gherardesca vengono osannati e personaggi come me sono “messi al rogo”, ci dovrebbe essere posto per tutti senza pregiudizi, indipendentemente che io indossi una giacca colorata o meno.

Spesso ti scagli contro la fashion blogger più famosa del momento, ovvero Chiara Ferragni. A cosa è dovuto tutto questo astio?

Io farò una campagna per salvare Fedez dalla Ferragni perché secondo me lei lo abbandonerà, come uno dei suoi cani, sull’autostrada e noi vivremo un dramma peggiore di quello tra Albano e Romina o Stefano De Martino e Belen.

Chi è la diva meglio vestita dello showbiz italiano e internazionale?

Per me Madonna è ancora una regina. E poi adoro i vestiti da sera di Milly Carlucci.

Sei lo stylist italiano più seguito sui social. Come usi i social e come li rapporti al tuo lavoro?

Bisogna seguire quello che detta il tempo, e il nostro tempo è governato dai social, sono il fenomeno del momento, sarebbe assurdo non riconoscerlo e non utilizzarli e sfruttarli. I Social hanno la loro potenza, un tempo c’erano gli uffici stampa adesso coi social non servono più.  Io sono molto pratico nelle cose, mi incuriosiscono, mi piacciono ma non mi fanno impazzire. Mi servono molto per stare a contatto col pubblico mio e di Detto Fatto. Io leggo tutto: commenti positivi e critiche come quella che si è scatenata circa un’ipotetica diatriba tra Caterina Balivo e Serena Rossi quando, in realtà, sono due bellissime donne piene di talento e Serena è stata  una degna sostituta di Caterina, si sapeva il tempo che doveva restare e lo ha fatto benissimo. Ma Caterina è Detto Fatto dunque non c’è competizione.

Giovanni Ciacci conclude la nostra chiacchierata con un enorme scoop: voci di corridoio sostengono che probabilmente tornerà in Rai, in prima serata, lo show NemicaAmatissima e questa volta a “scontrarsi” saranno Raffaella Carrà e Loretta Goggi. Nell’attesa di conoscere la verità, noi iniziamo a sognare!

Print Friendly, PDF & Email

Biografia Marco Assante

Marco Assante
Laureato in scienze delle Comunicazione un con un master in cinema e televisione.Nato con la passione per la scrittura si interessa di cinema,tv,musica,radio,teatro e giornali.Collabora con la trasmissione L'altra Frequenza - LgBt On Air

Check Also

L’Antinoo d’oro 2017 al partigiano Antonio Amoretti

“Per la costanza e la determinazione con cui ha perseguito nell’intero corso della sua vita, …