sabato , 15 Dicembre 2018

La Tartaruga Rossa, da oggi al cinema

Da oggi al cinema “La tartatuga rossa”, film d’animazione di Michael Dudok de Wit, adattato dallo stesso de Wit e da Pascale Ferran. Attraverso la storia di un naufrago su un’isola tropicale deserta e popolata di tartarughe, granchi e uccelli, il film racconta le grandi tappe della vita di un essere umano. Il regista è ricordato soprattutto per i due film di culto The Monk and the Fish del 1996 (che ha ricevuto un premio Caesar e una candidatura all’Oscar) e Father and Daughter, pluripremiata pellicola del 2001.

In un’intervista de Wit ha dichiarato che La tartaruga rossa è un film sullo struggimento, “un sentimento difficile da definire perché è sottile, ma penso che siano in molti a conoscerlo. È un’aspirazione verso qualcosa che sembra inaccessibile, un grande desiderio silenzioso e profondo. Per un artista, può significare un desiderio di perfezione, di un ideale nella musica, nel disegno, nella poesia… È una mancanza dolorosa eppure molto bella”

Il film è una produzione dello studio Prima Linea Porduction e fra le sue collaborazioni vanta quella dello studio Ghibli. Il produttore artistico del film infatti è Isao Takahata, grande regista e amico di Hayao Miyazaki, al quale si devono capolavori come Una tomba per le lucciole o La storia della principessa splendente. I due registi si sono conosciuti nel 2004, quando de Wit ha fatto parte della giuria al Festival di Hiroshima.

Riguardo alla loro collaborazione quest’ultimo ha raccontato: “abbiamo avuto un breve scambio, mi ha persino rivolto qualche parola in francese. Adora la cultura francese. E poco tempo dopo, mentre ero al Festival di Seul dove tenevo una conferenza sui miei lavori davanti a un pubblico di studenti, ho avuto la sorpresa di vederlo arrivare con un traduttore. Pensavo che fosse venuto solo a salutarmi e invece no, ha assistito a tutta la conferenza! Forse pensava già a una collaborazione professionale?” Poi, nel novembre 2006 riceve una inaspettata mail da Tokyo.
“Con due domande. Nella prima, il museo Ghibli mi chiedeva se acconsentivo che distribuissero in Giappone Father and Daughter. Nella seconda, se ero interessato a lavorare con il loro studio ad un lungometraggio di mia ideazione…”

Print Friendly, PDF & Email

Biografia Carmelo Nigro

Carmelo Nigro
Nato sul finire della lontana e oscura epoca umana conosciuta come “anni '80”, è riemerso, più o meno trionfante, dal labirinto universitario durante la seconda decade del terzo millennio, riportando una laurea in giurisprudenza come macabro trofeo. Nerd incallito e irredento, fagocita libri e fumetti di ogni tipo, delirando di improbabili super-poteri da ben prima che Downey Junior rendesse popolare la faccenda sfrecciando ubriaco nei cieli di Hollywood... Il suo primo atto ufficiale come membro del team di Senza Linea è stato inventare la parola “Nerdangolo”, rubrica di cui tutt'ora si occupa per la gioia di sé stesso. mail: c.nigrox@gmail.com

Check Also

ComixPlay It’s Christmas time 2018

Come da tradizione Senzalinea parteciperà domani al ComixPlay It’s Christmas time, ecco cosa ci ha scritto …