martedì , 16 ottobre 2018

Meglio un cane oggi che un ombrellone domani!

Oggi essere “alternativi” è la normalità e soprattutto è la moda più in voga, quindi perchè limitarsi ad un’estate banale, sulle solite spiagge carnaio che invece del relax richiamano più un arrostire kebab tutti in fila? Scherzi e provocazioni a parte, l’emergenza rifugi purtroppo è viva tutto l’anno, ma in estate, come sempre, da “codice giallo” si trasforma in “codice rosso”; ebbene si, perchè i volontari si godono le (meritate) vacanze, l’attenzione sulle adozioni cala (o meglio vengono tutte rimandate a settembre, anzi a natale per i “teneri” regali ), e le donazioni solite vengono “dirottate” in last minute… tralasciando il solito picco di abbandoni.

Siccome l’argomento è tragico ed importante, noi proviamo ad affrontarlo con la frivolezza che contraddistingue questo periodo dell’anno; ecco un elenco di

10 semplici motivi per i quali aiutare un rifugio o adottare un trovatello è molto meglio di organizzare le vacanze:

  1. Non hai il problema della prova costume: se vuoi aiutare a ripulire un rifugio basta una tuta e stivaloni, e se adotti un cane gli interessa tutto fuorché il tuo outfit.

  2. Ritrovare la forma fisica: vuoi mettere a settembre quando tutti torneranno dalle abbuffate di gelati presentarti coi tuoi muscoletti e chili in meno? Pulire i box è uno sport ad altissima attività aerobica.

  3. Non devi sorbirti bugie estive: i cani non mentono, non gli interessa cosa fai nella vita, ti amano a prescindere.

  4. L’entusiasmo di essere uno chef: metterti ai fornelli in estate è un supplizio col caldo, ai cani basta il “pappone” comodo e veloce da preparare, o un saccone di crocchette, per loro sarai comunque al pari di Cracco.

  5. Soldi ben spesi: quante “donazioni” facciamo in estate in idiozie… maglie che non indosseremo mai, cene e locali costosi, lidi che puzzano di fogna, orologi contraffatti… non è meglio risparmiare ed investire in una ciotola piena o un medicinale utile?!

  6. Evitare il traffico: gli altri bloccati in una via crucis per il mare e tu a goderti zero traffico verso i parchi pubblici col tuo nuovo amico o la pace ed il silenzio del rifugio.

  7. Perchè anche andare in piscina diventa più economico: ci sono molte strutture come “i fondi di baia” presso le quali (avendo la piscina per cani) il biglietto di ingresso è ridotto se porti “Fido” con te.

  8. Evitare urla e schiamazzi: quante volte ti ritrovi vicino a bambini urlanti, personaggi nazional popolari molesti… non è meglio l’abbaiare melodico, l’armonico uggiolare?!

  9. Imparare una nuova lingua: perchè andare all’estero quando puoi apprendere la sottile e nobile arte della comunicazione verbale e non verbale con un’altra specie.

  10. Foto e filmati da mostrare: quando i tuoi amici ti tortureranno con le mille foto “vacanziere” ed i racconti, tu potrai combattere a colpi di selfie coi cani, che diciamocelo, sono molto più fighi e assumono pose molto più sceniche di noi umani.

Ti alletta l’idea di un’estate “bestiale” alternativa? Inizia contattando un rifugio come La Fenice…

Sperando che questo articolo sia riuscito a farvi sorridere vi incitiamo realmente a dare una mano a Melina ed il suo grande cuore che contiene e custodisce le vite di cuccioli di tutte le razze ed età, lasciamo la sfera “materiale” dove merita (in basso tra le nostre priorità) e facciamo volare alto la nostra anima!

Print Friendly, PDF & Email

Biografia Nicoletta Gammieri

Nicoletta Gammieri
Nasce a Napoli il 29 agosto 1984, frequenta l'Università di Medicina Veterinaria, ma la lascia per seguire nel 2006 la sua vera strada “gli Interventi Assistiti con gli Animali”diventando coadiutore del gatto e del coniglio, del cane e dell'asino. Si Forma come Educatrice Cinofila. Partecipa a numerosi progetti in strutture socio-sanitarie: Scuole, Carceri, Ospedali, Case Famiglia. A gennaio 2014 apre un negozio di Mangimi ed Accessori per gli Animali, Il Bianconiglio (totalmente contrario alla vendita di animali).

Check Also

Le adozioni “speciali” della Tana del Bianconiglio

Oggi ne abbiamo veramente per tutti i gusti, “canari” e “gattari” fatevi avanti: ACHIRA Lei …