domenica , 16 Dicembre 2018

Ryan Murphy ci delizia con la sua nuova serie: Pose

Ryan Murphy è uno dei creatori delle più note serie televisive americane, tutte famosissime: Glee, American Horror Story e Scream Queens, musica, horror/splatter e misteri da risolvere, la sua produzione spazia su vari generi. Murphy con le sue creazioni ti trascina nelle sue storie pazzesche tenendoti incollato alla tv, situazioni fuori da qualsiasi logica e slegate dalla realtà.

Murphy è uno ” showrunner”, figura moderna, potente, una sorta di super capo a cui fa riferimento tutto il funzionamento della serie. The boss, per intenderci.

Quest’anno torna con un’ altra serie da lui creata, in collaborazione con il colosso Netflix e si intitola Pose, show a puntate incentrato sulla cultura del ballo underground, ambientato a New York nella metà degli anni 80. Caratteristica predominante è il cast composto da attori transgender, quasi 50, molti afro-americani.

Il mondo LGBT visto da un’angolatura diversa, sfacciata e poco conosciuta finora. Un omaggio alla NEW YORK ANNI 80 e ad i suoi controversi abitanti, il ballo scatenato, in un luogo sicuro e nascosto, come espressione di libertà, del “lasciarsi andare” con persone che vivono le tue stesse emozioni e discriminazioni. Aggregazione, strusci, giravolte sotto le note della favolosa musica dell’epoca. Gioca un ruolo anche la sfera politica con l’ascesa di Donald Trump, all’epoca “solo” un miliardario ma già molto influente.

L’idea di base di Murphy è utilizzare questo show per abbattere i pregiudizi di cui sono vittime ancora i transessuali in America, lui pensa : ”se ti affezioni ad un personaggio di una serie, egli diventa tuo amico, tramite lui puoi conoscere meglio il mondo che lo circonda e cambiare il tuo modo di pensare”. La rivoluzione passa attraverso la tv.

Nota particolare, si parla molto di sieropositività ed HIV, alcuni dei personaggi sono sieropositivi,  negli anni 80 non esistevano ancora cure e le persone convivevano con questo fantasma ogni giorno. Tra paura e voglia di libertà.

La serie è composta da 8 puntate, partita a giugno 2018 in America, la seconda stagione è stata già confermata, in Italia dovremo aspettare ancora un pochino per vederla.

Il cast è composto in prevalenza di attori sia transgender*, che cisgender** come Billy Porter, Angelica Ross, ed Indya Moore.

Scommettiamo che il dramma musicale di Murphy farà centro nei nostri cuori?

 

Favolosità a go go

(n.d.r.)

Transgender* Si definiscono transgender quelle persone che hanno un’identità di genere o un’espressione di genere diversa dal loro sesso assegnato. Le persone transgender sono talvolta chiamate transessuali.

Cisgender**la cisessualità è la classe di identità di genere in cui esiste una concordanza tra l’identità di genere del singolo individuo e il  comportamento o ruolo considerato appropriato per il proprio sesso.

Print Friendly, PDF & Email

Biografia Carlo Kik Ditto

Carlo Kik Ditto
Autore dei due splendidi romanzi "La pecora Rosa"e "Crazy Bear Love",Carlo Ditto con la sua ironia e il suo tono sempre sopra le righe,riesce a raccontare in modo davvero unico,la quotidianetà.Nella sua rubrica "L'angolo della Pecora Rosa",accompagnerà i nostri lettori nel mondo LGBT.

Check Also

La favola nera di HERVE

Oggi il secondo capitolo della serie favole nere. Dopo Kurt Marshall, attore porno morto di …