venerdì , 17 agosto 2018

Tanti auguri a me!

Oggi è il mio compleanno e questo chiamatelo anche articolo autocelebrativo. Ho preso spunto da tale occasione per consigliarvi qualche libro dove il genetliaco è il protagonista. Il compleanno è un evento contraddittorio: quando si è più giovani viene atteso con trepidazione, immaginando regali da sempre desiderati e feste degne del Grande Gatsby. Si diventa più grandi lasciando sempre più indietro la condizione di bambini inoltrandoci nel mondo dei grandi, dove i permessi sono maggiorati e ci si sente più indipendenti. Poi arriva il momento in cui ammettere e sbandierare in pubblico che un altro anno è passato non diverte così tanto, infatti trovo esilarante assistere al compimento per l’ennesima volta dei 45 di qualche Peter Pan di turno. Arriva il momento, infine, dei festeggiamenti che diventano rigorosi all’avvicinarsi della veneranda età per sottolineare i traguardi raggiunti sperando di avvicinarsi il più possibile a Matusalemme.

Il compleanno di Eva  di Francesco Rago

C’è un filo invisibile che lega le vite di Vera, femmina conturbante fuggita da Budapest portandosi dietro un orribile segreto; Paride Brigati, ricco imprenditore della notte con il vizio della coca; Johnny P., famoso deejay all’apice del successo; Matteo Carli, ex enfant prodige dei fumetti e proprietario di una società di catering. Questo filo è incarnato da una ragazza di nome Eva, ed è destinato a spezzarsi proprio la notte del suo diciottesimo compleanno, quando va in scena una mega festa nella lussuosa villa di famiglia, sulle colline piacentine. Una festa che diventa il teatro perfetto per rievocare il passato e proiettarlo nel presente, in quella che si preannuncia una colossale resa dei conti.

 

Compleanno con delitto  di Lange Lewis

Victoria e Albert sono una coppia di successo e conducono un’esistenza dorata a Beverly Hills; lei è certo più famosa di lui, essendo un’acclamata scrittrice e sceneggiatrice di Hollywood, ma anche Albert sta per ottenere l’agognata consacrazione. Infatti, dopo aver diretto varie pellicole di serie B, gli è stato finalmente affidato quello che si preannuncia come un campione d’incassi: il film tratto dall’ultimo romanzo della moglie. Tutto va a gonfie vele, quindi, e dato che Victoria sta per compiere trentacinque anni, la ricorrenza potrebbe essere un’ottima occasione per festeggiare anche la svolta decisiva nella carriera di suo marito. Come previsto, il compleanno si rivela indimenticabile, ma per la ragione sbagliata: quel giorno, infatti, qualcuno viene assassinato e con le stesse modalità descritte nel libro di Victoria, quello che sta per essere portato sul grande schermo. Solo una macabra coincidenza o qualcosa di più sinistro? Toccherà all’ispettore Richard Tuck della Squadra Omicidi della polizia di Los Angeles risolvere in maniera magistrale questo complicatissimo caso dal finale inaspettato.

 

La compagnia dell’anello  di J. R. R. Tolkien

La festa del centoundicesimo compleanno di Bilbo Baggins è degna di gran nota. Nessun Hobbit ha partecipato a festeggiamento migliore. In questo primo romanzo della trilogia di Tolkien, Frodo, venuto in possesso dell’Anello del Potere, è costretto a partire per il paese delle tenebre. Un gruppo di Hobbit lo accompagna e, strada facendo, si associano alla compagnia altri esseri: Elfi, Nani e Uomini, anch’essi legati al destino di Frodo. Le tappe del cammino li conducono attraverso molte esperienze diverse, finché la scomparsa di Gandalf, trascinato negli abissi da un’orrenda creatura, li lascia senza guida. Così si scioglie la Compagnia dell’Anello e i suoi membri si disperdono, minacciati da forze tenebrose, mentre la meta sembra disperatamente allontanarsi.

 

Alice nel paese delle meraviglie  di Lewis Carroll

Segnalo questo capolavoro per le allegrissime feste di Non Compleanno organizzate dal Cappellaio Matto. Una storia fantastica e sottilmente satirica, in cui il magistrale intrecciarsi di invenzioni linguistiche, ribaltamenti di senso, trucchi logici e situazioni assurde stimola a guardare la realtà da punti di vista inusuali. Nel Paese delle Meraviglie, insieme ad Alice e attraverso i suoi occhi, incontriamo il Coniglio Bianco, il Bruco, la Lepre Marzolina, il Cappellaio Matto, il sonnolento Ghiro, il Gatto del Cheshire, la Regina di Cuori e una miriade di altre creature, rappresentate in tutta la loro stranezza dai disegni di John Tenniel. Seguendo Alice nelle sue paradossali avventure in questo mondo onirico sotterraneo, metafora dell’assurdità della vita adulta, sentiremo certamente stuzzicare la nostra curiosità e la sfida del ragionamento logico, ma arriveremo infine alla conclusione liberatoria che non per forza bisogna cercare sempre un significato, soprattutto se un significato non c’è.

 

Buon compleanno, Ally!  di Sheila Norton

Ally Bridgerman è alla frutta. La sua carriera sta andando a rotoli, ha una madre rompiscatole e due figlie con vite amorose sicuramente più eccitanti della sua. Perfino il suo ex marito ha trovato una trentenne “insopportabilmente perfetta”, mentre tutto quello che a lei resta è una macchina indaffidabile e Budino, l’anziano gatto di casa. Quando scopre che le sue figlie stanno organizzando una festa a sorpresa per un compleanno che preferirebbe non festeggiare affatto, decide di reagire. Racconta così una innocente bugia e si diminuisce l’età di un anno. Sentendosi miracolata perché oggetto delle attenzioni di un uomo più giovane, le sembra naturale togliersi ancora qualche anno…

 

Buon compleanno Malcom  di David Whitehouse

Malcolm è un bambino vivace e intelligente, e la sua famiglia si aspetta grandi cose da lui. Ma il giorno del suo venticinquesimo compleanno Mal va a letto, deciso a non alzarsi mai più. Il suo corpo si trasforma in una massa informe di carne e pieghe, imbottito dei pasti infiniti che la madre gli serve senza sosta. Attorno a lui cresce la curiosità morbosa dei mass media, mentre l’ex fidanzata, i genitori e il fratello cercano, in un modo o nell’altro, di dare un senso alla loro vita e alla folle ostinazione di lui.

 

Print Friendly, PDF & Email

Biografia Cristiana Abbate

Cristiana Abbate
Veterinaria pentita e mamma convinta.Si ritiene propositiva e per nulla diplomatica .Grande appassionata di viaggi e divoratrice di libri. Malata di shopping e con il conto in banca fisso sul rosso.

Check Also

Un maledetto carnevale di Giuseppe Giusa

Giuseppe Giusa presenta un romanzo drammatico che parla di perdono e di vendetta, e di …