martedì , 25 settembre 2018

Un weekend da vivere a Napoli

Chi non conosce la storia dei due amanti shakespeariani? L’intramontabile dramma di Romeo e Giulietta andrà in scena il 24 e 25 Giugno 2017 nel Chiostro di San Lorenzo Maggiore a Napoli
A fare da cornice alla rappresentazione sarà il meraviglioso chiostro, in cui rivivranno le vicende dei Montecchi e dei Capuleti.

La regia è di Domenico Maria Corrado, mentre le musiche di Salvatore Vangone sono ispirate ai capolavori di Nino Rota. Instaurando un’interazione con il pubblico, gli attori esprimeranno tutta la loro creatività recitando in mezzo agli spettatori, senza il tradizionale palcoscenico e senza scenografie prefabbricate.

Per questa versione è stata scelta la forma della Commedia Musicale all’Italiana, le cui origini risalgono al diciottesimo secolo.

 

Dal 24 giugno alle 21:30 al 25 giugno alle 23:59

Informazioni sui biglietti

www.tappetovolante.org

Trascorri con Le Capere un sabato sera diverso!

Una bellissima passeggiata da piazza Municipio ai Quartieri Spagnoli ti porterà nel cuore della Napoli più verace.
Tra bassi e murales, la Napoli che era e quella che è….

Scopri le tradizioni che ancora oggi caratterizzano la nostra città in una passeggiata che tra vic e vicariell ci porterà da piazza Municipio e l’antico porto di Neapolis fino al murales di Maradona.
Al termine una sosta da Passione di Sofì per una gustosissima pizza fritta!

Che aspetti?!

SABATO 24 GIUGNO
Appuntamento: Piazza Municipio (accanto alla fontana al centro della piazza) alle ore 19.00
Inizio visita ore 19.15
Durata: 2 ore circa
Contributo: 12 euro comprensivo di visita guidata con guida abilitata della Regione Campania e aperitivo (pizza fritta o montanara e bibita a scelta).

Per qualsiasi informazione non esitare a contattarci!

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA VIA MAIL O TELEFONO
mail: lecaperenapoli@gmail.com
(specificando nome, numero di persone e un recapito telefonico)
cell. 3289705049 – 3337443254- 3274910331
(TUTTI I GIORNI DALLE 9.00 ALLE 19.00)

 

Fino al 23 giugno sono aperte le iscrizioni alla Caccia ai tesori #Bao Publishing nelle librerie Feltrinelli!
Potrai ottenere cento copie di fumetti BAO con sketch e dieci disegni originali di alcuni dei migliori autori (Rita Petruccioli, Giopota, Alberto Madrigal, Stefano Simeone, Toni Bruno, Daniel Cuello, Giacomo Bevilacqua, maicol & mirco, French Carlomagno e Zerocalcare)!
E se anche non vincerai, per te ci sarà una spilla esclusiva disegnata da (Z)ZeroCalcare!
Vai sul sito www.cacciatesoribao.it inserisci i tuoi dati e scegli una delle dieci Feltrinelli in cui vuoi giocare!

 

Concentramento: Sabato 24 Giugno 2017 ore 16:00 Piazza MUNICIPIO info www.napolipride.orgwww.ondapride.it

 

Sabato 24 giugno avrà luogo il Mediterranean Pride of Naples, evento che si inserisce nella rete dell’Onda Pride nazionale con cui si rievocano, nelle maggiori città italiane, i leggendari moti di Stonewall, quei moti che, nel lontano 1969, diedero il via alle lotte di rivendicazione della comunità Lgbt in tutto il mondo.
I temi centrali del Mediterranean Pride of Naples 2017 saranno il Corpo e la capacità di autodeterminarsi e, ovviamente, il Mediterraneo.
Il corpo inteso come laboratorio di libertà e intima e rivoluzionaria fucina della propria autodeterminazione. Al di là di qualsiasi schematismo ideologico e politico, rivendicare la centralità del corpo e del corpo nella sua dimensione fisica ed erotica significa sottrarre il corpo sia alla logica della mercificazione capitalistica sia a quella della mortificazione religiosa. In tale prospettiva, il corpo diventa uno strumento rivoluzionario, di potenziale infrazione a qualsiasi normalizzazione coatta, a qualsiasi autorità che, dall’esterno, intenda decidere per il nostro corpo e sul nostro corpo. Il corpo, nell’esibizione della sua fluida e nuda potenzialità destrutturante, scardina la cappa sessuofobica, misogina e maschilista che incombe ancora nell’immaginario collettivo.
Rivendicare i diritti del corpo significa anche restituire alle associazioni LGBT, il significato primigenio di movimento di liberazione sessuale e culturale, avviando, proprio a partire dal Mediterranean Pride of Naples 2017, una discussione laica, seria ed emancipata su tutte le questioni che investono il nostro corpo, dall’integrazione nel mondo del lavoro delle persone transessuali, stigmatizzate ed escluse a causa della trasformazione che hanno consapevolmente operato sul proprio corpo, alla creazione di una campagna di sensibilizzazione e prevenzione delle malattie sessualmente trasmissibili che emerge chiaramente come priorità nel nostro Paese, a prescindere dall’orientamento sessuale e dall’identità di genere, passando, inevitabilmente, per il contrasto alle discriminazioni e allo stigma che colpisce chi decide consapevolmente di prostituirsi o chi rivendica, da disabile, il proprio naturalissimo diritto alla sessualità e al piacere fisico.
Un aspetto legato alla dimensione fisica e corporea, particolarmente delicato e sentito dalla comunità LGBT è poi quello della genitorialità. Non possiamo, infatti, dimenticare che la Legge Cirinnà, per quanto importante e innovativa, ha lasciato fuori un segmento cospicuo del movimento, un segmento formato da tutti quei gay e quelle lesbiche che hanno deciso di perseguire con convinzione e determinazione il proprio progetto di genitorialità, progetto legittimo che non può e non deve essere oggetto di alcun giudizio sociale e di nessuna sommaria reprimenda oscurantista. In tale prospettiva, richiamiamo l’attenzione di tutte le cittadine e tutti i cittadini sul tema della gestazione per altri e sull’urgenza di equiparare anche il nostro Paese a quegli standard di civiltà che, regolando opportunamente questa pratica, piuttosto che demonizzarla, ne valorizzano il profilo altruistico e volontaristico.
Il corpo, posto al centro del Mediterranean Pride of Naples, invita anche ad una riconsiderazione più attuale e moderna dei nostri stessi perimetri fisici e identitari, una riconsiderazione che, superando obsoleti schematismi fondati sulla classificazione binaria di sesso e genere, ci spinga ad infrangere una volta e per tutte l’idea del corpo come frontiera sociale che ostacola ed inibisce chiunque desideri, legittimamente, ribaltare e mescolare i ruoli di genere o identificarsi con più forme di espressione di genere anche simultaneamente.
Inoltre, è indispensabile ricordare che, insieme al tema del corpo, il Pride di Napoli insiste, da sempre, sul tema del Mediterraneo. Il Mare Nostrum come ponte di culture e conoscenze che unisce popoli solo apparentemente distanti, popoli che, invece, sono chiamati a riconoscersi e dialogare costruttivamente in virtù di una medesima impronta culturale. Le culture distribuite lungo le coste del Mediterraneo, infatti, sono accomunate da tratti distintivi molto simili, anzi è bene ricordare che sono molto più numerosi gli elementi di continuità che quelli di frattura, una continuità culturale dovuta al fatto che l’intero substrato culturale, dalla scienza all’architettura, dall’arte alla pittura, dalla cucina alla musica, ha assunto, sulle varie sponde del mediterraneo, sì espressioni diversificate ma strutturalmente identiche. Da questa riflessione consegue la necessità di rivendicare le istanze dell’accoglienza, della condivisione e della comunione tra tutti i popoli che si affacciano sul bacino del Mediterrraneo. Proprio per questo, per il Mediterraenan Pride 2017, si impone la necessità di far iniziare il corteo da Piazza Municipio, piazza simbolo “sospesa” tra il Porto, luogo cardine di partenze e approdi nel Meditearraneo, e Palazzo San Giacomo, Casa comunale che ha accolto, nell’ultimo anno, momenti importanti della nostra storia dei diritti, come la prima unione civile celebrata dal Sindaco di una grande città italiana e il convegno internazionale Nelfa dal titolo: “Famiglie arcobaleno in Europa – Stesso amore, diverse tutele”

 

LA VISITA
dall’opera di F. Dürrenmatt

Spettacolo di fine anno con gli allievi del primo anno “Corpi in Gioco”.

La tragicomica storia dei cittadini di Gullen e dell’arrivo improvviso della vecchia signora che cambia i destini di un paese.
Gullen, cittadina svizzero-tedesca, versa in condizioni economiche disastrose e l’unica possibilità di salvezza è una donazione in denaro da parte di Claire Zachanassian, una vecchia cittadina di Gullen emigrata, che ritorna con in mente un piano ben chiaro. La ricchezza per tutti ad una sola condizione…
Un’ intelligente satira, una sagace ironia in cui i protagonisti sono posti di fronte una scelta.
La Visita di Dürrenmatt è testo ricco di spunti con il quale abbiamo giocato con gli allievi lavorando sui ritmi del testo, le strutture fisiche e vocali dei personaggi, i principi del coro tragico, in uno spazio scenico senza quinte.

Regia: Simona Di Maio
Scene: Simona Guarino
Con: Vincenzo Aquilone, Francesco Emilio, Carla Guardascione, Rita Lamberti, Rosy Paolella, Luciano Reca, Francesco Sammarone, Serena Sammarone, Gianpaolo Schirani

Grazie a Luca Di Tommaso e Sara Missaglia che sono intervenuti nel percorso laboratoriale.

24 GIUGNO ORE 20:30
NUOVO TEATRO SANCARLUCCIO
via S. Pasquale a Chiaia

INFO E PRENOTAZIONI
info@ilteatronelbaule.it
3478437819

Posillipo e le sue storie magiche, le sue ville e le sue insenature.Un tour per scoprire Napoli vista dal mare nei suoi incanti e mille suggestioni!
Partenze in #Kayak e in #gozzo e a seguire un aperitivo su uno dei meravigliosi terrazzi di Villa Volpicelli.
Evento organizzato da Sea Touring Club Napoli in collaborazione con Nautica Cafarelli.
Per accedere all’ evento mettere mi piace alla pagina https://www.facebook.com/events/

De richiedere modalità di partecipazione al 3201513845.
Posti limitati!

SCOPRI LA TUA CITTA’, DIVERTENDOTI – Caccia al Tesoro per il centro storico “ – 25 giugno ore 11:00
Lo scopo è quello di far conoscere la città e le sue eccellenze culinarie, e culturali divertendosi ed in modalità sostenibile con l’ambiente. L’ idea è una gara a PUNTI e a TEMPO, partecipanti dovranno raggiungere dei posti/checkpoint, tramite risoluzione di enigmi.
Questi sono:
– 3 attività salate
– 3 attività da bere
– 3 attività dolci
– 5 location cultural ( BONUS)
Per ognuna di queste ci sarà un enigma che permetterà al partecipante/ squadra , una volta risolto, di raggiungerlo per poi proseguire con il seguente. Una volta raggiunti queste attività, i partecipanti dovranno testimoniare con un selfie il raggiungimento dello stesso e postarla sulla pagina FB Touring giovani – Regione Campania ( punti BONUS per chi lo farà);
Punteggi:
check più facili e i meno lontani: n. 3 punti
check più difficili e più lontani : n.5 punti
check culturali più vicini : n.5 punti
check culturali più lontani : n.7 punti
Premi:
1° – smart boxe
2° – pubblicazione e maglia touring club italiano
3° – pubblicazione touring club italiano

* ad ogni partecipante verranno regalati gadget targati Touring Club Italiano + attestato partecipazione

Appuntamento: ore 11:00 P.zza del Gesù
Partecipanti : squadre minimo da 2 fino a un massimo di 4 persone
Durata : 2 h
Costo : 5€ a persona o 20€ a squadra
Prenotazioni: giovani.tci.campania@gmail.com
Cell. 340.90.24.320 / 347.33.43.132 / 339.42.16.424 / 333.50.51.580

Print Friendly, PDF & Email

Biografia Carmelita de Santis

Carmelita de Santis
"Eravamo quattro amici al bar che volevano cambiare il mondo" così è iniziata l’avventura di Senzalinea. Tra i quattro amici, sfortunatamente, ci sono anch'io e le idee peggiori di questa pagina vengono da me. Amo e odio la mia città, mi appassiona la sua storia e le sue tradizioni.

Check Also

ComixPlay e l’ associazione “Arte Reale” portano il cosplay al Festival D’Oriente!

La nostra amica Rosa Mele ci racconta la sfilata cosplay che si è tenuta la …