Al Bellini (2021/22) è tutto un “Work in progress”

Work in progress” (Lavori in corso) è il concetto attorno a cui si articola la nuova proposta del Teatro Bellini di Napoli, dopo circa due anni di chiusura imposti dalla Pandemia di Covid-19 che ha inciso pesantemente sulle attività dell’intero comparto dello spettacolo dal vivo.
Durante questo periodo, la Direzione e lo staff del teatro – dai tecnici, alla produzione, alla comunicazione – hanno deciso di
rimboccarsi le maniche e investire in un grande progetto triennale che rilanciasse tutto il lavoro svolto negli ultimi
dieci anni dalla gestione dei fratelli Russo. Lo storico nucleo artistico, da sempre orientato all’innovazione, alla multidisciplinarietà e
all’ampliamento del target, si articolerà da quest’anno attraverso una sinergia che prevede l’inserimento nello staff di un direttore creativo
e un artista residente/direttore della scuola.

In altre parole, il Bellini ha inteso questo lungo momento di chiusura e distacco fisico dal proprio pubblico come una occasione, un momento di profonda riflessione per poter strutturare e articolare la propria offerta in vista delle nuove sfide del mondo post pandemico. In questo senso, la ristrutturazione della propria identity – nel segno di una maggiore aderenza ai nuovi pubblici e il riallestimento degli spazi fisici del teatro – sono solo la punta di un iceberg che si rivelerà nella sua completezza nel corso del prossimo triennio di attività.
Partendo dalla considerazione che lo scenario locale, nazionale e internazionale ha subito, e sta tuttora subendo, una forte accelerazione dei processi di digitalizzazione già in atto e di rinnovamento delle modalità di fruizione, il Bellini ha deciso di investire in una progettualità che integri in modo inedito e strutturato l’online con l’offline. L’obiettivo? Sincronizzare l’offerta teatrale al grande palinsesto dell’intrattenimento culturale, garantendo percorsi di crescita per il pubblico dentro e fuori la sala, prima e dopo lo spettacolo, attraverso una narrazione e uno storytelling di un’istituzione culturale che, per storia e dimensioni, si configura come un grande cantiere multimediale, aperto e plurale.

In definitiva, la mission del Teatro Bellini oltre a consolidare e rilanciare gli obiettivi di questi anni, assume nuove sfide che vanno nella direzione, “Work in progress”, di consolidarsi come polo didattico, divulgativo e d’intrattenimento, votato alla creazione di valore e rispondente alle esigenze di una società in continua evoluzione. Con la speranza di rividere il prima possibile piccoli e adulti a teatro.

 

Per maggiori info sulla prossima stagione.. clicca qui.

 

Please follow and like us:

Biografia Veronica Cardella

Classe 1983, Cancro ascendente Capricorno. Amante della scrittura, dei libri e di tutto quello che fa porre domande. A 9 anni decido di voler fare la giornalista, ma la vita mi ha portato su altri lidi. Non ho abbandonato la passione per la scrittura che provo a coniugare con quella per la lettura e il teatro.

Check Also

Danza al Piccolo Bellini “Divine”, dal 15 al 17 ottobre

Dal 15 al 17 ottobre Piccolo Bellini Divine Pièce di versi in danza coreografie Roberta …