ALAN LEE A LUCCA CHANGES

Il Premio Oscar alla migliore scenografia per Il Signore degli Anelli: Il ritorno del re di Peter Jackson sarà ospite della manifestazione per un incontro online dedicato alla nuova edizione del Signore degli Anelli.

Lucca, 28 ottobre 2020 –– Torna a Lucca Comics & Games – edizione Changes un’altra grande matita del Fantasy mondiale: Alan Lee, intervenuto durante le edizioni del 2006 e del 2015 della manifestazione.

Illustratore e pittore inglese, è noto come il primo ad aver illustrato “Il Signore degli Anelli” di J.R.R. Tolkien, nonché vincitore del Premio Oscar per la migliore scenografia per il film “Il Signore degli Anelli: Il ritorno del re” di Peter Jackson.

Classe ’47, nato a Middlesex, Alan Lee è diplomato alla Ealing School of Art in grafica e design. Ha lavorato come illustratore freelance, soprattutto per copertine e illustrazioni, traendo ispirazione dal proprio interesse per mitologia e racconti popolari. Ha ricevuto premi prestigiosi come la Kate Greenaway Medal, Premio World Fantasy come miglior artista. Ha illustrato svariati libri di Tolkien sin dal 1992. Nel mondo del cinema ha lavorato alle scenografie di Peter Jackson per entrambe le trilogie ispirate alle opere tolkeniane, “Legend” di Ridley Scott, di “Erik il Vichingo” di Terry Jones e di “Merlino”.

Nell’autunno 2020 sono uscite in italiano due pubblicazioni a sua firma, entrambe per Bompiani: l’edizione in volume unico de “Il Signore degli Anelli” e “Lo Hobbit: schizzi e bozzetti”.

Alan Lee sarà online in diretta sul sito di Lucca Changes (www.luccachanges.com/it/online) domenica 1° novembre alle ore 11 in occasione dell’incontro dedicato alla nuova edizione de “Il Signore degli Anelli”, ripubblicato da Bompiani in volume unico con una nuova traduzione di Ottavio Fatica e illustrato da Alan Lee. Insieme a lui ci saranno Chiara Codecà, consulente editoriale e traduttrice, e Roberto Arduini e Giampaolo, Canzonieri dell’Associazione Italiana Studi Tolkieniani.

Restate sintonizzati su www.luccachanges.com, iscrivetevi alla newsletter e seguiteci su:
FB e IG @luccacomicsandgames TW @LuccaCandG YT Lucca Comics & Games
Twitch LuccaComicsAndGames Spotify Lucca Comics & Games
In #Community #Inclusion #Respect #Discovery #Gratitude & #SAFETY we trust.

APPENDICE
Lucca Comics & Games è il community event più importante d’Europa dedicato al fumetto, al gioco, al videogioco, all’animazione, alle serie TV e all’immaginario Fantasy. Nel 2020 questo festival diventa Lucca Changes, una manifestazione rinnovata nelle modalità di fruizione per consentire a tutti gli appassionati della cultura pop contemporanea di poter vivere il proprio festival nel modo più sicuro possibile e nella maniera preferita. Le attività in programma, infatti, potranno essere godute comodamente da casa online e grazie a RAI.
La città di Lucca ospiterà solo alcuni degli eventi in programma e questi saranno organizzati in assenza di pubblico ma saranno disponibili in streaming. Il sito www.luccachanges.com, in costante aggiornamento, aggregherà tutto il palinsesto di iniziative 2020.
Le novità editoriali saranno proposte tramite il Lucca Store su Amazon.it (https://www.amazon.it/b?node=21833491031), tramite la rete dei 115 campfire (negozi specializzati, fumetterie e librerie indipendenti sparsi in tutta Italia) con la ricca offerta di uscite e anteprime di prodotto, mentre nello store online di Inuit Bologna (store.inuitbookshop.com) sarà disponibile tutta la selezione di titoli dell’autoproduzione e della microeditoria italiana e straniera.
Lucca Changes, come pianificato, cambia la sua dimensione e continua ad adattarsi alla mutevolezza del periodo. Invita tutti gli appassionati alla massima prudenza, a rinunciare per quest’anno alla presenza nella città del fumetto e del gioco, e a seguire gli oltre 200 eventi online.

Alan Lee
Classe ’47, nato a Middlesex, Alan Lee si è diplomato alla Ealing School of Art in grafica e design. Ha lavorato come illustratore freelance, soprattutto per copertine e illustrazioni, traendo ispirazione dal proprio interesse per mitologia e racconti popolari. Ha raggiunto la fama mondiale come illustratore, dipingendo acquarelli per molti libri noti, tra cui “Black Ships Before Troy: The Story of the Illiad” (in italiano “Navi nere di fronte a Troia. La storia dell’Iliade”), romanzo per bambini scritto da Rosemary Sutcliff che gli è valso la prestigiosa Kate Greenaway Medal.
Il suo percorso su “Il Signore degli Anelli” di Tolkien inizia quando la HarperCollins gli ha chiesto di realizzare 50 dipinti per illustrare un’edizione speciali per il centesimo anno dalla nascita del creatore della Terra di Mezzo. Ha illustrato anche “Tolkien’s Ring” di David Day e l’edizione del 1997 de “Lo Hobbit”. L’anno dopo, nel ’98, ha vinto il Premio World Fantasy come miglior artista.
Dal 1997 al 2004, Alan Lee ha vissuto in Nuova Zelanda per lavorare al concept del design della trilogia di Peter Jackson insieme al collega John Howe. Inoltre, ha lavorato sulle scenografie di Legend di Ridley Scott, di Erik il Vichingo di Terry Jones e di Merlino. Nel 2005 Bompiani pubblica una selezione di schizzi, disegni e acquarelli di Lee nel volume “Il Signore degli Anelli. Schizzi e bozzetti”.
Dal 2007 in avanti ha lavorato su altre opere di Tolkien come “I figli di Húrin”, curato da Christopher Tolkien. L’anno dopo ha realizzato le matite per “Tales from the Perilous Realm”. È tornato in Nuova Zelanda per riunirsi a Peter Jackson per la trilogia cinematografica “Lo Hobbit”, per poi completare la trilogia dei Grandi Racconti di Tolkien, iniziata con “I figli di Húrin” e ultimata con “Beren e Lúthien” (2017) e “La caduta di Gondolin” (2018).
Nell’ottobre 2020 in Gran Bretagna è stato pubblicato “The Unfinished Tales Illustrated Edition”, i famosi “Racconti Incompiuti” di Tolkien, di cui Lee ha fatto le illustrazioni. In Italia è uscito nell’autunno 2020 il volume illustrato “Lo Hobbit: schizzi e bozzetti” (Bompiani).

Please follow and like us:

Biografia Danilo Battista

Danilo Battista
Appassionato sin da piccolo della cultura giapponese, è stato rapito tanti anni fa da Goldrake e portato su Vega. Tornato sulla Terra la sua viscerale passione per l'universo nipponico l'ha portato nel corso degli anni a conoscere ed amare ogni sfumatura della cultura del Sol Levante. Su Senzalinea ha cominciato a scrivere di tecnologia e di cosplay. Da diverso tempo gestisce la sezione "Nerdangolo" ma ha promesso che un giorno, neanche tanto lontano, tornerà su Vega...

Check Also

Rumiko Takahashi ritorna con una deliziosa raccolta di racconti brevi: A cena con la strega

Il mese di ottobre ha segnato il ritorno in Italia, grazie a StarComics, della “regina …