Anniversari come si comporta Lui come si comporta Lei!

13153314_10208186929365163_1580258483_n

In questo nuovo appuntamento di LuivsLEi abbiamo studiato approfonditamente, i comportamenti degli uomini e delle donne, durante gli anniversari, che sia un Anniversario , il primo incontro o semplicemente un compleanno.Abbiamo chiesto a un ragazzo e una ragazza di dare il loro parere ed ecco la nuova sfida settimanale:

Anniversari visti da Lui

Anche gli scienziati norvegesi ci danno ragione. Un paio di anni fa è stato pubblicato sulla rivista Bmc Psychology un articolo  sul professor Jostein Holmen e il suo team che hanno condotto uno studio su larga scala, che ha coinvolto circa 37mila persone, alle quali e’ stato sottoposto un questionario con nove domande sulla capacità di ricordare. In particolare ai partecipanti allo studio e’ stato chiesto se avevano talvolta difficoltà a ricordare le cose, se riuscivano a dire con esattezza cosa stessero facendo un anno fa o se erano capaci di ricordare in dettaglio alcune conversazioni. Il risultato e’ stato che gli uomini ricordavano peggio delle donne, in particolare nomi e date. Insomma donne dovete rassegnarvi, non ci hanno “caricato il file”.

Detto questo vorrei capire perchè non è stato fatto uno studio che spiegasse perchè le donne si ricordano tutti i compleanni: papà, mamma, zio, migliora amica, amico gay, il passante, il cane, il gatto, il vicino di casa, il parente sparito nelle foreste Sulawesi nel 1984 e ovviamente, e non ultimo, il suo. Ma se sul suo compleanno si potrebbe scrivere un libro, sugli anniversari pure due. I miei genitori hanno per me adottato una tecnica pressochè perfetta sull’argomento: il silenzio. All’avvicinarsi della fatidica data nessuno, e dico nessuno, si permette di fiatare sull’argomento. Troppo complicato fare i conti con il passato, tirare le somme e magari recriminare su eventi ormai lontani. Un saggio e omertoso silenzio cala sistematicamente intorno alla funesta data ogni anno.Ma sfortunatamente per la vostra dolce metà non sarà così: che sia un anniversario, un compleanno o un semplice onomastico il vostro compito sarà quello di oscurare, ogni santa volta,  le reali nozze del sultano del Brunei. Ma capita anche quel giorno che ti esplode un embolo e ti ricordi del SUO anniversario, ops del vostro anniversario o del suo compleanno. E  inizia così l’affannosa ricerca del  regalo perfetto ( che sbaglierete sempre se non sarà stato preventivamente concordato), del ristorante, quello così romantico con quella terrazza affacciata sul mare (anche se è dicembre), e dei fiori (per carita di Dio, non dimenticatevi i fiori!). E resistete, perchè se lei non riceverà gli auguri alla mezzanotte su qualsiasi contatto esistente (compreso GooglePlus, si perchè anche voi avete un profilo su GooglePlus anche se non ne siete a conoscenza), saranno guai seri. Il problema è che la donna ha una percezione totalmente differente dalla nostra riguardo a compleanni e anniversari. E’ anche vero che spesso sembra che noi uomini le date importanti sono una scadenza lavorativa, l’ uscita di Uncharted 4 e l’orario di inizio della partita del Napoli, ma il problema è noi non facciamo molto caso alle date, siamo persone fin troppo pratiche, non è mancanza di attenzione verso chi vogliamo bene o amiamo, siamo semplicemente fatti cosi’. La donna invece percepisce questi eventi come l’ennesima riprova del vostro amore e delle vostre attenzioni. Se l’amore fosse una partita a “Memory” saremmo tutti spacciati, ma per fortuna non è così.

 

Anniversari e compleanni visti da Lei

Se in un locale vi capita di incrociare con lo sguardo una coppia, non importa l’età anagrafica, che si guarda negli occhi, mano nella mano, parole dolci, sguardi d’intesa, bhè, possiamo fare una scommessa, sono una coppia novella o quasi. Un famoso  romanzo dello scrittore francese Frédéric Beigbeder titolava che L’amore dura tre anni.Non è così l’infatuazione dura tre anni, quando l’altro costituisce per noi ancora un mistero, quando non abbiamo un quadro di lui/lei e di tutte le sue disgrazie, paure e nevrosi. Ma diciamo la verità se non siamo capaci di accettare e di provare amore anche per quell’insopportabile individuo che alberga in tutti gli esseri umani non saremo in grado di provare amore vero. Ciò che ho affermato è ancora più reale nel caso degli anniversari. Se i primi anni sono pieni di violini zigani e cene a lume di candela, negli anni successivi proteste ritrovarvi a festeggiare da “giggino ò pizzettaro” con lui che sbircia i risultati delle partite. Non è che vi ami di meno, non è cosi, semplicemente la sua natura mascolina è venuta prepotentemente a galla e siete diventate care come la televisione o il cellulare…che sono la sua sicurezza ma che in realtà senza di lui non si spostano da nessuna parte. E non servirà giorni prima fare velate allusioni a quel vestito magnifico che avete visto in vetrina sperando che il povero malcapitato ricordi il tutto. Probabilmente uscirà dal quel negozio avendo acquistato uno splendido vestito color cachi che vi fa sembrare scampate ad un disastro aereo o un capo con una taglia sbagliata…più grande (sono una balena)più piccola ( ero più magra quando ci siamo conosciuti?) In verità su quest’argomento non mi sento di essere troppo severa, le date sono numeri e non sarà una cena fuori che vi dimostrerà quanto vi ama….A meno che non incominci a chiamarvi con un altro nome

Please follow and like us:

Biografia Redazione

Avatar

Check Also

Lei vs Lui: il fascino della cartomante

LEI VS LUI Un tempo i programmi televisivi erano meno controllati, i bambini parcheggiati davanti …