Artecinema dal 5 Ottobre al Teatro S.Carlo

14359010_10157437314475414_3765512855105898549_n

La 21ª edizione del Festival Artecinema, a cura di Laura Trisorio, si aprirà il 5 Ottobre e si concluderà il 9 ottobre 2016.  Quest’anno la manifestazione prevederà un giorno in più di proiezioni, questa edizione si è accresciuta per dare la possibilità di godere di un più rilevante numero di film e analizzare nuovi contenuti.

L’apertura della manifestazione ci sarà, mercoledì 5 ottobre, alle ore 20.00, al Teatro San Carlo e le proiezioni proseguiranno al Teatro Augusteo dal 6 al 9 ottobre, alle ore 17.00 fino ore 23.30. Per la adesione alla serata di apertura al Teatro San Carlo, sarà obbligatorio accreditarsi on line sul sito www.teatrosancarlo.it o in alternativa presso il botteghino del teatro corrispondendo un diritto di prenotazione di € 7.

6 – 7 – 8 – 9 ottobre / Teatro Augusteo Piazzetta Duca d’Aosta 263 ore 17.00 – 23.30 ingresso gratuito. Sarà proposta una scelta di cortometraggi dei migliori artisti, architetti e fotografi, rappresentati nelle sezioni Arte e Dintorni, Architettura, Fotografia.

I filmati rivelano l’accaduto degli artisti attraverso le loro autobiografie, interviste accostate con pezzi d’archivio, consentendo gli spettatori di penetrare nella realtà dell’arte indirizzati dai protagonisti.

Sono in programma i seguenti film:

  • Audioghost68, sul “Grande Cretto” di Alberto Burri che diventa palcoscenico di una performance ad opera di Giancarlo Neri e Robert Del Naja dei Massive Attack;
  • Chagall, peintre de la musique sulla relazione fra musica e pittura nel lavoro di Marc Chagall;
  • Kimsooja, to Breathe sull’installazione realizzata dall’artista coreana Kimsooja al Centre Pompidou-Metz nel 2015;
  • Troublemakers sulla storia della Land art americana;
  • Viva Dada sul controverso movimento internazionale che rivoluzionò l’arte del 20° secolo;
  • Les génies de la grotte Chauvet sui dipinti paleolitici della grotta Chauvet in Ardèche e la sua fedele riproduzione di Pont D’Arc;
  • La collection qui n’éxistait pas sulla collezione “concettuale” di Herman Daled composta da opere immateriali;

E i documentari:

  • sull’origine del mito di Pablo Picasso; su Anselm Kiefer, Alberto Giacometti, Damián Ortega, Daniel Buren, Cristina Iglesias, Jan Fabre, Markus Raetz, Pino Pascali, Mona Hatoum, Shilpa Gupta, Stephan Balkenhol;
  • un’animazione sul lavoro di Luigi Ontani;
  • sull’installazione di Alketa Xhafa realizzata nello stadio di Pristina e dedicata alle donne vittime di violenza sessuale durante la guerra del Kosovo;
  • sugli architetti Frank Gehry, Claude Häusermann-Costy, Wang Shu vincitore del Pritzker prize nel 2012;
  • sul mondo immaginario fotografato da Paolo Ventura, sul lavoro fotografico di Jeff Wall, sui fotogiornalisti afghani Farzana Wahidy, Massoud Hossaini, vincitori del Pulitzer price nel 2013 che hanno rischiato la propria vita sotto il regime talebano per documentare la realtà.
Please follow and like us:

Biografia Carmelita de Santis

Carmelita de Santis
"Eravamo quattro amici al bar che volevano cambiare il mondo" così è iniziata l’avventura di Senzalinea. Tra i quattro amici, sfortunatamente, ci sono anch'io e le idee peggiori di questa pagina vengono da me. Amo e odio la mia città, mi appassiona la sua storia e le sue tradizioni.

Check Also

Grande successo per il San Gennaro Day che, sfidando pioggia e Covid, ha premiato le eccellenze in nome del santo Patrono!

Nonostante il Covid e l’allerta meteo con annessa bufera che si è abbattuta su Napoli …