At World’s End Wanted Pirates di Sabrina Pennacchio – l’intervista

Un libro, un romanzo appassionante, ricco di fantasia alternato alla realtà. Sa trascinare, passo passo, il lettore lasciandogli la possibilità di viaggiare con la fantasia, sentendosi, in qualche modo, uno dei protagonisti. Anche se ambientato in “luoghi lontani”, sa trasportarci in una realtà particolare ponendo con se qualche riflessione. Dal linguaggio ed atteggiamento, delle volte, brutale, in realtà è adatto ad ogni genere di pubblico.

Sabrina Pennacchio nasce a Villaricca (Napoli) il 10 febbraio del 1991. Costretta ad abbandonare gli studi di Arte e Moda all’età di quattordici anni, si dedica interamente alla sua più grande passione: la scrittura. Tutto ciò che è Arte fa parte di lei, tant’è che oltre alla scrittura ha una grande passione per il disegno. Grande amante del mondo anime e manga, si sbizzarrisce nel mondo dei cosplay e del canto. La passione per la scrittura nacque nel periodo in cui lasciò la scuola, ed a quattordici anni scrissi la sua prima storia originale che divenne in seguito una saga, attualmente in fase di revisione

(trama)Wanted narra della storia di Calico Jack, antagonista e, al tempo stesso, protagonista del romanzo. Inizialmente si pensa che questo famigerato pirata sia morto in Giamaica molti anni fa eppure, nonostante ciò, un giorno questi torna a portare scompiglio fra i mari. Molte persone pensano che sia un impostore, un figlio illegittimo, addirittura, i più superstiziosi e credenti temono che questi non sia il vero Calico, tornato dall’inferno dopo un accordo con Satana per vendicarsi del torto subito dalla Monarchia e dalla Marina. Inaspettatamente, un giorno, Calico Jack attacca la nave della Marina Britannica che ospita il Generale Surcouf e sua figlia Marina Charlotte, per rapire quest’ultima, chiedendo in cambio, come riscatto, non tesori, non ricchezze, ma solo che la taglia sulla sua testa venga eliminata. – Sicuramente vi chiederete perché un pirata come Calico dovrebbe chiedere ciò, quando, di norma, più è elevata la taglia, più è motivo di vanto per quelli come lui? Questo lo scoprirete però soltanto leggendo il romanzo – .

A pochi giorni dalla presentazione del libro At World’s End Wanted Pirates, la giovane scrittrice Sabrina Pennacchio ci concede una piacevole intervista dove ci racconta del suo libro.

 

  1. Chi ti ha ispirata a scrivere questo libro e quanto di te c’è all’interno? – Nessuno in particolare, sinceramente. Un giorno stavo guardando Sandokan e mi sono detta: “non ho mai fatto una storia sui pirati…”. La scelta di Calico come protagonista non è dovuta al nome, che molti forse assoceranno a Sparrow, ma bensì al reale Calico Jack, la cui vita mi ha appassionato così tanto che ho pensato che meritasse di essere citato al posto di qualcun altro di più famoso come Barbanera. In ogni mio romanzo c’è sempre una parte della mia anima, ma di Sabrina, forse per la prima volta, non c’è nulla.
  2. Perché questo titolo e soprattutto perché un libro sui pirati, gusto personale od. . . ?Il titolo è azzardato, non avevo assolutamente nessuna idea su come chiamarlo, così feci un sondaggio su Facebook e sottoposi alcune idee ai fan e loro mi aiutarono ad arrivare a questo titolo. Quindi dedico questo romanzo interamente a loro. Mentre se dicessi il perché di questa prima pubblicazione e non il romanzo/saga scritto a quattordici anni, ridereste di me probabilmente. La verità è che temevo un plagio. Ho avuto a che fare con tantissime case editrici sinora e mi hanno spaventata alcune.
  3. Qual è il personaggio a cui sei più legata? – Amo un po’ tutti i personaggi del libro, sono i miei bambini. Ma forse fra tutti i personaggi il mio preferito è Jean Read. È il promesso sposo di Marina Charlotte, un perfetto militare che non si lascia andare ai sentimenti in nessuna situazione. Ha sempre cercato di dimostrare a Marina il lato bello della vita e la parte dolce del suo essere, ma quando lei viene rapita dimostra un lato non meccanicamente militare ma estremamente umano. Mi piace il suo esser spietato pur di salvare la donna che ama.
  4. Quale messaggio vuoi trasmettere al lettore? – Ci sono tanti messaggi in questo romanzo che spero i lettori colgano. Il coraggio di seguire i propri ideali, ad ogni costo, e la forza di affrontare ogni difficoltà, anche la più brutta, senza mai permettere che a causa di un singolo individuo, la tua vita venga distrutta. Questo messaggio è riferito specialmente a molte donne che vivono una brutta esperienza come quella che – non faccio spoiler – vi ritroverete nel libro. A questo punto è inevitabile chiedere Quale sia il capitolo che ti rispecchia maggiormente o al quale sei più legata?Assolutamente l’ultimo. Ogni volta che lo leggo mi commuovo sempre.
  5. È un libro adatto a tutti? Non lo consiglio ai minori di quattordici anni, anche se i ragazzi di oggi hanno atteggiamenti più spinti e forti di quelli di un tempo.
  6. Prima hai parlato di vari romanzi che hai scritto prima di questo, hai intenzione di pubblicarli tutti? Spero proprio di si. Non vi libererete di me per davvero molto tempo. il mio sogno è fare la scrittrice come lavoro principale e mi impegnerò al massimo per riuscirci.
  7. Puoi anticiparci di cosa potrebbe parlare il prossimo romanzo? Ho intenzione di pubblicare la saga di Dark and Light, scritto appunto quando avevo quattordici anni. Se vi piacciono l’atmosfera dark, il fantasy e le creature soprannaturali, spero di rileggerci anche lì. Sarà una saga avvincente e spero trasmetta tutta la passione e l’amore che vi ho racchiuso all’interno.

 

 

At World’s End: Wanted Pirates sarà presentato il giorno 11 Marzo presso il locale Evaluna Cafè in Piazza Vincenzo Bellini 72 (80138) Napoli. L’evento inizierà alle ore 18:00 e a fine presentazione sarà possibile acquistare il romanzo, fare foto e autografi. Dal 15 Marzo il romanzo sarà acquistabile non solo nello store della casa editrice ma anche in tutte le librerie italiane (se la vostra non dovesse ancora averlo disponibile, basterà farvelo prenotare. Se dovesse occorrere, potrete dar loro oltre al mio nome e al titolo del romanzo, il Codice ISBN: 9788894284690)

Please follow and like us:

Biografia Maria Rosaria Ianniciello

Maria Rosaria Ianniciello
Lettrice patentata, scrittrice e ricercatrice di sogni perduti. Ho conosciuto il mondo del lavoro, quello vero, già dall’adolescenza; ma la scrittura, quella profonda, da molto prima. Amo viaggiare e scoprire tutto ciò che mi circonda. Mi cibo di arte, musica e lettura. Ma venero la buona cucina, non solo “chell’ e mammà”, ma di tutto il mondo.

Check Also

“CIVICO 37” DI LUCIA BABBO. RECENSIONE

  Trama: Carola vive una vita tranquilla, a tratti noiosa, scandita dai ritmi lenti della provincia …