martedì , 21 Gennaio 2020

E SE WHATSAPP “CRASHA”?

Come non farsi sopraffare dal panico e continuare a comunicare

Nella giornata di ieri (3 novembre), dalle 9 alle 10 circa, WhatsApp, nota applicazione di messaggistica istantanea, è improvvisamente andata in down. Non è la prima volta che capita, questa è la quarta dall’inizio dell’anno e i tecnici non sanno dare una spiegazione del perché ciò accada, fatto sta che le reazioni sui Social Network, in particolare Facebook,

proprietaria dal 19/2/2014 della piattaforma, sono state istantanee, con stati creati sull’onda dello sconforto: l’improvvisa mancanza di contatto col mondo, l’improvvisa impossibilità di mandare Buongiornissimi, gattini che bevono Kafféééé, Meme, natiche di fanciulle che poi si rivelano fanciulli, ha smosso gli animi degli utenti di tutto il mondo, che hanno sentito il bisogno di urlare, ad amici e non, la loro disperazione.

Una volta riemersi da tale pozzo di disperazione, come si potrebbe combattere la prossima catastrofe comunicativa e farsi trovare pronti? A parte alzarsi dalla scrivania e andare a parlare direttamente col collega nella stanza accanto, invece di mandargli un “messaggino” o chiamare la persona con cui dobbiamo comunicare, vediamo qualche valida alternativa che ci strappi dalla disperazione dovuta alla mancanza di contatto via messaggini/ foto col resto del mondo:

Facebook Messenger

Per non tradire l’amato/ odiato Zuckerberg possiamo passare direttamente all’opzione Messenger offerta da Facebook, così resta tutto in famiglia. Infatti il noto social offre una simpatica applicazione per comunicare in privato coi nostri contatti e non (da qui la nascita di numerosi stalking, approcci di soggetti imbarazzanti, gente amica di amici di amici che ci ha visti e non può fare a meno di scriverci… ma di questo ne parleremo in un’altra occasione).

I pregi di questa app sono che è molto simile al caro WhatsApp, stesse emoji, possibilità di mandare audio (ma solo di un minuto), foto e giochi con cui sfidare il nostro contatto. Purtroppo presenta anche dei difetti non indifferenti: intanto è abbastanza lenta, spesso i messaggi arrivano in ritardo e inoltre consuma parecchio dal punto di vista dei dati, non proprio comoda se si è fuori casa senza Wi-Fi. Insomma, una buona alternativa, solo in caso di estrema astinenza da comunicazione.

Skype

La versione adulta e seria della comunicazione: Skype è un software proprietario freeware di messaggistica istantanea e VoIP, che unisce chat, trasferimento file e immancabili emoji, a un sistema di telefonate basato su un network Peer-to-peer.

Offre la possibilità di comunicare gratuitamente tra pc, smartphone, tablet e a pagamento con i telefoni fissi, a costi competitivi rispetto alla telefonia tradizionale; da prendere in considerazione in caso di conferenze urgenti, internazionali e/o intercontinentali.

Da segnalare i possibili rischi dovuti al passaggio indisturbato dei firewall di worm e trojan, poiché Skype usa la porta 80, quella del browsing. Quindi attenzione!

Telegram

È un servizio di messaggistica istantanea gratuito basato sul cloud, offerto dalla societa Telegram LLC. Le sue caratteristiche fondamentali sono la possibilità di stabilire conversazioni cifrate punto-punto (in caso di salvataggio delle conversazioni sul dispositivo), effettuare chiamate vocali, anch’esse cifrate punto-punto, scambiare messaggi vocali, videomessaggi, foto, stickers e file fino a 1,5 GB (estremamente utile).

Il fatto di salvare i messaggi inviati sul cloud di Telegram, ne garantisce la sincronizzazione istantanea e la possibilità d accedervi da diversi dispositivi contemporaneamente, inclusi tablet e pc. Inoltre al momento della registrazione l’utente può scegliere di essere cercato tramite nickname, evitando così la divulgazione del numero di telefono.

Particolarità di questa app è la presenza di chat segrete, che non restano salvate nei server e con la possibilità di timer di autodistruzione dei messaggi inviati e l’uso dei Bot, account gestiti dal programma che offrono molteplici funzionalità: gif (@gif), video (@vid), voci di wikipedia (@wiki) e anche porno (spippatorebot e Boobs bot da aggiungere come utenti nei gruppi, se qualcuno fosse interessato).

Hangouts

È un software di messaggistica istantanea e VoIP sviluppato da Google, disponibile solo per Android e iOS e per il browser web Google Chrome. È sfruttabile anche dalla web mail di Gmail e dal Google+. Permette la comunicazione, senza fronzoli, tra 2 o più utenti e include numerose “Easter eggs” per sorprenderli: digitando “/ponies”, “/shydino”, “/bikeshed”, si possono ottenere vari effetti divertenti.

Quindi? Siete più tranquilli adesso? Siete pronti a superare il prossimo inspiegabile down di WhatsApp senza impazzire e iniziare a urlare il vostro dolore digitando compulsivamente stati catastrofisti su Facebook? Ricordate che si può comunicare anche faccia a faccia con alcuni contatti, basta fare 3 metri e entrare nell’ufficio accanto.

Please follow and like us:

Biografia Maggie Lee

Maggie Lee
Anche se non sembra sono nata a Milano, ma sono di origini siculo-calabresi: da lì derivano i miei colori poco “nordici”. Sono laureata in Psicologia e sto frequentando la magistrale. I miei amici sostengono che ho un sesto senso innato per capire le persone, soprattutto quelle cattive, cosa che talvolta è più una maledizione che un dono. Cerco di interessarmi a po' di tutto, ho una passione per Wikipedia e mi diletto di cucina e fai da te. Sono il tuttofare tecnologico della famiglia, per qualsiasi cosa abbia dei pulsanti o, ultimamente, uno schermo touch. Amo le tecnologie semplici che semplificano la vita. Viaggio parecchio per amore, i mezzi di trasporto tedeschi non hanno più segreti per me, adoro la loro puntualità, ma odio la loro mancanza di elasticità e, naturalmente, la maggior parte del loro cibo.

Check Also

Siglato un accordo tra Huawei e Tom Tom per bypassare il ban dell’amministrazione Trump

Secondo quanto riporta il sito del quotidiano olandese De Telegraaf il gigante della tecnologia Huawei …