giovedì , 20 Giugno 2019

Eventi Napoli e Campania: Agenda del Weekend 18 – 20 gennaio

L'immagine può contenere: una o più persone e testo

Sansevero Esoterica – visita guidata

Venerdì 18 Gennaio, ore 17:00
Martin Rua vi accompagna alla scoperta del lato più nascosto e suggestivo della Cappella Sansevero. Nata sul finire del ‘500, la “Pietatella” viene ridisegnata nel ‘700 dal suo più famoso proprietario, Raimondo de Sangro. Anche se ispirate alla famosa iconologia di Cesare Ripa (1593), le sculture che il Principe commissiona ad alcuni dei più talentuosi scultori della sua epoca sono però anche intrise di simboli massonici e alchemici.
Un vero e proprio codice del quale Martin Rua vi fornirà alcune chiavi di lettura.
POSTI LIMITATI
PRENOTAZIONE NECESSARIA INVIANDO UN MESSAGGIO ALL’INDIRIZZO: info@martinrua.com
LUOGO: appuntamento ore 17:00 presso la biglietteria del Museo Cappella Sansevero, Via Francesco De Sanctis, 19/21. La visita avrà una durata di circa un’ora.
COSTO: contributo organizzativo €15,00 a persona (nella quota è compreso il biglietto di ingresso e radio whisper per un migliore ascolto). I biglietti per accedere al museo saranno acquistati al momento.
NOTE: la visita non prevede posti a sedere.

L'immagine può contenere: testo

Tammurriata a Napule

Venerdì 18 gennaio ore 21.00

Tammurriata a Napule è un’esperienza in cui il visitatore viene catapultato in un contesto autenticamente “napoletano”, con i suoi suoni, la sua lingua, i suoi modi di fare, la sua ospitalità, i suoi sapori. Voci, musica e tammorre ci aiutano a trasmettere i valori culturali, artistici e sociali alla base del patrimonio musicale napoletano e campano. Non usiamo i microfoni né artefizi per aiutare voce e strumenti, gli unici due ingredienti della nostra ricetta sono l’anima e la grande passione che ci lega alla cultura della nostra terra.
Si esibiranno:
Alessandro Colmaier – voce e tammorra
Mimmo Matania – fisarmonica
Pasquale Cirillo – pianoforte
Repertorio: musica popolare e classici napoletani
Luogo: locali di Napulitanata, Piazza Museo 10 (porticato Galleria Principe)
Garage convenzionato: Garage Cavour, Piazza Cavour, 34
PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA
Info: 348 998 3871 / info@napulitanata.com / www.napulitanata.com

La Notte dei Falò – Nusco (Avellino)

Da venerdì 18 a domenica 20 gennaio

L'immagine può contenere: testo

La città, come da tradizione, ospiterà un rito importante fatto di storia e modernità. Si tratta di una delle feste più antiche dell’Irpinia il cui programma è caratterizzato da spettacoli folkloristici, gastronomia tipica e musica popolare. Nelle ultime edizioni la manifestazione ha registrato un’alta percentuale di affluenza turistica, infatti sono state circa quindicimila le persone che hanno condiviso la gioia di questo evento che oramai da quattro secoli, con l’accensione dei fuochi, unisce credenze sacre ed aspetti profani di origini medievali.

Esattamente il 17 gennaio, in tutto il Regno di Napoli, veniva distribuito alla popolazione il ‘Pane di Sant’Antonio’, un pane ‘magico’, protettivo e soprattutto benedetto per la cura di tutti i mali e in particolare dell’infezione dell’Herpes Zoster o comunemente chiamato, Fuoco di Sant’Antonio preparato con il grasso di maiale.

 Perché implorare proprio Sant’Antonio? Perché il santo sapeva curare le infezioni con il grasso di maiale e per questo è considerato anche il padrone del fuoco e spesso gli viene accostata la figura del maiale che simbolicamente rappresenta il maligno e le seduzioni che i piaceri della carne provocano. Perché a Nusco? La storia narra che nel 1656, con l’avvento della peste, solo a Nusco provocò 1200 vittime e proprio in quella occasione per la prima volta furono accesi i falò come mezzo di purificazione corporale e spirituale. Come unica prassi di salvezza. Fuoco, suoni e sapori oggi sono una tradizione che, alla luce di quanto si verificò con la peste, rappresentano la voglia di vivere dei cittadini quasi come a voler dimenticare quel passato fatto di paure e ansie con l’aiuto della figura di Sant’Antonio in compagnia del suo porcellino che rappresenta il simbolo della salute, del benessere e dell’abbondanza. Il santo oggi viene ricordato come il protettore degli animali domestici, per questo la chiesa, il 17 gennaio, benedice tutti gli animali che secondo una leggenda veneta, acquistano la capacità di parlare solo durante la notte del 17 e le persone devono tenersi lontane perché considerato di cattivo auspicio sentirli conversare tra loro.

Un’occasione di ritrovo  molto nota tra musica e tamorra, in cui si potranno, inoltre, degustare le numerose specialità locali.

Nessuna descrizione della foto disponibile.

Festa di Sant’Antuono (Sant’Antonio Abate) 2019

Fino a domenica 20 gennaio

Torna anche quest’anno la Festa di Sant’Antuono a Macerata Campania “Paese della Pastellessa”, uno degli eventi più importanti nel panorama delle feste popolari/religiose della Regione Campania. Le “battuglie di pastellessa” animeranno il paese a suon di botti, tini e falci con la partecipazione dei circa 1200 bottari di Macerata Campania, che sfileranno sui 18 “Carri di Sant’Antuono” per le strade del paese.
La manifestazione è organizzata da Comune di Macerata Campania, Parrocchia San Martino Vescovo e Associazione Sant’Antuono & le Battuglie di Pastellessa, con il cofinanziamento di Regione Campania – Agenzia Regionale “CAMPANIA TURISMO” nell’ambito del “Programma regionale di eventi per la promozione turistica e la valorizzazione culturale dei territori – Periodo giugno 2018-giugno 2019”, con il patrocinio di Provincia di Caserta, Ente Provinciale per il Turismo di Caserta e Comitato ICHNet.
Per info e contatti visita: https://www.santantuono.it

L'immagine può contenere: spazio al chiuso

Arte e scienza: Caponapoli e la Farmacia degli Incurabili

Sabato 19 gennaio ore 10.00

Dopo un periodo di lunga assenza Curiosity tour torna ad esplorare l’antica area di Caponapoli, densa di storia, arte e misteri. Vi condurremo alla scoperta dell’antica cittadella monastica che fu la collina di Caponapoli. Torneremo indietro nel tempo raccontandovi degli antichi complessi religiosi di S.Maria di Costantinopoli e di S.Aniello a Caponapoli (visita esterna) che insiste ancora oggi sulle antiche mura cittadine. Ci soffermeremo a ricostruire la passata bellezza dei complessi di Santa Maria delle grazie e di S. Gaudioso, e passando per lo splendido largo Regina Coeli (esterno) , raggiungeremo la Farmacia degli Incurabili.
La visita dal Cortile Monumentale della farmacia, inizierà con la farmacia stessa e continuerà con i due antichi chiostri dell’orto medicale e di S. Maria delle Grazie e gli ambienti attigui del museo delle arti sanitarie, custodi di ” ricette” curative e di inestimabili opere d’arte.

Durata tour: 3 ore circa
Appuntamento all’interno del cortile degli incurabili ore 9.30
Ingresso Farmacia Incurabili ore 10.00 .
Costo: 15€ (contributo a persona per l’associazione: Biglietto di ingresso al sito e visita guidata da parte di una guida regione Campania e dei volontari dell’Associazione il faro d’Ippocrate)
bambini fino a 10 anni : 5€ ( ingresso al sito gratis, visita guidata all’interno del complesso degli Incurabili gratuita)
Prenotazione obbligatoria tel – sms – whastapp: 3292885442 – 3711300813
email: curiositytour@gmail.com
E’ POSSIBILE TELEFONARE DAL LUNEDì AL SABATO DALLE 10.00 ALLE 19.00 In altre fasce orarie inviateci un sms e sarete ricontattati.
**l’evento si terrà se si formerà un gruppo di almeno 25 persone**
** la visita guidata all’interno della Farmacia degli Incurabili sarà a cura di personale interno; la visita negli spazi esterno sarà a cura di una guida di Curiosity Tour
** evento in collaborazione con l’associazione Il Faro di Ippocrate

Prossimo tour domenica 17 febbraio ore 10.00

L'immagine può contenere: albero, spazio all'aperto e testo

Aperitivo con delitto al Museo del Sottosuolo

Sabato 19 gennaio

Questo sabato non perdere il coinvolgente aperitivo con delitto ideato dalla Chiave di Artemysia al Museo del Sottosuolo e trasformati un vero e proprio investigatore invischiato in un misterioso giallo proveniente da un’altra epoca.
Nella compagnia di Teatro “Il gatto nero”, nuova vita dell’antica compagnia francese dello Chat Noir, è avvenuta una inspiegabile tragedia. Tutti sono sospettati, ma durante e nonostante le indagini, lo spettacolo deve continuare. Tra il suono e i balli della Tammorra, e le prove di monologhi Shakespeariani si apre la caccia al colpevole.
Gli spettatori si troveranno catapultati negli scabrosi retroscena della Compagnia teatrale e giocheranno in prima persona per scoprire chi è l’assassino e cosa lo ha spinto a compiere il terribile omicidio.
Dopo l’accoglienza ed il primo assaggio di aperitivo avrà inizio lo spettacolo.
Quattro attori professionisti vestiranno i volti del mistero e daranno vita ai personaggi che guideranno il pubblico verso la soluzione, interagendo con i partecipanti e fornendo delle precise informazioni, senza però svelare tutti gli indizi.
Prima del dolce un animatore coordinerà le ultime domande che verranno eseguite in modalità interrogatorio. Gli attori sotto processo saranno al centro della sala per rispondere e guidare il gioco.
Non c’è un commissario, il commissario sarà il pubblico.
In collaborazione con la Chiave di Artemisia
Aperitivo servito durante la serata:
Girella su stecco con crema di Robiola e prosciutto pralinata in arachidi
Polpettine di carne marinate a limone
Cornetto rustico con mortadella e pistacchi
Mix di tarallini pugliesi.
Rosellina di datteri e pancetta.
Luogo: Piazza Cavour, 140.
Unico Turno: ore 20:00 (Appuntamento presso la biglietteria del Museo 20 minuti prima)
Durata: 1 ora e 30
Costo: 25€
Informazioni e prenotazioni
Telefono: 334 11 19 8 19 Claudia (dalle 10.30 alle 13-30 e dalle 15.30 alle 21.30)
E-mail: prenotazioni@viverenapoli.com
Informazioni aggiuntive
Garage a pagamento: Garage Cavour – Piazza Cavour, 34 | De Santo Raffaele – Via San Giuseppe dei Ruffi, 5
Parcheggio in strada: Piazza Cavour, Via Foria.

Nessuna descrizione della foto disponibile.

O’ Fucarone ‘e Sant’Antuono – V Edizione

Sabato 19 gennaio

La Pro Loco San Vitaliano, con il Patrocinio del Comune di San Vitaliano, in collaborazione con la Parrocchia Maria SS. della Libera e con tutte le Associazioni del territorio, nell’ambito delle tradizioni folkloristiche e delle attività culturali e ricreative della nostra terra, rinnova la memoria del passato con i falò in onore di Sant’Antonio Abate e organizza la sera del prossimo sabato 19 gennaio 2019, a partire dalle ore 18.30, in Piazza Leonardo da Vinci,

La manifestazione, come da antica memoria e tradizione, avrà inizio con la Benedizione dei nostri Amici Animali, di tutte le specie e di tutte le razze.

E poi Tanto Calore e Tanto Divertimento intorno all’ardere delle fascine accatastate:

~ lo Strett Food e fiumi di vino rosso;

~ la Musica Live;

~ le Tammorre: musiche, canti e balli del nostro folklore popolare.

La Pro Loco San Vitaliano informa altresì che sono aperte le iscrizioni per l’Anno Associativo 2019.

Appuntamento per tutti in Piazza, VI ASPETTIAMO!!!

L'immagine può contenere: spazio al chiuso

Neapolitan Jazz a Palazzo Venezia: Aperitivo, Concerto e Visita

Sabato 19 gennaio ore 21:30

I Quartieri Jazz di Mario Romano tornano nelle suggestive atmosfere di Palazzo Venezia con i loro album “E Strade ca portano a Mare” e “Le 4 giornate di Napoli“.
PALAZZO VENEZIA – “Arte nell’Arte” è il tema ormai ricorrente dei concerti della Band Napoletana in giro per la città, un connubio che riscuote sempre più consenso da critica e pubblico. La scelta della location stavolta ricade sulla Casina Pompeiana di Palazzo Venezia. Si tratta di un edificio storico situato a Spaccanapoli, che ha vissuto molte vicissitudini nel corso della sua vita, ed è la testimonianza di un insieme di relazioni politiche ed economiche che mettevano in risalto l’allora repubblica di Venezia con la città Napoli.
L’edificio, oggi visitabile come appartamento storico, offre anche mostre di arti minori (presepi, porcellane, pitture ecc.). Citato spesso dal filosofo Benedetto Croce, in quanto confinante con Palazzo Filomarino (dove abitava), che lo chiamava il “Napoletano Palazzo di Venezia”, l’edificio nasconde uno splendido giardino pensile. Gli stessi giardini ospitano anche una piccola cappella denominata “Grotta della Madonnina”. La Casina Pompeiana fu aggiunta in epoca neoclassica.
LA BAND – Ad accompagnare la chitarra di Mario Romano (Quartieri Spagnoli), Luigi Esposito (Forcella) al pianoforte, Ciro Imperato (Santa Maria Capua Vetere) al basso ed Emiliano Barrella (Castelvolturno) alla batteria, talenti anch’essi provenienti dai quartieri popolari della città e provincia, e che nel loro sound frizzante e sanguigno riproducono colori e umori di una magica realtà.
Oltre ai nuovi brani la band eseguirà anche degli evergreen del loro repertorio.
FORMULA DELLA SERATA
La serata prevede uno stuzzicante aperitivo di benvenuto, a seguire il concerto ed infine una visita guidata a Palazzo Venezia, un tempo centro nevralgico per la città , in seguito vittima di un lungo e silenzioso degrado. La struttura oggi è stata riportata a nuova vita grazie all’impegno di Gennaro Buccino…
VIDEO UFFICIALE: https://www.youtube.com/watch?v=GY-XvVoOqvE (Galleria Borbonica)
Luogo: Palazzo Venezia in Via Benedetto Croce, 19 Napoli
Prezzo biglietto: aperitivo, concerto e visita guidata 20 euro
Contatti e informazioni: info e prenotazioni 340.489.38.36 mail: quartierijazz@live.it
Sito ufficiale: http://www.quartierijazz.com

L'immagine può contenere: notte, ponte e spazio all'aperto

Il sottosuolo di Napoli. Tour serale alla Pietrasanta

Sabato 19 gennaio ore 19.00
Visita guidata al Complesso Museale della Pietrasanta: la Cappella Pontano, la chiesetta del Salvatore e gli scavi sotterranei.
Un percorso inedito nato dalla collaborazione tra Curiosity tour ed il Polo culturale Pietrasanta, che vedrà i visitatori scendere all’interno del ventre della città, alla scoperta della sua storia passata e recente: dalla fondazione di Neapolis alla seconda guerra mondiale, tra antichi resti di epoca romana, reperti provenienti dal museo archeologico nazionale e da più recenti aree di scavo.
Un tour emozionate, per ricostruire insieme la storia della città romana, ripercorrere le vie dell’acqua, dei pozzari napoletani e dei rifugiati di guerra durante il secondo conflitto mondiale.
Saranno aperte in esclusiva per noi anche la Cappella Pontano, tempio rinascimentale voluto dall’umanista come monumento funebre per la sua consorte, e la piccolissima cappella del Salvatore.
* Il percorso non è claustrofobico
Appuntamento alle ore 18.30 nella Piazzetta Pietrasanta.

Inizio tour esterno ore 19.00/ingresso sotterranei ore 19.30
Contributo a persona (include guida e ingresso in apertura straordinaria)
intero – 16 € a persona (nuovi associati, ovvero chi partecipa per la prima volta ad un nostro tour e non è in possesso di tessera. La tessera soci Curiosity Tour ha validità di un anno)
ridotto – soci Curiosity con tessera 2019 – 15 € a persona
junior (under 18) – 5€ (fino a 7 anni gratis)
Prenotazione obbligatoria 3292885442 – 3711300813

Leo Gullotta ospite de Il Salotto a Teatro – Caserta

Sabato 19 gennaioL'immagine può contenere: 1 persona, testo

Questo sabato alle ore 18, presso il Teatro Comunale di Caserta, ha luogo il primo appuntamento del 2019 del ciclo “Il Salotto a Teatro”, incontri tra i protagonisti della scena e il pubblico.
Ospite de “Il Salotto a Teatro”, curato dalla giornalista Maria Beatrice Crisci, sarà un altro eccezionale attore italiano, Leo Gullotta. Sarà lui, infatti, il protagonista sabato 19 alle ore 20,45 e domenica alle ore 18 della messa in scena di “Pensaci, Giacomino” di Luigi Pirandello per la regia di Fabio Grossi. L’iniziativa è organizzata dal Teatro Pubblico Campano.
Chi parteciperà all’evento potrà documentare e diffondere sui social media i post, le fotografie e i selfie usando l’hashtag #salottoateatro e l’evento potrà essere seguito anche sul web.
L’incontro è aperto al pubblico con ingresso libero, come tutti gli altri eventi del ciclo. E di veri e propri eventi si tratta, visto che, di volta in volta, si potrà interloquire con gli attori, a volte anche con altre figure coinvolte nella realizzazione delle proposte sceniche, fare domande e scoprire le possibili chiavi di lettura di ogni singolo spettacolo della stagione.
“Il Salotto a Teatro”, incontri tra i protagonisti della scena e il pubblico, nasce con lo scopo di contribuire a superare la barriera tra palcoscenico e platea, mettendo in diretto rapporto registi, attori, autori con gli spettatori e con tutti quanti amino il mondo teatrale. Conoscendo la trama dello spettacolo, la sua genesi culturale, le caratteristiche della regia, l’interiore approccio interpretativo degli attori, il pubblico potrà ancora meglio apprezzare la rappresentazione e scorgere cosa ci sia sotto la maschera di scena. Si tratta sicuramente di una bella opportunità artistica e culturale che permette al pubblico di conoscere da vicino gli artisti in scena al Teatro comunale Costantino Parravano.

L'immagine può contenere: 1 persona, con sorriso, in piedi

Spettacolo itinerante notturno al Museo di Pietrarsa

Domenica 20 gennaio ore 18.30

UN’ OCCASIONE UNICA: SPETTACOLO ITINERANTE, IN APERTURA STRAORDINARIA, FRA I PADIGLIONI DEL MUSEO DI PIETRARSA.
RIVIVRETE CON GLI ATTORI, I MOMENTI PIU’ BELLI DELLA STORIA DI PIETRARSA: DALLA NAPOLI-PORTICI, ALLA LITTORINA FASCISTA, DA RE FERDINANDO AL DRAMMATICO ECCIDIO DI PIETRARSA.
UNO SPETTACOLO ITINERANTE TRA STORIA ED EMOZIONI.
KARMA, in collaborazione con il Museo nazionale ferroviario di Pietrarsa e la fondazione FS, è lieta di presentarvi “NOTTURNO A PIETRARSA”: spettacolo itinerante fra i padiglioni del Museo
Visiterete i padiglioni accompagnati da una dama che farà da trait d’union fra tutto quello che accadrà lungo il percorso.

Sarete condotti in un viaggio fra la storia e i ricordi.
Conoscerete Re Ferdinando II che vi parlerà del meraviglioso progetto della prima ferrovia; rivivrete gli attimi concitati di uno degli episodi più cruenti della storia: L’eccidio di Pietrarsa, con un corto teatrale fra le locomotive storiche.
Passeggerete fra attori e figuranti che animeranno il vostro cammino.
E ancora…Scoprirete una storia di amicizia fra un mendicante e un carabiniere fra i vagoni della littorina fascista; conoscerete i primi treni divisi per classe, e tanto altro fra storie, aneddoti, teatro, interazione.
Contributo di partecipazione Euro 15,00 (compreso biglietto d’ingresso al museo)
ridotto 6-10 anni: Euro 10,00
gratuito 1-5 anni
Parcheggio convenzionato a 30 mt dal museo (3,5 euro ad auto)
PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA – Metodi di prenotazione:
1) Inviare un sms o whatsapp al 3427329719
2) Inviare una mail a spettacoli@karmacultura.it
3) Compilare il form presente sul sito www.karmacultura.it – Prenota il tuo evento

L'immagine può contenere: 1 persona, con sorriso, testo

LINA SASTRI IN CONCERTO – Benevento

Domenica 20 gennaio

LINA SASTRI propone un concerto raffinato e seducente tessendo una trama fitta tra musica e teatro dove protagonista assoluta è la canzone napoletana. La melodia partenopea, dopo aver vissuto la stagione degli esperimenti e delle contaminazioni, oggi ha la necessità di tornare alle origini. Parola di Lina Sastri.
L’artista torna al genere classico seguendo la via della sottrazione, niente orpelli musicali di troppo, ne strizzature d’occhio a facili mode, ma semplicità, rigore ed eleganza, che con leggerezza trasportano lo spettatore nel mondo appassionato delle canzoni. I versi dei poeti della canzone napoletana (Salvatore Di Giacomo, Raffaele Viviani, Ferdinando Russo, Libero Bovio) o quelli di grandi autori contemporanei come Pino Daniele cantati da un’artista dotata di una sensuale fisicità, di una voce calda e roca. Lina Sastri, carismatica e inconfondibile, interpreta gli intramontabili classici della canzone napoletana, in maniera “nuda e cruda”, senza fronzoli o interpretazioni esotiche, facendo risaltare ancora di più la poesia che ha reso grande e immortale il repertorio musicale partenopeo.
Domenica 20 Gennaio 2019 – Ore 19,00

Costo biglietto: 25 €
Luogo: Cinema Teatro SAN MARCO – Benevento

L'immagine può contenere: 1 persona

Antico Rito del Majo – Avellino

Domenica 20 gennaio

E’ un antichissimo rito che si svolge ad Avella (AV) in occasione della festa di San Sebastiano.
Il primo appuntamento è stato domenica 13 gennaio alle ore 6.00 del mattino, quando al termine della Santa Messa sono stati benedetti gli attrezzi che serviranno per tagliare il majo. Dopo, tutti alla volta della montagna per sacrificare gli alberi ed abbattere quello più grande.
La festa continua il 20 gennaio, in ricorrenza del giorno di San Sebastiano: i fedeli partecipano alla processione e, verso sera, nella piazza 1° Maggio, dove nei giorni precedenti i ragazzi hanno accumulato le fascine, si accende il falò in onore de Santo. Un’ occasione in cui si mangia, si beve e si balla fino a notte fonda.
Per info: https://www.facebook.com/ComitatoNewProMajoAvella2018/

Inoltre, si segnalano i seguenti eventi:

Primo appuntamento della 10° edizione di AstraDoc – Viaggio nel Cinema del Reale

Al Teatro Area Nord torna in scena Carlo Goldoni

“Cortili e portoni” un percorso nel centro storico a cura di Econote

Sabato 19 gennaio ore 20.00 al Tin (Teatro Instabile Napoli) “Lo magnifico cunto”

“Finestre su Napoli” in programma da gennaio a maggio 2019,

Nino D’Angelo e Gigi D’Alessio insieme per tre eventi unici nel loro genere 21, 22 e 23 giugno.

Fiera di Sant’Antonio Abate e Sagra della Porchetta fino al 20 gennaio

Napoli Esoterica: un viaggio di oltre tre millenni fino al 24 febbraio

GHOST TOUR: viaggio ai confini dell’oltretomba fino al 23 febbraio

Angeli e Demoni: tour nelle tre chiese più misteriose di Napoli fino al 23 febbraio

We Will Rock You dei Queen; The show must go on a Napoli il 5 marzo

Festival Barocco Napoletano: prosegue la terza edizione di concerti gratuiti al MANNfino al 6 maggio

“Napoli & Il Cafè Chantant” in scena sabato 19 gennaio 2019

Circo di Moira Orfei fino al 27 gennaio

Klimt Experience fino al 3 febbraio

Luci d’artista – Salerno

Brikmania Un mondo di mattoncini Lego® Napoli fino al 20 gennaio

Incontri di archeologia: riparte il ciclo di conferenze al MANN fino al 29 maggio

Napoli nel Cinema – 7 appuntamenti nell’Auditorium del Museo di Capodimonte fino al 28 marzo

“I De Filippo, il mestiere va in scena”al Castel dell’Ovo fino al 24 marzo 2019

“White Rabbit Red Rabbit diffuso” un nuovo progetto a Napoli fino al 18 aprile 2019

I binari del Re e le ferrovie borboniche: il sogno di Bayard – Reggia di Caserta fino al 19 gennaio

DEPOSITI DI CAPODIMONTE Storie ancora da scrivere 20 dicembre 2018-15 maggio 2019

Teatro Augusteo, Serena Autieri sarà in scena con lo spettacolo “#laSciantosa – La prima influencer” fino al 30 gennaio

Dal 21 dicembre al 19 gennaio al Tin (Teatro Instabile Napoli) vico Fico Purgatorio ad Arco, 38 “INCANTI NARRATI”

Natale 2018 con Klimt Experience fino al 24 gennaio

 

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Biografia Marilena Matteoni

Marilena Matteoni
Laureata, tra sogni e passioni, sono alla ricerca della mia strada. Innamorata della mia città, un vulcano di contraddizioni da “odi et amo”, mi tuffo alla sua scoperta!

Check Also

NAPOLI TEATRO FESTIVAL ITALIA – giovedì 20 giugno Prima assoluta a Napoli per Angels in America

Giovedì 20 giugno al Napoli Teatro Festival Italia, diretto per il terzo anno da Ruggero …