Eventi Napoli e Campania: Agenda della settimana dal 18 al 21 marzo

Torna anche questa settimana l’appuntamento con gli eventi più interessanti della Campania. 

🎥L’EROE 

lunedì 18 marzo

Napoli

L’ANTEPRIMA
Avvincente, labirintico, imprevedibile: arriva al cinema L’eroe, il nuovo film noir di Cristiano Anania. Con Salvatore Esposito. Le anteprime si terranno lunedì 18 marzo alle ore 19 e alle 21 presso il Teatro Cinema Delle Palme a Napoli. Saranno presenti tra le due proiezioni il regista e gli attori Salvatore Esposito, Cristina Donadio e Vincenzo Nemolato.

Qualche informazione in più

SINOSSI
Giorgio è un mediocre ma ambizioso giornalista trentenne. La sua vita cambia bruscamente quando il direttore del giornale decide di trasferirlo in una redazione di provincia. Proprio quando crede di aver trovato la sua nuova dimensione di vita, il direttore del giornale annuncia a Giorgio il suo licenziamento. Solo lo scioccante rapimento per mano di ignoti del nipote della più importante imprenditrice locale restituisce a Giorgio il suo lavoro di corrispondente. Cosa sarà disposto a fare in nome della verità? Il film uscirà nelle sale il 21 marzo 2019 distribuito da Mescalito Film.

 

🎭 Karenina & I a Teatro Mercadante 

lunedì 18 marzo

Napoli

Karenina & I ARRIVA IN ITALIA!

Una tournée di tre serate evento porterà il film in tre prestigiosi teatri italiani.
TEATRO, LETTERATURA E VITA si fondono nel film di Tommaso Mottola, interpretato da una leggenda del cinema norvegese, Gørild Mauseth e e con la voce narrante della star Internazionale Liam Neeson.

Dopo i premi e le tante nomination, tra i quali ai Nastri d’Argento, verrà presentato in tre serate uniche a Marzo, in occasione dell’uscita Italiana del film.

📚 Raffaele Cantone presenta “Corruzione e Anticorruzione”

lunedì 18 marzo

Napoli

Un libro al Mese IV ciclo – Primavera 2019

Corruzione e anticorruzione

Università degli Studi Suor Orsola Benincasa
Biblioteca Pagliara, Via Suor Orsola 10 – Napoli
Presentazione del libro di
Raffaele Cantone ed Enrico Carloni,
Corruzione e anticorruzione.
Dieci lezioni
Feltrinelli, Milano, 2018

Saluti
Lucio d’Alessandro
Rettore Università degli Studi Suor Orsola Benincasa

Presiede e introduce
Aldo Sandulli
Università degli Studi Suor Orsola Benincasa
Direttore di ReS Incorrupta

Intervengono
Giuliano Balbi
Università degli Studi della Campania Luigi Vanvitelli
Vincenzo Omaggio
Università degli Studi Suor Orsola Benincasa
Isaia Sales
Università degli Studi Suor Orsola Benincasa
Segretario scientifico di ReS Incorrupta

Saranno presenti gli autori

Luogo: Via Suor Orsola, 10, Biblioteca Pagliara, 80135 Napoli

Orario: 10.30

Info: https://www.facebook.com/events/2005330069775364/

 

📸 Mostra d’arte collettiva ” Forme d’amore ”

dal 18 al 24 marzo

Avellino

Mostra d’arte collettiva
FORME D’AMORE
a cura di Generoso Vella

Espongono
GAETANO ARCIUOLO
BEATRIZ CARDENAS
SERENA D’ONOFRIO
VINCENZO LIGUORI
PATRIZIA LUCIANO
GIANNI SPAGNUOLO
MICHELA STROLLO
GENEROSO VELLA

 

  • Luogo: Hosteria Giu’ da Thomas, Via Recinto Dogana 5, Centro storico – AVELLINO
  • Orario: 12:00 – 16:00 e 19:00 – 00:00
  • Info: Nel segno dell’Arte

 

🎬 Impetus: Giornate del Cinema Quebecchese a Benevento

lunedì 18 marzo

Benevento

Kinetta spazio Labus è partner della rassegna “Le giornate del cinema quebecchese”.
Il titolo dell’edizione 2019 è Impetus – in perenne movimento, il Québec al femminile: quattro registe donne, quattro storie al femminile che guardano il mondo. La rassegna prende il via il 14 marzo a Milano. A Benevento le proiezioni si terranno il 17-18-19 marzo.

“Questa edizione – ha spiegato il regista canadese Joe Balass, curatore della rassegna – ha uno sguardo al femminile. Sono le donne spesso registe esordienti, a ricostruire le paure, a immaginare gli amori, a intuire le follie. In questo cinema che arriva dal Québec, le voci come sempre sono sussurrate, in una rapsodia di emozioni e di contraddizioni. Alla ricerca della felicità, tra il tempo perduto e quello immaginato, racconti di emancipazione, di sessualità, di solidarietà”.

La rassegna è organizzata in collaborazione con il Conseil des arts et des lettres du Québec, la Société de développement des entreprises culturelles du Québec, la Delegazione del Québec a Roma, l’Ambasciata del Canada in Italia, il Conseil des Arts du Canada, l’Institut français Milano e l’Institut français Firenze. Insieme ai partners : Sudtitles presso l’Institut français Palermo, il Nuovo Eden di Brescia, in collaborazione con Fondazione Brescia Musei, Kinetta Spazio Labus a Benevento e infine a Siracusa, in collaborazione con l’Assessorato Politiche Culturali, Turismo e Spettacolo del Comune di Siracusa.

Il programma racconta il Québec al femminile con quattro registe donne, quattro storie al femminile che guardano il mondo con quattro lungometraggi e sei corti in anteprima sul tema della libertà sessuale e scientifica; sulle relazioni di una generazione, quella dei millennials, tra crisi esistenziali e rivoluzioni digitali e i nuovi rapporti madre e figlia. Un affresco contemporaneo, sperimentale e indipendente del Québec oggi che segue il filo rosso del titolo della rassegna “Impetus”.

Qualche informazione in più

PROGRAMMA presso Kinetta spazio Labus

Lunedì 18 marzo
ore 21.00
MACROCOSMIC di Craig Commanda 4 m / Colore / 2016
PILE OU FACE di Fernand-Philippe Morin-Vargas 16 m / Colore / 2018
IMPETUS di Jennifer Alleyn 94 m / Colore / 2018

Martedì 19 marzo
ore 21.00
LE CLITORIS di Lori Malépart-Traversy 3 m / Colore / 2016
FAUVE di Jérémy Comte 17 m / Colore / 2018
CLAIRE L’HIVER di Sophie Bédard Marcotte 65 m / Colore / 2017

 

🏰 Castel Nuovo: Skip the Line & Guided Tour

lunedì 18 marzo

Napoli

Un viaggio straordinario nel tempo alla scoperta della fortezza di Castelnuovo – Maschio Angioino. Scopri la storia del Castello più famoso di Napoli con una visita guidata di 50 minuti nei migliori punti del Maschio Angioino. La nostra guida ti riporterà alle origini del Castello e della città di Napoli partendo proprio dal seminterrato! Rimarrai stupito dalla storia che ha attraversato questa attrazione: dall’Impero Romano alla Seconda Guerra Mondiale, lascia che le mura raccontino la storia!

  • Luogo: Via Vittorio Emanuele III, 80133 Napoli NA
  • Orario: Lun-Sab 10-12.30 – Domenica 9.30-12.30
  • Info:  https://bit.ly/2XsOGzz

🖼 Pubblicando Pompei (11). C. Parslow, La lunga storia dei Praedia

lunedì 18 marzo

Napoli

Per il suo undicesimo appuntamento, il ciclo “Pubblicando Pompei”, coorganizzato dal Museo Archeologico Nazionale di Napoli e dal Programma Vesuviana dell’Alma Mater, si trasferisce a Napoli, nella sede del MANN.
Il primo degli incontri napoletani, tutti ospitati dal MANN (18 marzo, 15 aprile, 29 aprile, 20 maggio, 10 giugno), avrà come protagonista il prof. CHRISTOPHER PARSLOW (Wesleyan University).
Nel suo intervento (“Pubblicando i Praedia Iuliae Felicis in Pompei attraverso i secoli”), il prof. PARSLOW proporrà una sintesi della lunga vicenda di ricerche e studi sull’insula II 4 del sito di Pompei.
I lavori saranno introdotti e coordinati da Valeria Sampaolo, già Conservatore Capo del MANN e autrice di importanti studi sui Praedia..
L’incontro, aperto a tutti gli interessati, si terrà nella Sala Conferenze del Museo, con inizio alle ore 16.00.

🖼 Invisible Frame – Mostra de La Città Incantata Film Festival

lunedì 18 marzo

Nocera Inferiore

La Città Incantata Film Festival e la Caffettiera Blues presentano nella sezione “Sguardo” della VI edizione del festival la mostra “Piervincenzo Nocera – Invisible Frame”, che durerà dal 2 al 31 marzo 2019 e costituirà il primo appuntamento di tre esposizioni ospitate dalla caffetteria. Le mostre d’arte saranno sempre in qualche modo collegate alla settima arte, cioè il cinema. In questo caso, le opere in grafite del giovane autore catturano, come in fotogrammi a mano, l’espressività di corpi fermi o in movimento ed il racconto delle loro emozioni.

“INVISIBILE FRAME”: IL CONCEPT
Antonio Maiorino, Direttore Artistico de La Città Incantata Film Festival – VI edizione

Frame: “cornice”. Ma anche “fotogramma”. Come in un gioco in dissolvenza, nelle parole di Jacques Derrida, la cornice avrebbe la caratteristica «di scomparire, di eclissarsi, di cancellarsi, di dissolversi, proprio al momento in cui fa uso della maggiore energia». Con la calligrafia sicura in grafite, Piervincenzo Nocera sospende l’immagine dei corpi tra l’afflato vitale ed il sentimento taciuto, che affiora come per istinto, ma sembra volersi negare per l’ultimo residuo di reticenza. Le sue donne e i suoi uomini, anche nella nudità alla Degas, anche nell’intimità alla Bonnard, trattengono un parola silenziosa, come una confessione a metà. Se non ci fosse il kínēma, cioè il movimento, ad animare il loro racconto muto, questo bianco e nero sarebbe solo un limbo senza colore, e forse senza calore. Invece, anche nel fuori fuoco degli occhi in sfumatura, o dello sguardo che si occulta, basta un gesto: e l’arte diventa narrazione, di femminilità ferita, o ferina, o semplicemente di tutto quanto si agiti nell’anima umano. Che giammai potrà essere framed: “intrappolato”.

🎭 Il nullafacente

da martedì 19 marzo al 24 marzo

Napoli

IlNullafacente di Michele Santeramo con Vittorio Continelli, Silvia Pasello, Francesco Puleo, Michele Santeramo, Tazio Torrini. Musiche Ares Tavolazzi, luci Valeria Foti, Stefano Franzoni, regia Roberto Bacci. Produzione Fondazione Teatro della Toscana.

📚 Incontro con la scrittrice Heddi Goodrich

martedì 19 marzo

Salerno

“Una doppia storia ‘amore per una città Napoli, e per un giovane uomo, Pietro. Una storia di possibilità e bellezza.”
Martedì 19 marzo alle ore 18:30 nella Chiesa Santa Maria De Lama, in via Gradoni della Lama, Salerno, incontriamo la scrittrice di origine americana Heddi Goodrich autrice del libro “Perduti nei quartieri spagnoli” Giunti Editore
Conversa con l’autrice e con il pubblico, Francesco Durante, direttore artistico di Salerno Letteratura Festival
L’evento è stato organizzato con il Rotary Club Salerno a.f. 1949.
Ringraziamo per l’ospitalità il Touring Club Salerno.
Il punto libreria è organizzato dalla libreria La Feltrinelli Salerno- Eventi

 

🎨 I ritratti di Tiziano: tecnica e restauro

martedì 19 marzo

Napoli

Quale tecnica utilizzava Tiziano per eseguire i suoi celebri ritratti? Come sono conservate oggi le sue tele? A questa e ad altre domande cercherà di dare risposte la giornata di studi I ritratti di Tiziano: tecnica e restauro organizzata martedì 19 marzo dalle ore 11.30 alle 14.00 al Museo e Real Bosco di Capodimonte nella sala 2, quella appunta dedicata a Tiziano con i dipinti fondamentali della celebre collezione Farnese. Si parlerà della tecnica e della storia conservativa dei ritratti di Tiziano, per presentare anche i primi risultati di una campagna diagnostica, tuttora in corso, preliminare al restauro del dipinto Ritratto di Per Luigi Farnese, grazie al progetto “Rivelazioni – Finance for Fine Arts” di Borsa Italiana e al sostegno delle imprese ELITE campane: Tecno srl, Graded e Pasell attraverso la piattaforma Art Bonus.

Dopo i saluti istituzionali del direttore Sylvain Bellenger e quelli di Giovanni Lombardi, presidente dell’Advisory Board del Museo e Real Bosco di Capodimonte, interverranno Paul Joannides dell’Università di Cambridge per una presentazione sui ritratti farnesiani di Tiziano, Angela Cerasuolo capo dipartimento di Restauro del Museo di Capodimone che ripercorrerà le principali vicende conservative dei dipinti, Marco Cardinali e Beatrice de Ruggieri di “EMMEBI Diagnostica artistica” che illustreranno le caratterizzazione dello stato di conservazione dei dipinti e faranno conoscere i materiali e i procedimenti esecutivi di Tiziano. Interventi conclusivi di Philippe Walter e Helen Glanville del LAMS–CNRS dell’Università Sorbona di Parigi sulle indagini iperspettrali e Ma-Xrf: nuove frontiere della diagnostica.

I

🎭 I Kiwi di Napoli al Ridotto Mercadante

dal 20 al 24 marzo

Napoli

Nuovo teatro Sanità e Goethe Institut

presentano

I KIWI DI NAPOLI

di Philipp Löhle

adattamento e regia Carlo Geltrude

traduzione Maria Carmen Morese e Anita Schnierle

con Vincenzo Antonucci (Enzucc’ Vesuvio), Luigi Bignone (Matthias Tedesco), Anna De Stefano (Raffaella Rossa), Carlo Geltrude (Don Carlo), Salvatore Nicolella (Sasà Malaterra) Gaetano Migliaccio (Uomo), Federica Totaro (Irene), Beatrice Vento (Donna)
disegno luci Carmine De Mizio
costumi Alessandra Gaudioso
scene Professione Teatro
aiuto regia Mario Ascione

Programmazione:
19/03/2019 ore 21.00
20/03/2018 ore 17.00
21/03/2019 ore 21.00
22/03/2019 ore 17.00
23/03/2019 ore 17.00
24/03/2019 ore 21.00
ATTENZIONE: lo spettacolo è quasi SOLD OUT, ancora pochi posti disponibili per la data di giovedì 21 marzo.

Dopo l’anteprima al Teatro Kohlenpott di Herne, la prima italiana al Nuovo Teatro Sanità e il debutto francese a la Friche la Belle de Mai di Mrsiglia, martedì 19 marzo ore 21, lo spettacolo “I Kiwi di Napoli” del drammaturgo tedesco Philipp Löhle, arriva al ridotto del Teatro Mercadante (in replica fino a domenica 24 marzo ore 21). Il lavoro teatrale nasce nell’ambito di Cities on the Edge, progetto realizzato dal Goethe-Institut di Napoli e Marsiglia, che coinvolge dieci realtà artistiche che svolgono attività in aree definite marginali o di disagio.

A gennaio 2017, il drammaturgo tedesco Philipp Löhle ha condotto una residenza teatrale presso il Nuovo Teatro Sanità, nel corso della quale ha raccolto una serie di interviste fatte ai giovani attori della compagnia, e con loro ha visitato Napoli, facendo confluire il materiale nella stesura del testo. “I kiwi di Napoli” racconta il capoluogo partenopeo — in particolare le paure delle nuove generazioni viste con gli occhi dell’autore tedesco —, cercando di attraversare il velo sottile dei luoghi comuni che esiste tra la cultura italiana e quella tedesca. La vicenda si dipana attraverso le storie di un gruppo di giovani che, se all’inizio appaiono indipendenti l’una dall’altra, trovano nel finale un filo rosso che le unisce.

 

🎼 Verve Session – Jam

mercoledì 20 marzo

San Marzano sul Sarno

Fino al 30 maggio, ogni mercoledì il Verve propone la la VERVE SESSION JAM. La Jam verrà gestita con un’iscrizione per singolo strumento (chitarra, basso, batteria, voce, piano) e con un sorteggio per formare piccoli dialoghi tra musicisti (max 6 min). Iscrizioni aperte fino alle 22.30.

Guido Ferra: Conduction
Ben Romano: Guitar
Flippettone Fluzzotti: Drums
Giuseppe Desiderio: Bass
Alfonso Marra: Piano

Il locale metterà a disposizione il seguente setup:

BATTERIA (cassa, hi-hat, ride), obbligatorio per i batteristi dotarsi di bacchette

AMPLI BASSO + ME-50B

SR B10 – http://bit.ly/2Bhctb8
ME-50B – http://bit.ly/2UDieZK

AMPLI CHITARRA (X 2) + ME-70

Valvolari Clemente – http://bit.ly/2Ef0sWV
ME-70 – http://bit.ly/2LeCaOf
Kustom – http://bit.ly/2UGydq7

PIANO ELETTRICO
MICROFONO voce
IMPIANTO cassa + mixer

 

🖼 CULTURA MANNARA 

Il racconto di Napoli tra passato e futuro

mercoledì 20 marzo

Napoli
Si svolgerà al Museo Archeologico Nazionale, dal 20 al 25 marzo, la manifestazione “Cultura Mannara”, organizzata dall’Associazione “Pro Loco Capodimonte e III Municipalità” per creare uno spazio di confronto sulle modalità di gestione del patrimonio storico-artistico.
Focus sulle peculiarità del territorio, valorizzate con gli strumenti dell’ICT: se, da mercoledì a domenica prossima, nella “Stazione Neapolis” del Museo sarà allestita una sezione espositiva sulle eccellenze campane fra artigianato e crossmedia&merchandising for cultural heritage, una parentesi di approfondimento scientifico sarà rappresentata dall’incontro “Tecnologia a servizio delle arti”, in programma venerdì 22 marzo, a partire dalle ore 10, nella sala conferenze dell’Archeologico.
Dopo i saluti introduttivi di Paolo Giulierini (Direttore del MANN) e Ludovico Solima (Università della Campania Luigi Vanvitelli), saranno tante le best practices messe a confronto dai relatori, con particolare riferimento alle istituzioni storiche del territorio (l’ateneo federiciano, l’Accademia di Belle Arti di Napoli, Conservatorio San Pietro a Majella).
Sarà la prof.ssa Maria Teresa Barretta (semiologa e docente di pedagogia musicale), inoltre, a proporre, sabato 23 marzo (ore 11), alcune incursioni melodiche durante la dimostrazione dal vivo dei maestri artigiani in mostra, mentre domenica 24 (ore 10.30), il workshop “Incisione di cammeo su conchiglia”, organizzato in collaborazione con il Piccolo Museo del Cammeo, mostrerà quanto le moderne conoscenze possono aiutare lo sviluppo di antiche arti.
La manifestazione “Cultura Mannara” ha ottenuto il patrocinio morale della Regione Campania e del Comune di Napoli.

🖼 Incontri di Archeologia 2018-2019 Edizione XXIV

Ogni giovedì Incontri di Archeologia al Mann. Questa volta tocca alla Conferenza Fichi, noci, castagne e altre storie di Gaetano Di Pasquale
Rassegna di Archeobotanica. La ricerca diventa marketing territoriale. In collaborazione con il Dipartimento di Agraria dell’Università Federico II di Napoli.

 

🍻 CENA CON DELITTO

giovedì 21 marzo

Pompei

RITORNA LA CENA TANTO ATTESA 

NUOVI ENIGMI
NUOVA STORIA
NUOVI CONCORRENTI

CHI SARÀ IL 5° SUPER FINALISTA ?

Un omicidio, dei sospettati e un solo colpevole, siete pronti a smascherare l’assassino?
Per una sera Pub27 vi permetterà di vestire i panni dei detective che, attraverso una serie di enigmi, potranno raccogliere i giusti indizi per smascherare il vile omicida.

Durante il gioco i partecipanti potranno gustare il menù dell’assassino, creato appositamente per loro: Antipasto + panino speciale (creato per l’evento) + birra/bibita

I primi che risolveranno il caso vinceranno una cassa della birra “The Ruins”.

Cosa state aspettando?!? Prenotatevi! Solo 30 posti disponibili!

🎭 L’Inferno di Dante nel Museo del Sottosuolo

giovedì 21 marzo

Napoli

E quindi “uscimmo a riveder le stelle”

Ogni giovedì al museo del sottosuolo l’associazione tappeto volante interpreta l’inferno di Dante. Dopo aver incantato oltre 700.000 spettatori nelle edizioni realizzate nelle Grotte di Pertosa e di Castelcivita, L’Inferno di Dante continua il suo emozionante viaggio con un nuovo fantastico allestimento, realizzato in esclusiva per e nel Museo del Sottosuolo di Napoli.
Basato sulla Prima Cantica dell’Opera di Dante Alighieri, racconta il viaggio del Sommo Poeta tra i dieci cerchi dell’Inferno alla ricerca dell’Amore. Un susseguirsi di incontri con i personaggi straordinari del regno delle anime dannate in una cornice che non potrete dimenticare.
L’obiettivo è far vivere il luogo che ospita lo spettacolo e aumentare ancora il coinvolgimento dello spettatore. “L’inferno di Dante” nel Museo del Sottosuolo si realizza in tre momenti, ognuno dei quali vedrà protagonista una sala differente del Museo che si sviluppa per circa 3000 mq a 25 metri sotto piazza Cavour, nel cuore della Città, a pochi metri dal Museo Archeologico Nazionale.
Nella prima Sala chiamata “Sala Bianca”, dedicata alla prematuramente scomparsa primogenita di Clemente Esposito, padre della speleologia urbana a Napoli e proprietario dei locali in superficie il pubblico incontra Il Sommo Poeta, che in compagnia di Virgilio, che lo libera dalla Lupa dalla Lonza e dal Leone, inizia il suo viaggio, superando l’ira di Caron Dimonio dagli occhi di bragia, ascolterà la voce suadente e innamorata di Beatrice nella sua invocazione, affiche l’autore dell’Eneide aiuti il suo “amico e non de la ventura” nella “diserta piaggia” sfiderà le grida di “Minosse” e si emozionerà alle parole di “Francesca da Polenta” che abbracciata al suo “Paolo” invocherà la “Caina per chi a vita la spense”. Nella seconda Sala, Sala intitolata a Michele Quaranta, detta “delle riggiole”, il Pubblico vedrà ed udrà come Cerbero prima e Pluto il Dio della ricchezza poi, tenteranno invano di avversare il cammino del Poeta e della Sua Guida, e nemmeno le Furie: Megera, Aletto e Tesifon, benché invochino la Medusa potranno bloccare il passaggio alla Città di Dite. Infine Farinata degli Uberti e Cavalcante Cavalcanti usciranno dalle Loro “archie infuocate” per conoscere il viandante Fiorentino, mentre l’albero di Pruno che imprigiona Pier delle Vigne, poeta alla corte di Federico II di Svevia e intimo consigliere dell’imperatore, pregherà il Sommo Poeta che “nel mondo riede, di confortar la memoria mia, che giace ancor del colpo che ’nvidia le diede”.
Nella terza ultima sala dedicata a Lucio Bartoli, detta “della guerra” Dante, Virgilio e il Pubblico incontreranno gli ultimi tre personaggi provenienti da tempi e da
epoche precedenti: Ulisse, del celebre “fatti non foste a viver come Bruti ma per seguir virtute e conoscenza” il Conte Ugolino che piange la sua disperazione e Lucifero, il Male Assoluto, rappresentato in un modo da far riflettere chi lo incontra.

Qualche informazione in più
La colonna sonora originale, scritta per lo spettacolo, è di Enzo Gragnaniello esso si avvale delle coreografie di Monica Caruso, dei Costumi di Federica Amato e le maschere di Luca Arcamone delle luci e effetti speciali creati da Franco Polichetti di un eccezionale cast artistico tra cui Salvatore Mazza, Enzo Varone, Ciro Zangaro, Francesco Merlino, Simona Fasano, Rodolfo Medina ed altri per la Regia di Domenico M. Corrado

🍸 Oikos, cocktail e solidarietà

giovedì 21 marzo

Napoli

Giovedì 21 marzo a partire dalle ore 19.00, la movida del centro di Napoli si veste di solidarietà. Il Riff (via Giuseppe Martucci, 87), giovane locale diventato subito riferimento della night-life partenopea, apre le sue porte alla campagna #accompagniamoli, attiva sulla piattaforma di crowdfunding sociale Meridonare, che ha come obiettivo quello di donare un nuovo mezzo di trasporto ai ragazzi ospiti della casa famiglia Oikos, attiva nella periferia occidentale napoletana.

Per i suoi venti anni di attività, difatti, la struttura ha chiesto aiuto al gran cuore dei partenopei per poter sostituire il mezzo vetusto che attualmente i volontari utilizzano per accompagnare i piccoli ospiti – che vengono da storie di disagio, violenza e conflitti familiari – nelle normali attività: andare a scuola, a calcetto, dal dottore, in giro. Per dare loro, in estrema sintesi, una vita normale.

In tanti hanno risposto all’appello su https://www.meridonare.it/progetto/accompagniamoli. Ma c’è bisogno di un ultimo sforzo. Il Riff ha risposto con entusiasmo, e nella serata di giovedì per ogni cocktail consumato donerà un euro al progetto. Non solo, ma a disposizione degli avventori ci sarà il totem di Meridonare per la raccolta in loco.

“Siamo felicissimi – spiega la coordinatrice di Casafamiglia Oikos Michela Peluso – della risposta dei napoletani. Per 20 anni abbiamo lavorato senza far rumore per la collettività: scoprire che quando abbiamo chiesto una mano ce l’hanno allungata in tanti, tra cui il Riff, è una cosa che ci riempie il cuore. Sono cose del genere che ci spingono a continuare in questa direzione”.

Andrea Giannino, titolare del Riff, afferma: “Abbiamo deciso di sposare questa causa, perché ci teniamo che i piccoli ospiti della casa famiglia vivano una vita normale. Pensiamo che sia nel diritto dei bambini andare a scuola, svolgere attività ludiche o semplicemente fare una passeggiata. Proprio per questo motivo vogliamo dare una mano nella raccolta fondi e ci auguriamo con tutto il cuore che l’obiettivo venga raggiunto”.

  • Luogo: Riff, Via Giuseppe Martucci 87, 80121 Napoli
  • Orario: 19.00
  • Info: Riff

🎞 Proiezione Ladri di Biciclette di De Sica

giovedì 21 marzo

Salerno

Quella di Antonio e dei Ladri di Biciclette è la storia di un viaggio tra immagini purissimamente romane. Così, vediamo “la messa del povero”, una casa equivoca, una trattoria e, infine, la casa del ladruncolo che ha rubato la bicicletta ad Antonio, impedendogli di lavorare come attacchino municipale.

“L’aneddoto è debole specie alla partenza: una bicicletta di terza mano non è poi difficile da ottenere in Italia. Superato il piccolo impaccio iniziale, il racconto corre via geniale e felice. E’ un capolavoro fatto di nulla, tra il primo Clair e il secondo Chaplin, pieno di delicate osservazioni d’ambiente, di trovate d’atmosfera: un’elegia nata sotto il segno della grazia, e che sarà difficile ripetere […]”. (Piero Bianchi, “Filmcritica”, 6/7, giugno/luglio 1951)

 

Vi ricordiamo anche:

Please follow and like us:

Biografia Giovanna Attruia

Giovanna Attruia
Appassionata di cinema, cucina e serie TV. Creare e sperimentare sono alla base di tutto quello che faccio. Costruire mi rilassa, parafrasando Archimede, datemi un avvitatore e vi costruirò una cattedrale. Per questo mi rifugio dietro le quinte di un teatro appena posso. Contribuire a creare la magia di uno spettacolo é qualcosa di unico. Adoro cucinare. Dalla pizza al sushi, la cucina per me non ha segreti.

Check Also

Grande successo per il San Gennaro Day che, sfidando pioggia e Covid, ha premiato le eccellenze in nome del santo Patrono!

Nonostante il Covid e l’allerta meteo con annessa bufera che si è abbattuta su Napoli …