Senza Linea https://www.senzalinea.it/giornale Napoli e dintorni Fri, 05 Jun 2020 04:26:13 +0000 it-IT hourly 1 https://wordpress.org/?v=5.4.1 Passione Vintage dagli Hippie a Resina una moda che non tramonta mai https://www.senzalinea.it/giornale/passione-vintage/ Fri, 05 Jun 2020 04:24:54 +0000 https://www.senzalinea.it/giornale/?p=82189 Con il termine francese Vintage  si indicava in origine il vino d’annata , con il passare degli anni fu usato in riferimento ai capi di vestiario , accessori e oggettistica d’arredo appartenenti ad altre epoche .

Il vestito o l’accessorio Vintage è ben diverso però dai capi o  accessori usati , di seconda mano, perché ciò che lo contraddistingue non è l’essere già indossato o usato , ma aver acquisito negli anni  un certo valore , in quanto di altre epoche e irripetibile .Ormai entrato a far parte quotidianamente nel nostro lessico , il Vintage è una vera cultura trendy.  Analizziamo meglio  la storia di questa tendenza.

La sua nascita risale al xx secolo e bisogna dire che i giovani furono i veri responsabili delle prime manifestazioni del vintage, infatti una delle prime culture ad attingere ai mercatini dell’usato per procurarsi il proprio abbigliamento, fu quella degli esistenzialisti parigini negli anni 50, i quali non lavorando e non avendo soldi, commerciavano in libri e vestiti usati. Un’altra sottocultura di più grande rilevanza, perché internazionale, fu quella degli hippy. Infatti è negli anni ’60 che esplode il trend del Vintage, proprio grazie al loro modo di vivere. Il movimento Hippie era anticonsumista e lo dimostrava anche usando abiti usati o di seconda mano, fu un fenomeno che divenne velocemente globale e che portava in seno ribellione, creatività, colori , un maggiore riutilizzo e rivendita di capi e oggetti sul mercato di seconda mano, dando libertà alla propria creatività , fecero del  “fai da te” un arte, cercando nei mercati delle pulci e nei bazar d’oriente capi da poter trasformare, da poter mischiare con accessori etnici o capi di altre epoche creando un insieme coloratissimo e teatrale come manifestazione della loro estraneità  dal mondo e della loro libertà assoluta .

In questi anni non era il look proposto dell’alta moda ad essere seguito, copiato e imitato , ma uno stile proprio da mettere in evidenza , la moda non è più solamente quella imposta dalle storiche maison e dalle persone più ricche, le persone diventano protagonisti attivi e iniziarono a declinare autonomamente il proprio stile. Infatti è proprio in questo periodo che il concetto di stile proprio si delinea e prende forma , un processo che partendo dagli adolescenti si spanderà  nei decenni successivi alla massa e che prenderà identità ancora più forte negli anni ’80 e ’90 , decenni che evidenziano ancora di più una moda che inizia a cercare nel passato, a sperimentare per andare incontro a segmenti diversi della popolazione.

Con questo tipo di moda il consumatore non è più definibile dal punto di vista dell’immagine, ma diventa poliedrico, assume diversi stili che usa a seconda della situazione e perfino dello stato d’animo.Il primo negozio vintage della storia fu inaugurato da Harriet Love a New York nel 1965 si chiamava Vintage Chic. Proponeva una selezioni di abiti “antichi” ma che in realtà avevano si e no un paio di decenni. Anche Londra fu un ottima base per il Vintage ,Le guide turistiche di Londra della metà degli anni ‘70 già parlavano di negozi vintage, alcuni che commerciavano abiti usati e altri che offrivano un servizio di sartoria con tessuti “vintage” . La mitica Portobello Road , dagli anni 60 la strada più famosa per il vintage , le sue bancarelle e i negozietti sono un tripudio di colori e di emozioni .

Prima degli anni ‘60 non esistevano veri e propri negozi dell’usato e i vestiti  venivano venduti alle bancarelle del mercato o ai banchi dei pegni, noto esempio ci viene dal famosissimo Resina , anticamente chiamato anche Pugliano , che si trova ad Ercolano , nella nostra splendida Campania .

Resina è uno dei luoghi storici del Vintage , molto folkloristico, dove da anni centinai di bancarelle vendono le famigerate “pezze”, capi che spesso negli anni passati si dicevano arrivassero con le navi dall’America . Si trova di tutto , dai jeans americani , felpe , giacconi , divise militari , capi che agli adolescenti facevano e fanno tutt’ora impazzire. Nel famoso mercato di Resina arrivava gente da ognidove , e verso gli anni ’90 è stato luogo di ricerca per molti stilisti importanti , che spesso da Milano e da altre città venivano alla ricerca di ispirazioni, ancora oggi è un luogo “In” per chi vuole acquistare.

Ormai di negozietti vintage ce ne sono tantissimi , ma ve ne segnalerò alcuni che sono i miei posti del cuore e dove si possono trovare ottime occasioni :

Antichità Grossi  , in via Santa Maria di Costantinopoli 45,  nel cuore storico di Napoli , un piccolo negozio dove trovare dei veri gioiellini del vintage , borse e accessori delle griffe più storiche e autorevoli a prezzi molto convenienti . Il proprietario Alessandro ,figlio di collezionisti e venditori d’arte e antiquariato , ha creato questo piccolo ritrovo per gli amanti delle borse Vintage , è uno dei miei negozi preferit.

Il Baule Volante , via San Biagio dei librai ,106, centro storico di Napoli. Un negozietto molto particolare , in cui trovare cappellini , accessori , ed abiti Vintage .

Oblomova Vintage , in via Cisterna dell’Olio 38  , centro storico di Napoli, un ‘antica bottiglieria , luogo di vendita di vini e oli , trasformato nel più caratteristico negozietto di vintage , qui si possono trovare capi molto particolari , accessori , ma anche dischi e libri d’epoca. Il negozio è anche un spazio espositivo di opere per artisti , già solo l’estetica del negozio e la sua insegna sono qualcosa di emozionante che ti riporta indietro con il tempo .

Dada Vintage , in via Mezzocannone 71 , sempre nel centro storico di Napoli , si trovano capi unici dagli anni ’50 in poi , anticamente vi era una tipografia e alcune parti del negozio sono state mantenute intatte com’erano , troviamo anche gli antichi rulli della tipografia .

Frendo , in vico San Domenico Maggiore 2 ,  centro storico di Napoli , ha capi risalenti della “ belle epoque “  i mitici anni ruggenti … gli anni ’20 .

Sofi’ Animo Vintage, sito a Nola in via San Paolino 64 , ha capi meravigliosi , si trovano delle vere chicche degli anni ’70-’80  . Pura poesia nel cuore di Nola .

]]>
Eventi Napoli e Campania: Agenda del Weekend 5 – 7 giugno https://www.senzalinea.it/giornale/eventi-napoli-e-campania-agenda-del-weekend-5-7-giugno/ Fri, 05 Jun 2020 04:23:37 +0000 https://www.senzalinea.it/giornale/?p=82261 L'immagine può contenere: cielo, notte e spazio all'aperto

Eclissi Lunare Al Monte Echia

Venerdì 5 giugno

Iniziano gli eventi notturni con Metadventures in occasione dell’eclissi parziale di Luna! Cammineremo insieme alla scoperta del quartiere di Chiaia – San Ferdinando, per immergerci in un dedalo di storie, leggende e progetti visionari. Protagonisti della camminata saranno la collina di Pizzofalcone, con i resti dell’antica villa romana di Lucullo e Villa Ebe, dimora dell’architetto scozzese-napoletano Lamont Young.
Andremo alla scoperta della sua mente geniale e dei suoi magnifici disegni che avrebbero trasformato Napoli in una Utopica Città del Villeggiante: la Metropolitana sotterranea, il Rione lagunare di Bagnoli gli ascensori sospesi del Vomero, il treno panoramico Capodimonte – Colli Aminei, il Villaggio Turistico Monte Echia.
Prenotazione obbligatoria al 3386083009 (Ivan). La partecipazione virtuale su facebook non sarà valida ai fini della conferma.
Numero max di partecipanti: 10
Cosa portare: scarpe comode da trekking-ginnastica, abbigliamento comodo, borraccia 1lt.
Difficoltà Trekking: T (turistico), lunghezza percorso 6 km con la presenza di scale, gradini e rampe.
Contributo 10€ che comprende la conduzione da parte di una guida escursionistica regolarmente iscritte al registro guide ufficiali regione Campania AIGAE (Associazione Italiana Guide Ambientali Escursionistiche).

Nessuna descrizione della foto disponibile.

Eduardo, il Teatro a Fumetti

Venerdì 5 giugno

In occasione delle celebrazioni per i 120 anni dalla nascita di Eduardo De Filippo e dei 25 anni dalla pubblicazione della Collana IL TEATRO A FUMETTI a cura della Scuola Italiana di Comix, attraverso uno streaming interattivo LIVE si ripercorrerà la storia editoriale alla base del progetto dedicato all’arte teatrale, e si celebrerà uno dei più importanti artisti del ‘900, che ha caratterizzato la drammaturgia e non solo, in Italia.
L’evento dedicato ai Grandi testi del Teatro classico reinterpretato nella versione a fumetti, sarà disponibile sulla pagina Facebook della Scuola Italiana di Comix e vedrà la partecipazione dei maggiori esponenti del comparto Teatro, come il Critico Giulio Baffi, il Produttore teatrale ed editore Domenico Corrado, l’attore Daniele Russo, il regista Alessandro D’Alatri, e per la Scuola Italia di Comix il direttore Mario Punzo insieme al disegnatore Daniele Bigliardo.
Vi aspettiamo venerdì 5 giugno dalle 18:00 alle 19:00.

L'immagine può contenere: testo

Eclissi di Luna

Venerdì 5 giugno

Siete pronti per godere insieme dell’ ECLISSI LUNARE?
Stiamo parlando dell’eclissi di Luna penombrale che si terra’ venerdi’ 5 Giugno.
L’eclissi sarà visibile dalle ore 19:00, ovvero dal momento in cui inizierà a sorgere da ESE e raggiungerà il massimo del suo oscuramento all’interno del cono di penombra, dovuto alla presenza della Terra davanti alla Luna, regalando una particolare colorazione più scura del normale. L’evento terminerà ufficialmente alle ore 20:35, quando la Luna uscirà completamente dal cono di penombra della Terra.
L’appuntamento é previsto alle ore 18:00
Posti limitati

 Per info e prenotazioni : 339 17 01 401 Annalisa
***ATTENZIONE Trascorrere week-end con noi può causare dipendenza

L'immagine può contenere: cielo, nuvola e spazio all'aperto

Dalla Pedamentina alla Pignasecca

Sabato 6 giugno

Sono tanti i collegamenti tra le colline e il centro della città di Napoli. Si tratta di percorsi affascinanti e suggestivi che collegano piccoli “mondi” differenti: passaggi in cui perdersi, alla scoperta di un altro mondo interno alla città.
Tra le più scalinate più suggestive, la Pedamentina merita certamente una visita per scoprire davvero il cuore di Napoli.
La Pedamentina è un complesso sistema di discese gradinate; con i suoi 414 scalini collega la Certosa di San Martino al centro storico della città (in particolare al corso Vittorio Emanuele).
Il tour prosegue fino a Montesanto.
Quando: sabato 6 giugno ore 10:30
Costo a persona: 10€ / ridotto junior da 12 a 17 anni 5€ / ridottissimo da 8 a 11 anni 3€ / gratuito fino a 7 anni
Durata: 2 h circa
tour adatto a tutte le età
visita guidata con Guida Abilitata
visita guidata con supporto radio in collegamento con la guida
La prenotazione è obbligatoria – pagamento anticipato obbligatorio
Gruppo a numero chiuso (nel rispetto delle restrizioni vigenti)
Come prenotare:
email: info@heartofthecity.it
tel / sms / whatsapp: 3770994320
compra direttamente online
website: www.heartofthecity.it
La visita si terrà al raggiungimento di almeno 8 partecipanti.
*in seguito alla prenotazione ti sarà indicato come effettuare il pagamento per completare l’acquisto
L’organizzazione fornirà gel disinfettante per le mani.
** I partecipanti dovranno indossare la mascherina durante il tour.

L'immagine può contenere: oceano, cielo, nuvola, pianta, spazio all'aperto, natura e acqua

Trekking al Cratere del Gauro

Sabato 6 giugno

Il più richiesto dei nostri tour ritorna con un nuovo sentiero.
Partecipa al trekking Cratere del Gauro con Visit Campi Flegrei.
PROSSIME DATE
Sabato 6 e sabato 27 giugno
In versione pomeridiana al tramonto del sole.
Il monte Gauro è il secondo cratere per dimensioni ed altezza dei Campi Flegrei, è il residuo di un enorme vulcano nato 10.000 anni fa. Il complesso si articola in 3 cime: Monte Barbaro, Monte Sant’Angelo e Monte Corvara. Due di queste ospitano le chiese del Salvatore, ormai ridotta ad un rudere, e di Sant’Angelo. Il fondo del cratere ospita un complesso ricreativo dell’esercito USA, mentre le pendici sono ricoperte da fitti boschi mesofili a castagno, che si evolvono in una vegetazione più mediterranea salendo di quota. Il complesso è oggetto già dall’antichità di numerose leggende legate ad una civiltà sotterranea che lo popolava, per arrivare al mito del Santo Graal.
Pozzuoli
Lunghezza del percorso 7 km.
Difficoltà E (escursionistica), dislivello 450 mt.
Contributo associativo 9 euro comprensivo di visita guidata con accompagnatore AIGAE. RIdotto con tessera FITEL 2020 7 euro Ridotto dai 13-18 anni 4 euro.
Raduno dei partecipanti area di servizio Baiano via Vicinale Campiglione, di fronte Bar Santinis ore 17,30
COSA PORTARE
Abbigliamento adatto.
Indossare scarpe da trekking o da ginnastica con suola scolpita.
1lt d’acqua
Macchina Fotografica
Nel rispetto del nuovo decreto regionale in materia di Protezione dal COVID:
I partecipanti dovranno presentarsi al luogo dell’appuntamento con mascherina.
L’organizzazione fornirà gel disinfettante per le mani e radioline sanificate per consentire il rispetto della distanza di sicurezza tra le persone.
Info e prenotazioni (obbligatoria)
inviare una e-mail info@visitcampiflegrei.eu
Tel 3208015037 – 3803675781
WatsApp. 3475507420

L'immagine può contenere: cielo, albero, nuvola, spazio all'aperto e natura

Santa Lucia, Pizzofalcone e Rampe Lamont Young – visita guidata

Sabato 6 giugno

Le origini del borgo di Santa Lucia risalgono a tempi remoti e la sua storia coincide con quella di Napoli. Era il lontano VIII secolo a.C. quando i coloni greci provenienti da Cuma decisero di fondare Parthènope, un territorio compreso tra l’isolotto di Megaride e le colline di Pizzofalcone.
Due secoli più tardi Parthènope fu rifondata come Neapolis, e il borgo abitato dai Luciani, abili marinai fedeli ai Borbone e pescatori che davano vita a numerose parate e feste sul mare.
Il tour, partirà da Piazza del Plebiscito e seguirà un percorso insolito che vi accompagnerà a scoprire vicoli, scalinate e strade dimenticate e a valorizzare i loro antichi fasti attraverso storie e racconti. Arriveremo in cima alla collina di Pizzofalcone, dove potremmo godere del panorama di Napoli da un unto di vista molto particolare e riscenderemo insieme sulle rampe Lamont Young per arrivare vicino al Castel dell’Ovo.
Altre tappe?
Via Santa Lucia, Scale di via Pallonetto Santa Lucia, Chiesa dell’Immacolatella a Pizzofalcone, Rampe Lamont Young.
Quando: sabato 6 giugno ore 17:00
Costo a persona: 10€ / ridotto junior da 12 a 17 anni 5€ / ridottissimo da 8 a 11 anni 3€ / fino a 7 anni gratis
Durata: 2 h circa
tour adatto a tutte le età
visita guidata con Guida Abilitata
visita guidata con supporto radio in collegamento con la guida
La prenotazione è obbligatoria – pagamento anticipato obbligatorio
Gruppo a numero chiuso (nel rispetto delle restrizioni vigenti)
come prenotare:
email: info@heartofthecity.it
tel / sms / whatsapp: 3770994320
compra direttamente online
website: www.heartofthecity.it
La visita si terrà al raggiungimento di almeno 8 partecipanti.
*in seguito alla prenotazione ti sarà indicato come effettuare il pagamento per completare l’acquisto
L’organizzazione fornirà gel disinfettante per le mani.
** I partecipanti dovranno indossare la mascherina durante il tour.

L'immagine può contenere: spazio al chiuso

Napoli Medievale. Lo splendore dei “secoli bui”

Sabato 6 giugno

Il primo itinerario alla scoperta della storia di Napoli dall’età tardo antica al basso medioevo sarà dedicato alle importanti basiliche paleocristiane di San Severo, Santa Restituta con il battistero di San Giovanni in Fonte e San Lorenzo e alla loro evoluzione nel corso dei secoli. Ripercorreremo la storia di una Napoli poco nota, seguendo le tracce dei primi Cristiani attraverso i monumenti fino a giungere allo splendore della Napoli trecentesca che vide all’opera intellettuali ed artisti del calibro di Petrarca, Boccaccio, Tino di Camaino, Giotto, Simone Martini e tanti altri.
PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA – contributo di partecipazione 10 €
Appuntamento in piazza Crocelle ai Mannesi, davanti alla Chiesa di S. Giorgio Maggiore
Per contatti e prenotazioni:
3494570346 – info@archeologianapoli.com
Prenota online su: http://archeologianapoli.com/itinerari/napoli.html

L'immagine può contenere: nuvola, cielo, montagna, spazio all'aperto e natura

Monte Taburno: i sentieri del Re

Domenica 7 giugno

Metadventures si sdoppia, alla scoperta di una delle più belle montagne campane, il Taburno
Proponiamo due diversi percorsi che attraversano il meraviglioso bosco di faggi secolari e abeti voluto da Re Ferdinando IV.
1) Vetta del Taburno
Dati tecnici: livello E (Escursionistico) difficoltà media, lunghezza 7 km , dislivello +/- 450 m.
Prenotazione obbligatoria chiamando o inviando un messaggio WhatsApp al 3276913081 (Enrico).
2) Creste del Taburno
Dati tecnici: livello E (Escursionistico) difficoltà media, lunghezza 9 km , dislivello +/- 300 m.
Prenotazione obbligatoria chiamando o inviando un messaggio WhatsApp al 3386083009 (Ivan).
Equipaggiamento: abbigliamento a strati, scarpe da trekking (OBBLIGATORIE), zaino, almeno 1 litro di acqua, pranzo a sacco
Il luogo dell’appuntamento sarà comunicato a prenotazione effettuata
Numero massimo di partecipanti: 10 per ciascun percorso.
Ad ogni partecipante verrà inviato un PDF da stampare, firmare e consegnare in loco contenente il vademecum “Covid-19: Modulo e Regolamento Escursioni”
La quota di partecipazione per ciascuna escursione è di 10 euro che comprende la conduzione di una guida ambientale escursionistica AIGAE, regolarmente iscritte al registro Guide della Campania.

]]>
La Cura Del Sale: Sport e Musica nel veronese Galbieri https://www.senzalinea.it/giornale/la-cura-del-sale-sport-e-musica-nel-veronese-galbieri/ Fri, 05 Jun 2020 04:23:16 +0000 https://www.senzalinea.it/giornale/?p=82263 Giovanni Galbieri, classe ‘93, è un cantautore e atleta professionista della nazionale italiana, campione europeo Under 23 dei 100 metri piani. Da sempre appassionato di musica, soprattutto italiana è attratto dalle canzoni e dal cantautorato dei grandi della musica come De André, De Gregori, Danilo Sacco, Zucchero, Bennato, Ivan Graziani, Brunori sas. Scrive e compone canzoni. Nel 2018 ha pubblicato il suo primo album intitolato “Pensa poetico”, registrato a Macerata da Andrea Mei (storica tastiera dei Gang e ora tastierista e produttore di Danilo Sacco). Nel gennaio 2020 esce il singolo “La cura del sale” (Maxy sound).

È uscito da poco il tuo nuovo singolo: “La cura del sale”. E’ un inno alla vita? Al non avere nessun rimpianto?

Dici bene, è un inno alla vita vissuta con leggerezza e spensieratezza. Troppe volte i rimpianti ci consumano dall’interno, in modo lento e inesorabile. Le scelte che prendiamo ne escludono altre, creando i presupposti per un malessere interiore che può perdurare nel tempo.

Bello anche il videoclip: chi lo ha pensato e realizzato?
È un’idea del produttore del brano, Max Titi, che ha interpretato il pezzo in modo personale ed originale, frutto della sua esperienza nel settore. Devo dire che è stata un’ottima mossa mettere questa scatola misteriosa come vera protagonista del video, un messaggio che va di pari passo con il significato della canzone.
Hai all’attivo già un album: “Pensa poetico”. Di cosa parlano i brani?
Qual è la canzone a cui sei più legato?
Si, “Pensa Poetico” è stato il mio album d’esordio, prodotto da Andrea Mei. Il filo conduttore è sicuramente  legato alla figura di quelle persone che individuo come “tormentati” (che per loro sfortuna non smettono mai di cercare). Primo su tutti il poeta Arthur Rimbaud, massimo esponente dei maledetti francesi, in grado di vivere ogni suo istante in piena e totale libertà, noncurante dei canoni sociali, anche i più elementari. C’è la storia di una prostituta che lotta contro le maldicenze della gente benpensante. Ma il brano che sento più mio è “la storia del vecchio, il nipote ed il mulo”, una ballata presa da una vecchia storia popolare che parla appunto dei tre soggetti sopracitati che vanno di villaggio in villaggio collezionando insulti, qualcuno la riassumerebbe cosi: “qualunque cosa fai sempre pietre in faccia prenderai”.
Quali sono i tuoi punti di riferimento musicali? 
Amo De André su tutti. Mi ispirò a Danilo Sacco, De Gregori, Endrigo, Zucchero, Brunori Sas,  mi piace anche Nigiotti e Pollio, più attuali. Amo in generale tutto il cantautorato italiano.
Cosa ti aspetti dal futuro?
Il mio futuro è un oceano di incertezze, ho il solo desiderio che la mia musica entri nei cuori di chi la ascolta, possa creare empatia. Vorrei che si ritornasse a leggere e interpretare i testi delle canzoni, curiosità ahimè caduta in disuso.
Videoclip ufficiale: https://youtu.be/_6lWAG48zNk
]]>
Il muro: la crisi migratoria e le problematiche ambientali viste da Mario Alberti e Antoine Charreyron https://www.senzalinea.it/giornale/il-muro-la-crisi-migratoria-e-le-problematiche-ambientali-viste-da-mario-alberti-e-antoine-charreyron/ Thu, 04 Jun 2020 10:41:07 +0000 https://www.senzalinea.it/giornale/?p=77949 Il muro è un fumetto, diviso in tre volumi,  scritto e disegnato da Mario Alberti, nato da un’idea del regista Antoine Charreyron.

Disegnatore, illustratore e sceneggiatore, Mario Alberti esordisce nel 1992 su Fumo di China con Holly Connick. Nel 1993 entra a far parte dello staff di Nathan Never per Sergio Bonelli Editore. Nel 2002 inizia a lavorare con alcuni editori francesi come  Les Humanoides Associés, Soleil e Glenat. Dal 2007 realizza diverse copertine per DC Comics, Marvel e IDW. Nel 2009 pubblica per Marvel la miniserie Spider Man & X-Men, a cui seguirà la mini Spider Man & I Fantastici Quattro, collabora inoltre al numero 600 di The Amazing Spider-Man.

Nel 2013 pubblica in Francia con Delcourt  la serie Cutting Edge, sceneggiata da Francesco Dimitri. Successivamente nel 2017 disegna il primo albo della nuova collana Senzanima, spin-off della serie Dragonero di Luca Enoch e Stefano Vietti, con Vietti realizza anche  il primo albo della nuova serie Angie Digitwin  Nel 2018 esce Tex – Cinnamon Wells con i test di testi Chuck Dixon

Oltre ai fumetti, Mario Alberti è autore di illustrazioni per Ducati, Trieste Science + Fiction Festival e Cross Cult. Nel corso della sua carriera vince vari premi come l’ILM Art Department Challenge su artstation.com e il premio Giacomo Pueroni per il miglior disegnatore di fantascienza nel 2017.

L’ opera racconta la storia  della Terra sconvolta dai cambiamenti climatici con l’emigrazione di massa che  sta piegando il modello economico globale.  A causa di questi stravolgimenti l’umanità  è sull’orlo del baratro. La protagonista de Il Muro è una giovane ragazza di nome Solal, orfana di genitori che vive insieme alla sorellina Eva, afflitta da una malattia cronica.  Esperta in meccanica,  Solal vuole salvare la piccola, ma in tutto il Pianeta le medicine sono sparite. Il solo luogo che offre una speranza è ED3N, un paradiso tecnologico dove si dice che benessere e salute siano garantiti a tutti gli abitanti. Il luogo è circondato da alti muri, inoltre in pochissimi sono riusciti a entrare a ED3N, e nessuno ne è mai uscito.

Il regista Antoine Charreyron (Babylon A.D., The Prodigies) ha dichiarato:

IL MURO è uno dei progetti che ho tenuto più a lungo dentro di me, durante tutto questo tempo ero alla ricerca dell’artista ideale. Colui il quale avrebbe sublimato questo universo con la sua umanità, la sua sensibilità e il suo talento: Mario Alberti”.

Il muro 1 – Homo homini lupus   è pubblicato  in Italia da Edizioni Star Comics.

]]> LA TUA ESPERIENZA DI GUIDA DEFINITIVA INIZIA QUESTA ESTATE CON PROJECT CARS 3 https://www.senzalinea.it/giornale/la-tua-esperienza-di-guida-definitiva-inizia-questa-estate-con-project-cars-3/ Thu, 04 Jun 2020 10:02:18 +0000 https://www.senzalinea.it/giornale/?p=82239 Il publisher e sviluppatore BANDAI NAMCO Entertainment Europe e lo sviluppatore Slightly Mad Studios hanno annunciato Project CARS 3, il nuovo capitolo del franchise Project CARS.

Il gioco sarà disponibile per PlayStation 4, Xbox One e PC via STEAM questa estate.

La Tua Esperienza di Guida Definitiva con Project CARS 3, dai primi passi fino a diventare una leggenda, arriva con oltre 200 incredibili auto, sia da strada che da corsa, e oltre 140 circuiti in tutto il mondo, completi di ciclo giorno/notte, delle quattro stagioni e di tutte le situazioni metereologiche possibili.

Insieme con l’emozione e il divertimento del mondo delle corse automobilistiche – che sono sempre stati alla base del franchise – Project CARS 3 aggiunge tante nuove feature per aumentare ancora di più il divertimento e l’accessibilità.

La nuova modalità Carriera vedrà i piloti possedere le proprie esclusive macchine per la prima volta. I guidatori dovranno gareggiare per poter migliorare le performance delle proprie auto con autentici pezzi di ricambio che modificano in maniera realistica la maneggevolezza e la potenza: la battaglia per essere il migliore passa anche da qui!

Inoltre, come ulteriore novità nel franchise c’è un’ampia gamma di opzioni di personalizzazione delle macchine, incluse ruote, pneumatici, cerchioni, per creare l’immagine del proprio eroe.

Gli esperti sviluppatori di racing game di Slightly Mad Studios hanno lavorato senza sosta per fare di Project CARS 3 il capitolo più accessibile nella storia della serie per soddisfare qualsiasi pilota, senza badare alle proprie abilità. L’esperienza con il pad completamente ridisegnata, gli aiuti pienamente scalabili, la nuova e divertente First Time User Experience permetteranno a chiunque – dai veterani della serie ai professionisti delle simulazioni ai  novellini – di sperimentare l’autenticità delle vere corse.

Per continuare nel solco dell’autenticità della serie, nuova enfasi è stata posta sul senso di velocità, sugli effetti legati ai danni, sui contatti con le auto, sulla AI migliorata.

Per il trailer di annuncio

È stato un viaggio emozionante veder crescere il franchise di Project CARS in questi ultimi cinque anni e siamo felici di svelare finalmente Project CARS 3”, ha dichiarato Ian Bell, Founder e CEO di Slightly Mad Studios. “Mentre realismo e autenticità continuano a essere il cuore della serie, abbiamo alcune nuove opzioni per assicurare che Project CARS 3 sia anche il titolo più accessibile nella storia del franchise. Non potremmo essere più eccitati dal mostrare il gioco sia ai fan sia a chi vuole provare il meglio delle gare”.

Siamo felici di mostrare il nuovo titolo della nostra partnership con Slightly Mad Studios”, ha dichiarato Hervé Hoerdt, Senior Vice President Marketing, Digital, Content di BANDAI NAMCO Entertainment Europe. “Grazie alla sua visione personalizzabile ma autentica e alla nuova Modalità Carriera, Project CARS 3 offre un approccio rinnovato che parla sia agli esordienti sia ai fan

Il franchise di Project CARS ha debuttato nel 2015 tra gli apprezzamenti della critica e ha venduto 2 milioni di copie nel suo primo anno. Il seguito, Project CARS 2 nel 2017, ha vinto il premio come Best Simulation Game a gamescom. Ora, con questo terzo capitolo il team di Slightly Mad Studios continua la tradizione di offrire autentiche emozioni racing che permettono ai giocatori di creare e vivere la propria esperienza di guida definitiva.

Per maggiori informazioni sui titoli di BANDAI NAMCO Entertainment Europe, seguici:

Sito ufficiale: https://www.bandainamcoent.eu

Facebook: https://www.facebook.com/BandaiNamcoIT

Twitter: https://www.twitter.com/BandaiNamcoIT

Instagram: https://www.instagram.com/bandainamcoit/

]]> 2N rivoluziona il settore dei citofoni all’insegna di design e innovazione: il nuovo evento online 2N On Air https://www.senzalinea.it/giornale/2n-rivoluziona-il-settore-dei-citofoni-allinsegna-di-design-e-innovazione-il-nuovo-evento-online-2n-on-air/ Thu, 04 Jun 2020 09:51:10 +0000 https://www.senzalinea.it/giornale/?p=82233 L’azienda inaugura 2N On Air: un nuovo evento virtuale, in onda l’11 e il 18 giugno
2N illustrerà le ultime tendenze nel settore dei citofoni IP e della sicurezza domestica in considerazione della situazione attuale in rapida evoluzione Saranno presentati in anteprima i prossimi prodotti di punta e l’offerta 2N in grado di supportare i clienti in questo momento critico, per migliorare sicurezza e distanziamento sociale

Presente sul mercato da oltre 25 anni, sbarcata in Italia nel 2014 ed entrata a far parte di Axis Group nel 2016, 2N si è rapidamente affermata come produttore leader in Europa per lo sviluppo e la produzione di citofoni IP (Internet Protocol) e di sistemi di accesso, audio e comunicazioni IP per ascensori. Nel 2008 con il lancio del primo citofono IP del mondo, Helio IP Vario, l’azienda ha rivoluzionato il settore dei citofoni offrendo ai clienti per la prima volta non solo sicurezza ma anche comfort e convenienza, sia per i residenti che per i gestori di immobili. A 12 anni da questo traguardo, 2N continua a rafforzare il proprio impegno per l’innovazione in risposta alla crescente domanda di soluzioni di telecomunicazione intelligenti che coniughino un design ricercato e tecnologie all’avanguardia.
Le soluzioni di 2N sono pensate sia per il settore privato sia per il pubblico per soddisfare le esigenze dei clienti nei settori residenziale e aziendale, e includono citofoni, unità di risposta, audio IP, sistemi di telecomunicazione, controllo degli accessi IP, servizi cloud e sistemi per ascensori.

Nel 2018 2N ha sviluppato il primo interfono LTE al mondo, 2N® LTE Verso, dotato di funzionalità di sicurezza avanzate e di una telecamera HD. Uno dei temi principali in questo momento è la necessità di evitare di venire a contatto con oggetti potenzialmente contaminati e mantenere le distanze: i prodotti 2N rispondono a queste esigenze poiché sono abilitati per Bluetooth, smartphone e tablet e consentono ai clienti di aprire le porte attraverso la 2N® Mobile Key installata sul loro dispositivo mobile. Inoltre, la piattaforma 2N basata su cloud offre anche l’amministrazione e la configurazione di tutti i dispositivi 2N in remoto, in modo sicuro e in tempo reale.
Le soluzioni sono semplici da utilizzare anche per i non professionisti, ma dotate di funzionalità smart avanzate di notifica e controllo e di un design curato nei dettagli, per adattarsi a ogni tipo di abitazione. Fondamentale anche l’ampia interoperabilità e compatibilità con oltre 200 soluzioni di access control, home automation, IP phone, sistemi di sicurezza e molto altro.
“Secondo uno studio dell’IHS, dal 2016 ci siamo affermati come azienda numero uno nel mercato globale dei citofoni IP. Oggi abbiamo team in otto sedi distribuite su quattro continenti e possiamo contare su una vasta rete di distribuzione in tutto il resto del mondo”, ha commentato Michal Kratochvíl, CEO di 2N. “Consapevoli dei trend e dei cambiamenti che il mercato si trova ad affrontare, in particolar modo in questo momento critico, investiamo costantemente nell’innovazione: il 13% dei nostri ricavi viene, infatti, reinvestito in ricerca e sviluppo. In questo modo, continuiamo ad ampliare la nostra offerta per offrire ai nostri clienti una gamma completa di soluzioni nel campo della sicurezza, dei sistemi di controllo degli accessi per gli edifici e della comunicazione all’interno degli immobili”.
Per 2N la formazione è un punto centrale della propria offerta, soprattutto in quei Paesi, come l’Italia, dove ancora tanto si deve fare dal punto di vista della formazione in questo settore, sia di figure specifiche come di utenti finali, specialmente nel campo della cybersecurity. Ecco perché l’azienda ha in programma un evento virtuale chiamato 2N On Air, che sarà articolato in due parti della durata di un’ora ciascuna e andrà in onda in streaming sul sito 2N, l’11 e il 18 giugno alle 15.00. La prima trasmissione sarà dedicata ai “Trend nel settore residenziale” e la seconda ai “Trend negli edifici commerciali”, permettendo a progettisti, architetti e designer di approfondire le tendenze più recenti del mercato, scoprire l’offerta di 2N e conoscere in anteprima le future soluzioni di punta targate 2N. Inoltre, gli interventi saranno completamente interattivi, consentendo agli utenti di porre domande in diretta e discutere con gli esperti di 2N per scoprire come affrontare le mutevoli esigenze del mercato moderno e prepararsi al futuro.
“Considerando quanto siano importanti per noi i nostri partner commerciali, il fatto che abbiamo dovuto limitare gli incontri vis-à-vis e che tutte le recenti fiere sono state cancellate, abbiamo sentito l’esigenza di proporre un nuovo concetto di fiera per interagire con il nostro pubblico di riferimento. Crediamo che il concept 2N on Air live si rivelerà lo showroom di prossima generazione”, ha aggiunto Michal Kratochvíl. “Per la trasmissione abbiamo preparato una panoramica dei nostri prodotti e servizi per aiutare i clienti a gestire le nuove sfide dettate dalla crisi: evitare la necessità di toccare i citofoni, permettere il lavaggio/disinfezione e facilitare l’allontanamento sociale.”
È possibile scoprire il programma degli incontri sul SITO.
Per registrarsi è necessario iscriversi a QUESTO link.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

2N Telekomunikace a.s.
2N è leader europeo per lo sviluppo e la produzione di interfoni IP e di sistemi di accesso. Secondo una ricerca di IHS, 2N è il produttore di interfoni IP più grande al mondo e un importante innovatore nei sistemi di accesso IP, nell’audio IP e nelle comunicazioni IP per ascensori. L’azienda, fondata nel 1991 in Repubblica Ceca, ha la propria sede centrale a Praga. 2N conta oltre 340 dipendenti e filiali negli USA, in Gran Bretagna, Germania, Francia, Emirati Arabi Uniti, Australia e Italia. Dispone, inoltre, di un’ampia rete di distributori in tutto il mondo. Nel 2016, 2N è entrata a far parte di Axis Group.

]]>
il nuovo Security Awareness Training di Kaspersky offre ai dipendenti un percorso di formazione personalizzato anche in italiano https://www.senzalinea.it/giornale/il-nuovo-security-awareness-training-di-kaspersky-offre-ai-dipendenti-un-percorso-di-formazione-personalizzato-anche-in-italiano/ Thu, 04 Jun 2020 09:29:15 +0000 https://www.senzalinea.it/giornale/?p=82229 Kaspersky ha presentato il suo nuovo Kaspersky Adaptive Online Training, sviluppato in collaborazione con Area9 Lyceum. La soluzione elabora un percorso formativo di sensibilizzazione alla sicurezza personalizzato in base alle esigenze di apprendimento di ogni singolo utente, come farebbe un tutor personale per i propri studenti. I contenuti di questa nuova soluzione di livello enterprise si basano sulle competenze di Kaspersky in materia di sicurezza informatica e vengono forniti secondo le moderne tecniche di apprendimento.
La formazione in materia di sicurezza informatica è essenziale per introdurre i dipendenti alle basi della cybersecurity e fornire loro le informazioni necessarie per poter lavorare in sicurezza. Tuttavia, molte organizzazioni ritengono che alcuni corsi di formazione non sempre producano i risultati attesi. Mentre il 37% delle aziende ha già implementano una qualche forma di training sulla sicurezza, solo il 13% delle organizzazioni intervistate dichiara di non aver riscontrato alcun problema di sicurezza IT provocato dal comportamento dei propri dipendenti.
Senza la possibilità di memorizzare adeguatamente le informazioni, le persone tendono a dimenticare ciò che hanno imparato, e questo li porta a ripetere alcuni errori. Il giorno dopo aver seguito una lezione di un’ora, ad esempio, i partecipanti dimenticano il 50-80 per cento delle informazioni apprese, e dopo 30 giorni ricordano solo il 2-3 per cento dell’intero discorso. Inoltre, i dipendenti ritengono che seguire dei corsi su temi che già conoscono o ripetere più volte gli argomenti sia noioso e irritante. A questo proposito, per aiutare le aziende a fornire le conoscenze essenziali senza sovraccaricare i dipendenti, Kaspersky, in collaborazione con Area9 Lyceum, presenta la sua nuova offerta di formazione, Kaspersky Adaptive Online Training.

La piattaforma sviluppa un percorso di apprendimento specifico per ogni utente, tenendo conto delle conoscenze che i dipendenti già possiedono e il loro livello di consapevolezza in termini di sicurezza informatica. Per realizzare questo percorso specifico, gli algoritmi “biologici” intelligenti di Area9 Lyceum alternano le domande ai contenuti, valutando sia la conoscenza della materia che la padronanza nelle risposte. Gli algoritmi ottimizzano il percorso di apprendimento, tralasciando i contenuti che il dipendente conosce già e aiutandolo a padroneggiare i concetti e gli argomenti che gli sono meno familiari. In questo modo, un dipendente esperto può impiegare meno di 10 minuti per apprendere solo ciò che non conosce, mentre altri possono aver bisogno di circa mezz’ora per completare l’intero modulo, il che dà loro più tempo da dedicare agli obiettivi di apprendimento più difficili. I contenuti didattici riguardano le password, la sicurezza della posta elettronica, la navigazione web, i social network e i servizi di messaggistica, la sicurezza degli endpoint, i dispositivi mobili e il GDPR (che sarà disponibile a partire dal terzo trimestre del 2020). Questo set di competenze assicura che i dipendenti possano lavorare con risorse IT minimizzando i rischi di sicurezza informatica. Tutte le lezioni e i test vengono costruiti su situazioni di vita reale ed esempi di attacchi avvenuti nel mondo reale. Kaspersky Adaptive Online Training è facile da gestire. L’amministratore IT dovrà selezionare unicamente i moduli che un dato gruppo di utenti dovrà completare, ci penserà poi la soluzione ad inviare agli utenti il link alle lezioni previste. La soluzione fornisce anche statistiche dettagliate sulle prestazioni dei dipendenti e sul monitoraggio degli studenti che hanno maggiore dimestichezza con le situazioni di rischio.
“Come dimostrato di recente, il compito più difficile è quello di motivare e insegnare nuove competenze a quei dipendenti che nonostante commettano degli errori sono fermamente convinti di fare tutto nel modo corretto. Questo fenomeno viene chiamato “incompetenza inconscia”. La metodologia di apprendimento adattivo permette alle aziende di identificare le aree di miglioramento dei propri dipendenti consentendo a questi ultimi di impegnarsi maggiormente per colmare solo le effettive lacune ed evitando al resto dei dipendenti di essere sovraccaricato da nozioni che già conosce. Secondo la stima di Area9 Lyceum, utilizzando un approccio basato su un percorso di apprendimento individuale, le aziende possono risparmiare fino al 50% del tempo totale dedicato alla formazione”, ha dichiarato Elena Molchanova, Head of Security Awareness marketing di Kaspersky. La soluzione basata su cloud è disponibile in italiano, inglese, tedesco, spagnolo, arabo, francese e russo.
Maggiori informazioni sulla soluzione sono disponibili sul sito ufficiale.

Informazioni su Area9

Area9 Lyceum edifica le abilità e le competenze del 21° secolo attraverso la prima piattaforma di apprendimento quadridimensionale al mondo, Area9 Rhapsode™. La nostra piattaforma basata sull’IA e frutto di oltre 20 anni di ricerca sui fattori umani e sulla cognizione, offre un apprendimento estremamente personalizzato, dimezzando i tempi di formazione, garantendo la specializzazione e incidendo in modo duraturo sulle carriere e sui risultati aziendali. www.area9lyceum.com

Informazioni su Kaspersky
Kaspersky è un’azienda di sicurezza informatica che opera a livello globale fondata nel 1997. La profonda competenza di Kaspersky in materia di threat intelligence e sicurezza si trasforma costantemente in soluzioni e servizi innovativi per proteggere le aziende, le infrastrutture critiche, i governi e gli utenti di tutto il mondo. L’ampio portfolio di soluzioni di sicurezza dell’azienda include la protezione degli Endpoint leader di settore e una serie di soluzioni e servizi specializzati per combattere le minacce digitali sofisticate e in continua evoluzione. Più di 400 milioni di utenti sono protetti dalle tecnologie di Kaspersky e aiutiamo 250.000 clienti aziendali a proteggere ciò che è per loro più importante. Per ulteriori informazioni: www.kaspersky.com/it

]]>
Disponibile l’Interactive trailer di Desperados III https://www.senzalinea.it/giornale/disponibile-linteractive-trailer-di-desperados-iii/ Thu, 04 Jun 2020 09:12:32 +0000 https://www.senzalinea.it/giornale/?p=82226  Desperados III è interamente incentrato sulle scelte – non sul modo in cui la storia si svolgerà, ma su come far proprio un determinato scenario. Tre guardie stanno proteggendo una posizione, vuoi davvero entrare? Puoi provare a distrarli e ad eliminarli silenziosamente uno per uno – o semplicemente entrare, tenendo pronta la tua pistola. L’opzione aggressiva potrebbe essere più rapida, ma può causare più problemi: ad esempio i rinforzi potrebbero precipitarsi e allarmare tutti i nemici nelle vicinanze.

Dai un’occhiata all’Interactive trailer e prendi la decisione più giusta per te: 

Oltre al nuovo trailer, abbiamo altri contenuti interessanti di Desperados III disponibili:
Guarda il trailer della Collector’s Edition: 

Demo gratuita disponibile!
Non vedi l’ora di provare Desperados III? Bene, ecco la tua occasione: una demo gratuita (per PC) con un livello tratto dal nostro stealth game tattico basato sulla trama, ora disponibile su GOG.com. Dai un’occhiata e vedi se Desperados III sarà il tuo gioco preferito di questa estate, quando sarà disponibile il 16 giugno 2020.

Scarica la demo qui: https://www.gog.com/game/desperados_iii_demo

Dev Diary
La serie di dev diaries continua e questa volta Mimimi Games punta i riflettori sull’innovazione nell’episodio numero cinque. Ogni mercoledì, un nuovo dev diary sarà disponibile sul canale YouTube di THQ Nordic. Ecco tutti gli episodi disponibili finora:

Primo episodio: https://youtu.be/iWPETCElNQU
Secondo Episodio: https://youtu.be/iCFX1XbqRQM
Terzo Episodio: https://youtu.be/yyCvxz_lcRY
Quarto Episodio: https://youtu.be/aXyi0Zjm56M
Quinto Episodio: https://youtu.be/U3ezFpTaP4Y

Effettua il pre-order di Desperados III e della Collector’s Edition per PC, PlayStation®4 e Xbox One™. Dai un’occhiata al nostro sito Web per il pre-order: https://desperadosgame.com/#order-qui

Effettua il pre-order della Digital Deluxe Edition allo stesso prezzo della Standard Edtion per PC e Xbox One per un periodo limitato!

A proposito di Desperados III
Desperados III è un gioco tattico in tempo reale ambientato in un aspro scenario del selvaggio West. Assumi il controllo di una banda di criminali trasformandoli in un gruppo altamente funzionale di improbabili eroi ed eroine. Le loro forti e variegate personalità, lottano per cooperare, ma alla fine uniscono il loro potenziale per combinare le loro abilità e sfidare un nemico apparentemente superiore. Cacciati da spietati banditi e da corrotti uomini di legge, i Desperados devono ribaltare le sorti di ogni missione.

Caratteristiche Chiave
• Comanda fino a cinque Desperados e usa le loro letali abilità per sconfiggere furtivamente le file nemiche;
• Completa ogni missione scegliendo fra una grande varietà di soluzioni e percorsi diversi;
• Distruggi nemici apparentemente impossibili con un’attenta pianificazione e con esecuzioni a tempo;
• Ammirate la gloria dei classici scenari del selvaggio West come la città di frontiera, il canyon del deserto, le paludi del Mississippi, le grandi città moderne e molte altre location sia di giorno che di notte;
• Sconfiggi i tuoi nemici scegliendo tra opzioni letali e non letali, stealth e armi infuocate e variando le impostazioni di difficoltà.

]]>
Tex #715 – L’odissea della “Belle Star” – Recensione https://www.senzalinea.it/giornale/tex-715-lodissea-della-belle-star-recensione/ Thu, 04 Jun 2020 04:40:12 +0000 https://www.senzalinea.it/giornale/?p=82037 Giunge a conclusione con l’albo 715 di Tex, intitolato L’odissea della “Belle Star”, l’avventura iniziata nel numero 714 nel quale avevamo lasciato Tex e i suoi pards insieme al sempre spassoso Gros-Jean a bordo del battello del titolo, che per il viaggio inaugurale deve affrontare numerose insidie.
Siamo nello sconfinato nord-america canadese, e l’armatore Pierre ha suscitato le ire del più facoltoso concorrente Henry Jackson, il quale gli scatena contro i suoi scagnozzi e persino i temibili indiani Siksika nel tentativo di sabotare la nave.

Se il ritmo della prima metà della storia era apparso fin troppo compassato, procedendo pagina dopo pagina con un numero limitato di reali scossoni, nella seconda metà la questione cambia radicalmente con un albo ricco di brio fin dalle primissime tavole. L’assalto degli indiani al battello scatena infatti una furibonda sparatoria che vede Tex e i suoi pards impegnati a distribuire piombo in abbondanza, ma ad esso fanno seguito vari altri espedienti che trasformano il primo viaggio della Belle Star nell’odissea annunciata dal titolo. Mirabile la scena dello spuntone di roccia fatto esplodere con della dinamite proprio mentre il battello sta passando al di sotto, ma ciò che fa gustare ancora di più l’albo è l’alternanza tra i momenti di azione pura e le fasi di riflessione, che Nizzi sfrutta per evidenziare tutte le capacità strategiche di Tex.
L’autore padroneggia il Ranger come pochi altri, e del resto è lui stesso ad aver gestito le sceneggiature per decenni rendendolo un classico delle storie di avventura che non stanca mai.

Tensione e pestaggi, scorribande e assalti sono tematiche che permettono qualche ora di evasione e di puro divertimento, e Nizzi è un rodato maestro nel comporle, con l’unica pecca di saper gestire al meglio “solo” le scene in cui è Tex il solo protagonista, al massimo affiancandogli efficacemente il solo Carson. Come avevamo infatti già sottolineato nella recensione dell’albo La rupe del diavolo, Kit Willer e Tiger Jack ci sono, ma hanno ruoli da comprimari senza emergere più di tanto. È una pecca che in tutta sincerità in questo caso perdoniamo ampiamente.

Il ritmo sostenuto e a tratti incalzante del Tex N° 715 viene accompagnato e si lascia godere ancora di più grazie alle tavole di un altro grande maestro del fumetto italiano, quel Corrado Mastantuono che nemmeno stavolta delude grazie alla sua caratterizzazione sempre efficace dei personaggi. Forse il solo Gros-Jean è leggermente diverso dalla versione alla quale siamo abituati, mentre per tutto l’albo Tex viene rappresentato come figura determinata eppure sempre serena nella fisionomia, al contrario dei personaggi negativi che spiccano per il loro aspetto al limite del grottesco: il tutto rende affascinanti le sequenze di passaggio, dove si apprezzano le recitazioni, mentre nelle scene di azione Mastantuono va a briglia sciolta con dei campi totali e controcampi che accompagnano sempre la trama con dinamicità e ricchezza di dettagli.

In definitiva non si tratta di una storia destinata a restare negli annali, ma è comunque solida, ben congegnata grazie al suo impianto classico e magistralmente disegnata.

Se per la precedente puntata Claudio Villa aveva puntato tutto su Gros-Jean e sui pericoli del fiume da raffigurare in copertina per introdurre i temi portanti, stavolta ci offre la sua versione del battello ma spezzando in due metà la sua opera: in basso la Belle Star che scivola su un apparentemente placido Saskatchewan, e in alto Tex e Kit in azione sotto un violento fortunale che fa sempre il suo effetto per amplificare le ostilità affrontate da un battello.

uscita: 07/05/2020
Formato: 16×21 cm, b/n
Pagine: 112
Soggetto: Claudio Nizzi
Sceneggiatura: Claudio Nizzi
Disegni: Corrado Mastantuono
Copertina: Claudio Villa

]]>
L’intervista a La-Sheeva TACCHI & DETERMINAZIONE https://www.senzalinea.it/giornale/lintervista-a-la-sheeva-tacchi-determinazione/ Thu, 04 Jun 2020 04:38:56 +0000 https://www.senzalinea.it/giornale/?p=82204 Torno a raccontare, con grande entusiasmo, il mondo delle Drag Queen…

..e dei sentimenti.

Spesso questi artisti mi hanno raccontato che una volta scesi dal palco, smessi gli abiti luccicanti, lavato via il trucco di scena e indossati i comodi indumenti civili, le persone continuavano a identificarle con il loro personaggio creando confusione tra l’aspetto pubblico e quello privato. Ed il lato affettivo della loro vita ci rimetteva…  Ma è vero che una volta indossata la parrucca non la si “toglie più”? Oppure non è vero? Ho dialogato con il simpatico Andy, giovane romano che per lavoro dà vita a La-Sheeva, una favolosa Drag Queen, star delle vibranti serate del Muccassassina.

Questa è un’imperdibile occasione per conoscerlo e farmi raccontare le sue impressioni, sul suo lavoro, l’amore e i progetti post covid 19.

COME NASCE LA-SHEEVA? PERCHE’ L’HAI CHIAMATA COSI’?

La-Sheeva in realtà nacque tipo 10 anni fa per un gioco, anzi per una scommessa che persi, e dovetti pagare pegno trasformandomi per una sera in una Drag Queen; la cosa mi piacque e da lì cominciò tutto, probabilmente perché trovai nella Drag Queen un’alternativa alla danza per poter stare su un palco e regalare emozioni. Il nome deriva dal personaggio. E’un gioco di parole (datomi dai KARMAB), letto tutto insieme, la definizione LASCIVA è sostanzialmente una grande stronza. Sheeva invece è riferito alla Dea indiana che tutti conosciamo.

QUAL E’LA DIFFERENZA TRA DRAG QUEEN E TRAVESTITISMO?

Beh fondamentalmente la differenza è semplice: una Drag Queen è un artista con la sua “mise entrevestì”, un attore, un costumista, un makeup Artist. Il travestitismo è un uomo che si veste da donna con una finalità diversa dal fare show o semplicemente perché sta bene con se stesso e con il mondo in quelle vesti.

COME SCEGLI LE MUSICHE E LE COREOGRAFIE?

 Prima di tutto deve essere inerente al tema della serata per cui si lavora. Successivamente si parte da una mia idea e si lavora insieme al Direttore Artistico in accordo con il coreografo…et voilà, lo show prende vita!

LAVORI ALLA MUCCASSASSINA TEMPIO DEL DIVERTIMENTO LGBT E NON, FREQUENTATO DA VIP. HAI QUALCHE ANEDDOTO DIVERTENTE DA SPIFFERARCI?

Beh si, Muccassassina è un tempio, ma per il cast è più una famiglia, sarebbe riduttivo raccontare un singolo aneddoto, ogni serata ti lascia qualcosa. Muccassassina è un mondo talmente grande fatto di artisti di un calibro allucinante, è un turbine di emozioni e sorrisi inspiegabili. Il circolo di cultura omosessuale Mario Mieli fa un lavoro enorme e dà una mano nella gestione della Muccassassina al nostro grande art director DIEGO LONGOBARDI. E credetemi non è facile gestire tutto questo grande carrozzone……..soprattutto le DRAG…. (ride).

E’ VERO CHE IL TUO LAVORO PUO’ CREARE PROBLEMI RELAZIONALI?

Assolutamente no! O meglio OGGI NO! Questo perché i nostri predecessori e l’avvento di RuPaul Drag Race, hanno fatto si che la figura della Drag Queen abbia preso un posto di rilievo nella società e nell’arte, al contrario dei primi tempi dove eravamo classificati come degli uomini con la parrucca.

PERCHE’ SECONDO TE, LE PERSONE SONO FRENATE SENTIMENTALMENTE DAL FREQUENTARE UN RAGAZZO CHE FA LA DRAG QUEEN?

Ma in realtà su questo discorso ci sarebbe da scrivere un libro, ma cercherò di essere conciso.Principalmente c’è una sorta di spaccato nel mondo LGBT sulla questione; nel senso che c’è un gruppetto che farebbe carte false per farne parte, è un altro che pensa tu sia troppo poco maschio perché il tuo lavoro è “vestirti da donna”. Quindi è solo uno stereotipo tirato fuori dalle “muscoloseh”, io le definisco così, che poi ai fatti sono più femminili loro che noi con i tacchi. Ognuno può e deve essere ciò che vuole. Ripeto, stupidi stereotipi inutili dettati da una società dedita all’involucro delle persone e non all’anima.

COME HAI PASSATO QUESTE GIORNATE IN CASA?

In realtà il lavoro con Muccassassina non si è fermato. Il venerdì c’è l’appuntamento fisso con MUCCASSASSINA LOCK DOWN, dove io e le mie colleghe creiamo dei videoshow appositamente per le persone che ci seguono sui social. Video che potete anche rivedere sui miei social Facebook ANDY LA SHEEVA BLIGE e Instagram LASHEEVADQ. Per il resto “magno”, dormo e guardo film.

NEL CASO TI DOVESSI STUFARE DI QUESTO LAVORO HAI UN PIANO B?

Ma in realtà faccio già un altro lavoro, sono makeup Artist quindi sostanzialmente svolgo già il mio piano b, anche se LA-SHEEVA è un pezzo di me sarà difficile disfarmene anche se sono consapevole che arriverà il giorno in cui, come si usa dire: “dovrò appendere i tacchi al chiodo”

Tacchi e determinazione…entrambi a spillo!

]]>