Senza Linea https://www.senzalinea.it/giornale Napoli e dintorni Wed, 22 Jan 2020 05:28:54 +0000 it-IT hourly 1 https://wordpress.org/?v=5.3.2 Made in Bunny all’Animal Day di Napoli https://www.senzalinea.it/giornale/made-in-bunny-allanimal-day-di-napoli/ Wed, 22 Jan 2020 05:28:54 +0000 https://www.senzalinea.it/giornale/?p=72324 Come ormai consuetudine, aspettiamo a Napoli l’Animal Day.

La giornata si svolgerà il giorno sabato 25 gennaio presso il PAN-Palazzo delle Arti di Napoli dalle ore 9.00 alle 19.30.

La sesta edizione dell’evento dedicato ai diritti degli animali organizzato, come sempre, dalla Garante degli Animali del Comune di Napoli Stella Cervasio, avrà come tematica principale il tema “Esotici: liberi di essere liberi”.

Molte, da programma, le figure autorevoli e le associazioni coinvolte, solo per citarne alcune:

il Comandante Nucleo Carabinieri Cites di Napoli Trapuzzano, il Responsabile Osservatorio Zoomafia della LAV Troiano, il Direttore della Riserva Naturale Statale dell’Oasi del WWF degli Astroni Canonico, ed ovviamente, tanti altri.

Novità assoluta di questa Edizione è la partecipazione dell’Associazione di Volontariato Made in Bunny.

MADE in BUNNY OdV nasce nel 2018 con l’obiettivo della tutela legale del coniglio e dei così definiti “piccoli animali da affezione”. Opera in Italia ai sensi del D.L. n. 117 del 2017.

Quest’anno sono intervenuti su oltre venti situazioni, alcune in emergenza, alcune di portata minore, e su 12 di queste situazioni hanno aperto la relativa istanza con i Comuni e gli Enti di competenza.
Infatti, solo relativamente alle segnalazioni per cui sono intervenuti, si parla di un numero complessivo che va oltre i 2.000 conigli suddivisi in diverse colonie. Inoltre ci sono molte altre situazioni che non sono state segnalate oppure sulle quali non è possibile per il momento intervenire, e soprattutto non esiste un soggetto in grado di effettuare recuperi, spostamenti e successiva corretta gestione di intere colonie di conigli, nel rispetto dell’etologia di questi animali.
L’obiettivo è quello di insegnare ai Comuni a gestire le situazioni di colonie di conigli abbandonati nei parchi pubblici sul posto, compatibilmente con le esigenze degli animali, fornendo loro le linee guida ed un progetto specifico di intervento, redatto con la collaborazione di veterinari esperti in esotici e specializzati in conigli.
Insomma: cercando di guidarli nell’utilizzo dei fondi pubblici riservati per queste attività, che altrimenti sarebbero utilizzati in maniera non compatibile col fabbisogno della specie.
Questo impegno li sta portando alla definizione di un progetto tecnico-economico per la gestione delle colonie lapine, che prevede l’individuazione dei fornitori per i materiali sanitari e tecnici necessari, nella realizzazione di sopralluoghi di dettaglio e nella gestione amministrativa della situazione.
Quando necessario si apre istanza con il Comune, con gli enti di controllo, coinvolgendo all’occorrenza l’ufficio del difensore civico.
In definitiva questa è la loro attività come associazione, e l’intento è quello di intervenire dove nessuno ancora è riuscito, causa dell’elevato numero di esemplari abbandonati da gestire.
Quindi il messaggio rimane quello di sempre: UNA VITA NON SI COMPRA, SI ADOTTA. E IL CONIGLIO ABBANDONATO NEL PARCO NON HA UNA VITA FELICE, NON RITROVA IL SUO HABITAT, BENSÌ’ E’ CONDANNATO AD UNA VITA DI STENTI, DIFFICOLTÀ’ E MALATTIE, sarà proprio questo l’argomento trattato durante l’intervento in plenaria da Fabio.

Ormai da anni è in corso la Petizione per il riconoscimento del coniglio come animale da compagnia. Il più importante obiettivo dell’associazione è di ottenere il riconoscimento del coniglio come animale da affezione, anche attraverso la petizione “Anche io so farti compagnia”. La petizione è contro l’abbandono di conigli, lanciata a settembre 2017 con l’obiettivo di modificare il Decreto Legislativo sul benessere animale (Legge 14 agosto 1991, n.281) inserendo lo status di NON DPA, il microchip obbligatorio e l’istituzione di un’anagrafe cunicula nazionale, delle nuove competenze per Comuni e Regioni ed un sistema di controllo e sanzione più severo ed efficace. (https://www.madeinbunny.org/anche-io-so-farti-compagnia-ua-125259615-1/)

Ovviamente potrete firmare la petizione di persona recandovi all’Animal Day!

]]>
Bonifica Bagnoli; dopo 30 anni, la rinascita https://www.senzalinea.it/giornale/bonifica-bagnoli-dopo-30-anni-la-rinascita/ Wed, 22 Jan 2020 05:28:43 +0000 https://www.senzalinea.it/giornale/?p=72746 Era il 1905, quando sulle rive di una delle baie più belle del mondo, quella di Bagnoli, si decise di stanziare le acciaierie della società Ilva, le quali, poi, nel 1964, cambiarono il nome in Italsider. L’impianto siderurgico fu inaugurato nel 1910 e, con il senno di poi, fu quasi come una punzione, sotto il Governo Giolitti, per tutta quella bellezza straordinaria; un’operazione che, come tutti sappiamo, oltre a privare la città del litorale flegreo, ha avuto solo il demerito di produrre inquinamento marino e paesaggistico. L’impatto, purtroppo, è stato avvertito pure sulla pelle di operai e cittadini, con varie forme di tumore, e consequenziali decessi, che hanno colpito principalmente l’apparato respiratorio. Lo stabilimento fu chiuso nel 1992, dopo 83 anni di danni, e, a distanza di 28 anni, fino ad oggi, nulla di concreto è stato mai ottenuto in temrini di bonifica, anzi ci sono stati persino degli scandali di malagestione.

Lunedì, con l’inaugurazione del progetto RilancioBagnoli, finalmente qualcosa di positivo ha cominciato a muoversi. Le ruspe hanno iniziato a scavare per le prove di tecnologie per la bonifica e i mezzi sono pronti per portare via cumuli di materiale contaminato ammucchiato dal 2000 sotto un capannone sventrato. In base a quanto dichiarato dall’amministratore delegato di Invitalia, Domenico Arcuri, ci vorranno quattro anni di lavoro per concludere e, secondo le previsioni, nel 2024, dunque, il quartiere rinascerà. Arcuri ha anche espresso delucidazioni attorno a quelle che sono le procedure di lavoro.“(…) Nelle prossime 2 settimane confidiamo di aggiudicare la gara per le bonifiche dell’area eternit, che si aggiungerà a quella iniziata oggi per lo smaltimento dei cumuli ex Morgan, che giacciono qui da vent’anni. (…) Siamo molto soddisfatti dei risultati del concorso internazionale di idee: ci sono stati 160 studi che hanno presentato una loro proposta organizzati in 36 raggruppamenti. Di questi, 40 sono studi internazionali e 5, dei 36 candidati, sono composti esclusivamente da progettisti internazionali. Selezioneremo le 20 migliori candidature e poi apriremo un confronto con il territorio, così da poter condividere quelli che riterremo essere i tre progetti che si aggiudicheranno il premio e sulla base dei quali sarà avviata un’attività progettuale.” Queste le sue parole.

La cifra per la riqualificazione ambientale si aggira attorno 500 milioni di euro, di cui 320 milioni da Invitalia, 71 milioni da giacenze della struttura commissariale, 45 milioni dal Comune di Napoli per la bonifica a mare, 38 dalla Regione Campania per le infrastrutture. Per il progetto complessivo, invece, ha sottolineato Floro Flores, commissario per Bagnoli, servono un miliardo e 800 milioni di euro di cui 600 milioni da risorse private.

All’evento di inizio settimana ha partecipato pure il Ministro per il Mezzogiorno, Peppe Provenzano, il quale ha dichiarato quanto segue: “Se dopo 30 anni vediamo le ruspe a Bagnoli non dobbiamo celebrare alcun successo, dobbiamo dire soltanto “scusate il ritardo”. E’ anche vero, però, che gli ultimi anni non sono passati invano e devo quindi ringraziare per il lavoro svolto Invitalia, il Commissario e tutte le istituzioni coinvolte. Vorrei che la smettessimo di contare gli anni e cominciassimo nei prossimi tempi a contare i giorni, i minuti. Perché è nei giorni nei minuti che dobbiamo vedere il processo di cambiamento all’interno dei luoghi. Dobbiamo sorvegliare e controllare i lavori, ma anche aprire un confronto sulla città. Il concorso internazionale di idee deve essere un grande momento di coinvolgimento. La visita al sito che abbiamo fatto non è stata una passerella, ma un momento di incontro e di lavoro, per essere consapevoli delle tecniche di avanguardia e di innovazione che si stanno utilizzando per la bonifica dei suoli e soprattutto per dare garanzia ai cittadini di Napoli che si tratta di una cosa importante per noi”.

Parole di entusiasmo sono state espresse dal sindaco de Magistris, il quale, attraverso un post su Facebook ha dichiarato: “Le ruspe, quelle che ci piacciono, lavorano per la bonifica di Bagnoli. Tra qualche giorno inizia anche la rimozione dell’eternit. Questo risultato è il frutto di una grande mobilitazione popolare cittadina e della lotta della nostra amministrazione per impedire nuovi sperperi e speculazioni. Avanti tutta con bonifiche e contestualmente siamo già nel vivo dell’iter amministrativo per la realizzazione della nuova Bagnoli”.

Non sono mancati momenti di protesta; circa 50 manifestanti, di Bagnoli Libera e il movimento disoccupati “7 novembre”, infatti, si sono riuniti in presidio chiedendo con lo striscione: “Basta chiacchiere bonifica sotto controllo popolare”. Comprensibilmente, si chiede, finalmente, serietà e concretezza e speriamo che questa sia la volta giusta e definitiva.

]]>
21 film dello Studio Ghibli arriveranno a breve su Netflix https://www.senzalinea.it/giornale/21-film-dello-studio-ghibli-arriveranno-a-breve-su-netflix/ Tue, 21 Jan 2020 10:52:22 +0000 https://www.senzalinea.it/giornale/?p=72731 Netflix ha annunciato che dal primo febbraio 2020 renderà disponibili in streaming i film di animazione dello Studio Ghibli, la storica casa di produzione giapponese fondata da Hayao Miyazaki e Isao Takahata. L’annuncio è stato fatto diffondendo sui social il seguente video:

Toshio Suzuki, produttore di Studio Ghibli, ha affermato:

«Al giorno d’oggi esistono diversi ottimi canali per far arrivare un film al pubblico, Abbiamo ascoltato i nostri fan e abbiamo preso la decisione di mettere a disposizione il nostro catalogo cinematografico in streaming. Ci auguriamo che in questo modo la gente di tutto il mondo possa scoprire l’universo di Studio Ghibli.»

Vincent Maraval, Chief Executive Officer di Wild Bunch ha aggiunto:

«Mentre cercavamo il miglior partner digitale per Studio Ghibli, che da vent’anni sono i nostri collaboratori più validi e fedeli, Netflix ci ha convinti dimostrando passione ed energia nella ricerca delle modalità ideali per la promozione globale di questo catalogo incredibile e unico, nel pieno rispetto della filosofia di Studio Ghibli»

Aram Yacoubian, Director of Original Animation di Netflix ha commentato:

«È un sogno che si avvera per Netflix e i suoi milioni di abbonati. I film d’animazione di Studio Ghibli sono leggendari e hanno incantato i fan di tutto il mondo per oltre 35 anni» ed ha aggiunto:  «Siamo felici di renderli disponibili in più lingue per i nostri spettatori in America Latina, Europa, Africa e Asia, così ancora più persone potranno apprezzare questo meraviglioso mondo animato.»

I lungometraggi verranno pubblicati in questo ordine:

Dall’1 febbraio:

  • Laputa – Castello nel cielo
  • Il mio vicino Totoro
  • Kiki – Consegne a domicilio
  • Pioggia di ricordi
  • Porco Rosso
  • Si sente il mare
  • I racconti di Terramare

Dall’1 marzo:

  • Nausicaa della Valle del Vento
  • Princess Mononoke
  • I miei vicini Yamada
  • La città incantata
  • La ricompensa del gatto
  • Arrietty – Il mondo segreto sotto il pavimento
  • La storia della principessa splendente

Dall’1 aprile:

  • Pom Poko
  • I sospiri del mio cuore
  • Il castello errante di Howl
  • Ponyo sulla scogliera
  • La collina dei papaveri
  • Si alza il vento
  • Quando c’era Marnie

]]> Disintegration: disponibile il trailer della beta tecnica multigiocatore https://www.senzalinea.it/giornale/disintegration-disponibile-il-trailer-della-beta-tecnica-multigiocatore/ Tue, 21 Jan 2020 10:26:26 +0000 https://www.senzalinea.it/giornale/?p=72728 Private Division e V1 Interactive hanno rilasciato un nuovo trailer di Disintegration per presentare la beta tecnica multigiocatore che si terrà la prossima settimana.

Il trailer è disponibile al link:

La beta privata del nuovo sparatutto in soggettiva sviluppato dal co-creatore di Halo, Marcus Lehto, avrà inizio il 28 gennaio su PS4, Xbox One e PC (Steam).

Gli orari della beta privata saranno i seguenti:

martedì 28 gennaio 2020 dalle 17.00 alle 9.00 (di mercoledì 29) *

mercoledì 29 gennaio 2020 dalle 17.00 alle 9.00 (di giovedì 30 gennaio) *

La beta pubblica si terrà il 31 gennaio e l’1 febbraio. Entrambe permetteranno ai giocatori di provare 2 delle 3 frenetiche modalità multigiocatore che saranno disponibili al lancio del gioco.

Per ulteriori informazioni sulle beta tecniche di Disintegration, tra cui i dettagli per la registrazione alla beta privata, visitate l’indirizzo https://www.disintegrationgame.com

Buona visione!

* Gli orari potrebbero subire modifiche

]]>
IL NUOVO TRAILER DI THE NEW MUTANTS https://www.senzalinea.it/giornale/il-nuovo-trailer-di-the-new-mutants/ Tue, 21 Jan 2020 10:15:10 +0000 https://www.senzalinea.it/giornale/?p=72725
Il nuovo film 20th Century Studios e Marvel Entertainment
arriverà nelle sale italiane il 2 aprile
Diretto da Josh Boone, il nuovo film 20th Century Studios e Marvel Entertainment The New Mutants arriverà nelle sale italiane il 2 aprile, distribuito da The Walt Disney Company Italia.
The New Mutants è un thriller con sfumature horror, originale e ambientato in un ospedale isolato dove un gruppo di giovani mutanti è rinchiuso per cure psichiatriche. Quando iniziano ad avere luogo degli strani episodi, le loro nuove abilità mutanti e la loro amicizia saranno messe alla prova, mentre cercano di fuggire.
Diretto da Josh Boone e scritto da Josh Boone e Knate Lee, il film vede nel cast la presenza di Maisie Williams, Anya Taylor-Joy, Charlie Heaton, Alice Braga, Blu Hunt e Henry Zaga. The New Mutants è prodotto da Simon Kinberg, p.g.a., Karen Rosenfelt, p.g.a. e Lauren Shuler Donner, mentre Stan Lee e Michele Imperato Stabile sono i produttori esecutivi.
Facebook
Instagram
Twitter
YouTube
Hashtag
#TheNewMutants

The New Mutants | Trailer Ufficiale Italiano

]]>
Fairy Tail: 100 Years Quest, nuove incredibili avventure per la gilda di Natsu Dragneel! https://www.senzalinea.it/giornale/fairy-tail-100-years-quest-nuove-incredibili-avventure-per-la-gilda-di-natsu-dragneel/ Tue, 21 Jan 2020 10:05:36 +0000 https://www.senzalinea.it/giornale/?p=71619 Fairy Tail è un manga creato da  Hiro Mashima per la rivista Weekly Shonen Magazine di Kodansha, che dal 2006 al 2017 ha venduto oltre 60 milioni di copie. Hiro Mashima nasce a Nagano nel 1977, dopo aver conquistato credito grazie a RAVE, opera serializzata su Weekly Shonen Magazine dal 1999 al 2005  ottiene la consacrazione e fama internazionale con FAIRY TAIL. Nel 2018 inizia la nuova opera EDENS ZERO. Fairy Tail: 100 Years Quest che è disegnato da Atsuo Ueda  già autore di Dr. Prisoner. Malgrado le perplessità di molti fan il lavoro di Ueda sorpassa le aspettative che si erano venute a crearsi,  il duo di mangaka restituisce le atmosfere che avevano fatto innamorare i lettori in passato. Mashima mette il lettore davanti a nuovi nemici, un’ idea interessante e rischiosa allo stesso tempo.

Fairy Tail è ambientato in un mondo fantasy chiamato Earthland dove la magia viene comprata e venduta come una merce qualsiasi ed è parte integrante della vita quotidiana dei suoi abitanti. Il protagonista Natsu Dragneel, è un mago che padroneggia la magia del dragon slayer di fuoco e che si trova in viaggio alla ricerca del suo padre adottivo scomparso, il drago Igneel.

+++ SPOILER ALERT+++

Fairy Tail: 100 Years Quest è uno spin-off nonchè sequel della serie Fairy Tail di Mashima,  l’opera è legata alle vicende precedenti, riprendendo i protagonisti subito dopo il finale della serie originale, è ed ambientata un anno dopo la fine di Fairy Tail. Natsu Dragneel e la sua gilda di maghi si imbarcano nel continente settentrionale di Guiltina per la 100 Years Quest, una missione che rimasta incompiuta per oltre un secolo. Il team apprende che la loro missione sarà quella di sigillare i Five Dragon Gods, un gruppo di draghi il cui potere minaccia di provocare la distruzione dell’intero pianeta. Il gruppo recluta un nuovo membro chiamata Touka , una strega  con un alter ego malvagio chiamata  che vuole impadronirsi dei poteri dei draghi. Touka è una ragazza dal cuore puro che sembra  innamorata di Natsu Dragneel , che in precedenza l’aveva salvata dai banditi durante il suo viaggio di addestramento, le vere intenzioni di Touka sono quelle  di cercare aiuto per esorcizzare se stessa dalla  Maga Bianca, che usa la capacità di rubare la magia agli altri.

Per tutte le informazioni potete consultare la pagina che Starcomics dedica al manga.

]]> OLIO DI PALMA: UN NEMICO REALE? https://www.senzalinea.it/giornale/olio-di-palma-un-nemico-reale/ Tue, 21 Jan 2020 05:35:49 +0000 https://www.senzalinea.it/giornale/?p=72476 Già da qualche anno, l’olio di palma è un nemico bandito da qualsiasi supermercato ed è diventato il più grande terrore di molte mamme. Ma quest’olio può essere realmente dannoso per la nostra salute? La risposta è si, ma dipende sempre dal  consumo che una persona fa. Chiariamo meglio il concetto, l’olio di palma è appunto un olio vegetale che viene estratto dai frutti dell’albero di palma utilizzato nell’industria dolciaria, ma in realtà vi è un altro olio vegetale maggiormente utilizzato a scopi industriale ed è il suo cugino l’olio di palmisto che viene estratto dai semi della stessa pianta. Entrambi gli oli hanno un alto contenuto di acidi grassi saturi, il primo ne contiene circa il 50%, mentre il secondo ben l’80%. Gli acidi grassi saturi, se in eccesso, sono responsabili dell’aumento del colesterolo LDL ed un valore elevato del suddetto colesterolo è associato ad un maggior rischio di sviluppare patologie cardio-vascolari (infarto cardiaco o ictus).

L’olio di palma/palmisto è spesso utilizzato in industria dolciaria per una semplice ragione: il costo. Infatti le spese, utilizzando il suddetto olio per la produzione di dolci, sono ridotte rispetto all’utilizzo del burro. Non pensiate quindi che l’abuso di burro sia salutare, infatti anch’esso contiene molti acidi grassi, addirittura in valore leggermente superiore a quello dell’olio di palma. Quindi assumere dolci, anche fatti in casa, può essere dannoso per la nostra salute così come per quelli industriali, poiché è l’eccesso di acidi grassi saturi a mettere in pericolo la nostra salute.

Nel 2016 la CONTAM (Gruppo esperti sui Contaminanti della Catena Alimentare) ha condotto uno studio per conto della EFSA (European Food Safety Authority) sui rischi cancerogeni di alcune sostanze (il 3- e 2- monocloropropanediolo o più brevemente MCPD) derivanti dagli acidi grassi contenuti nei cibi.  Il 2-MCPD ed il 3-MCPD sono sostanze che si sviluppano durante la lavorazione degli oli vegetali quando le temperature superano i 200°C. Generalmente tali temperature non vengono raggiunte durante la lavorazione industriale dolciaria dei suddetti oli, ma potrebbe essere raggiunta nella fase precedente di raffinazione.  Tali sostanze avrebbero dimostrato un effetto cancerogeno in vitro (cioè in provetta) in caso di alte concentrazioni, è difficile però che tali concentrazioni vengano raggiunte con la normale alimentazione. Nel 2018, in base all’analisi dei dati ottenuti da più recenti ricerche, l’EFSA ha stabilito che la dose quotidiana tollerabile di 3-MCPD è di 2 microgrammi per chilo corporeo. È anche importante sottolineare che sono diverse le sostanze alimentari che possono presentano lo stesso rischio cancerogeno, come ad esempio caffeina ed alcol; la CONTAM ritiene che il rischio cancerogeno dei derivati dell’olio di plama/palmisto non sia superiore a quello di altri alimenti e per tale ragione non è stato ritirato dal mercato.

L’olio di palma/palmisto non è quindi rischioso per la nostra salute di per sé, ma come per molti altri oli vegetali o alimenti ad alto contenuti di grassi insaturi, è un suo scorretto uso o meglio l’abuso che possono creare danno alla nostra persona.

]]>
COPPA ITALIA, ANCORA LA LAZIO PER UN NAPOLI IN PIENA CRISI: 5 ANNI FA LULIC NEGO’ LA FINALE AGLI AZZURRI https://www.senzalinea.it/giornale/coppa-italia-ancora-la-lazio-per-un-napoli-in-piena-crisi-5-anni-fa-lulic-nego-la-finale-agli-azzurri/ Tue, 21 Jan 2020 05:35:36 +0000 https://www.senzalinea.it/giornale/?p=72667 “Più giù di così non si poteva andare, più in basso di così c’è solo da scavare”: a pochi giorni dall’inizio del Festival di Sanremo uno dei versi di “Salirò”, la canzone che Daniele Silvestri portò al successo qualche edizione fa, descrive alla perfezione il momento del derelitto Napoli di Gattuso, battuto ed umiliato al San Paolo anche dalla Fiorentina di Iachini al termine di una prestazione di rara pochezza sia dal punto di vista tecnico che caratteriale.

Con la zona-retrocessione ormai all’orizzonte e con alle porte, nel prossimo turno di campionato, la Juventus capolista dell’ex Comandante, gli azzurri sono chiamati al riscatto nella sfida dei quarti di finale di Coppa Italia di stasera (ore 20:45) contro la Lazio, in gara unica, che potrebbe regalare l’ingresso in semifinale e lasciare aperto uno spiraglio per giocare di nuovo in Europa la prossima stagione.

I partenopei hanno anche l’occasione di rifarsi del beffardo k.o rimediato 10 giorni fa in campionato all’Olimpico, con il gol del solito Immobile nel finale causato dall’incredibile errore di Ospina e dal goffo tentativo di salvataggio di Di Lorenzo.

In Coppa Italia il bilancio delle 20 sfide complessive è abbastanza equilibrato, con gli aquilotti che hanno conquistato 9 vittorie contro le 7 degli azzurri.

Le due squadre si sono incrociate l’ultima volta nelle semifinali di 5 anni fa, e l’8 Aprile del 2015 fu il laziale Lulic (spesso decisivo per i biancocelesti in coppa…) a regalare la finale ai ragazzi di Pioli, siglando il gol del definitivo 1-0 al San Paolo dopo che la sfida di andata si era conclusa sull’1-1 grazie ai gol di Klose e Gabbiadini.

L’anno prima Napoli e Lazio si affrontarono nei quarti in gara secca al San Paolo, come accadrà stasera, e a decidere l’incontro a pochi minuti dalla fine fu Gonzalo Higuin, con una deviazione di tacco su tiro sbilenco di Callejon; il Napoli avrebbe poi vinto quella edizione della Coppa Italia battendo la Fiorentina in finale.

Da un successo contro la Lazio, allora in serie B, passò anche la vittoria della Coppa Italia del Napoli di Maradona, ottenuta in accoppiata con lo scudetto nella stagione 1986/87: il 27 Agosto del 1986 i ragazzi di Ottavio Bianchi e dell’ex Giordano si imposero all’Olimpico per 2-0 con i gol di Carnevale e Maradona.

www.laziowiki.org

Anche 10 anni dopo il sorprendente Napoli di Gigi Simoni giunse fino alla finale eliminando, durante il suo percorso, la più quotata Lazio, allora allenata da Zdenek Zeman: indimenticabile, dopo l’andata al San Paolo finita 1-0 con gol di Aglietti (e rigore fallito da Signori), fu il ritorno di quei quarti di finale.

Il 27 Novembre 1996 il Napoli, ridotto in 9 per le severe espulsioni comminate da Collina a Baldini ed Aglietti, riuscì a resistere, a conservare l’1-1 messo a segno da Caio (unico gol in maglia azzurra dell’attaccante brasiliano) ed a qualificarsi per le semifinali dove avrebbe eliminato l’Inter prima di arrendersi in finale al Vicenza di Guidolin.

L’anno dopo un Napoli allo sbando, da poco affidato a Carlo Mazzone, provò a fermare la corsa della Lazio agli ottavi di finale, rimediando però un mortificante 4-0 nella gara di andata a Roma: gli azzurri sfiorarono l’impresa nel “retour-match” del 19 Novembre 1997, vincendo per 3-0 con gol tra gli altri dell’ex “principe” giallorosso Giueppe Giannini (unico acuto in maglia azzurra anche per lui); Mazzone si sarebbe dimesso di lì a poco, e Giannini non sarebbe durato molto di più.

L’attuale DS laziale, Igli Tare, fu decisivo nella doppia sfida degli ottavi di finale della stagione 2007/2008, quando era il centravanti degli aquilotti: fu lui a siglare il gol del vantaggio il 17 Gennaio 2008, ed a nulla servì il pareggio di Domizzi in virtù del 2-1 con il quale i capitolini avevano vinto il match di andata.

Tare, insieme a mister Simone Inzaghi, è sicuramente uno degli artefici della grande stagione della squadra del patron Lotito, in piena corsa per lo scudetto: la speranza per il Napoli, oltre ad una prova di orgoglio, è che Immobile e compagni siano distratti dal campionato, anche perché il prossimo weekend è in programma il sentitissimo derby della Capitale.
In tempi di magra come questi bisogna attaccarsi a tutto, perché la luce in fondo al tunnel in questo momento sembra, sempre citando Daniele Silvestri, “un puntino lontano lontano”.

]]>
LE NUOVE USCITE IN LIBRERIA https://www.senzalinea.it/giornale/le-nuove-uscite-in-libreria/ Tue, 21 Jan 2020 05:35:24 +0000 https://www.senzalinea.it/giornale/?p=72189  

Con Gennaio inizia un nuovo anno. Il 2020, in libreria, si apre tra autrici e autori di culto e grandi maestri. Avremo attesi ritorni, sia per quanto riguarda filoni sospesi che scrittori che ci avevano messo in stand by. Una lista di belle storie è quello che ci vuole per iniziare l’anno con nuova energia e sono tante le interessanti novità che attendono gli appassionati di libri.

Se l’ Epifania tutte le feste si porta via, l’editoria a Gennaio riprende alla grande sfornando tantissime novità.

 

Olive, Again   di Elizabeth Strout

Il sequel di Olive Kitteridge, similmente al primo romanzo, prende la forma di tredici racconti correlati, ma discontinui in termini di narrativa.

 

La ricamatrice di Winchester   di Tracy Chevalier

Winchester, 1932. A trentotto anni Violet Speedwell sembra ormai inesorabilmente destinata a un’esistenza da zitella. La Grande Guerra ha preteso il suo tributo: il suo fidanzato, Laurence, è caduto a Passchendaele insieme a migliaia di altri soldati, e ora le «donne in eccedenza» come lei, donne rimaste nubili e con scarse probabilità di convolare a nozze, sono ritenute una minaccia, se non una vera e propria tragedia per una società basata sul matrimonio.
Dopo essersi lasciata alle spalle la casa di famiglia di Southampton, e le lamentele della sua soffocante madre, ferma all’idea che dovere di una figlia non sposata sia quello di servire e riverire i genitori, Violet è più che mai intenzionata a vivere contando sulle proprie forze.
A Winchester riesce in breve tempo a trovare lavoro come dattilografa per una compagnia di assicurazione, e ad aver accesso a un’istituzione rinomata in città: l’associazione delle ricamatrici della cattedrale.
Fondata dalla signorina Louisa Pesel e diretta con pugno di ferro dall’implacabile signora Biggins, l’associazione, ispirata a una gilda medievale, si richiama a un’antica tradizione: il ricamo di cuscini per i fedeli, vere e proprie opere d’arte destinate a durare nei secoli. Sebbene la Grande Guerra abbia mostrato a Violet come ogni cosa sia effimera, l’idea di creare con le proprie mani qualcosa che sopravviva allo scorrere del tempo rappresenta, per lei, una tentazione irresistibile.
Mentre impara la difficile arte del ricamo, Violet stringe amicizia con l’esuberante Gilda, i capelli tagliati alla maschietta, la parlantina svelta e un segreto ben celato dietro i modi affabili, e fa la conoscenza di Arthur, il campanaro dagli occhi azzurri e luminosi come schegge di vetro. Due incontri capaci di risvegliare in lei la consapevolezza che ogni destino può essere sovvertito se si ha il coraggio di sfidare i pregiudizi del tempo. Due incontri che insegnano anche che basta a volte un solo filo per cambiare l’intera trama di una vita.

 

Lo scarafaggio   di Ian McEwan

Un racconto lungo nel quale McEwan parte da un’idea buffa — rivisitare La metamorfosi kafkiana, la storia di un uomo che si risveglia all’improvviso trasformato in uno scarafaggio — per lanciare un j’accuse da progressista indignato contro il primo ministro Boris Johnson e il suo «do or die», la scelta di realizzare Brexit a tutti i costi entro il 31 ottobre.

 

La legge del sognatore   di Daniel Pennac

“La lampadina del proiettore è saltata in pieno Fellini. Minne e io stavamo guardando Amarcord a letto. “Oh, no, cazzo!” Ho piazzato una sedia sopra un tavolo e sono andato all’assalto di quell’arnese per cambiare la lampadina fulminata. Un gran botto, la casa si è spenta, sono franato giù con tutta la mia impalcatura e non mi sono più rialzato. Mia moglie mi ha visto morto ai piedi del letto coniugale. Nel frattempo io rivivevo la mia vita. Pare succeda spesso. Ma non si svolgeva esattamente come l’avevo vissuta”. Daniel Pennac

 

Ah l’amore l’amore   di Antonio Manzini

Una nuova indagine per Rocco Schiavone costretto ad indagare da un letto di un ospedale per un caso di malasanità. E intanto il vicequesto ha quasi cinquant’anni, certe durezze si attenuano, forse un amore si affaccia. Sullo sfondo prendono più rilievo le vicende private della squadra. E immancabilmente un’ombra, di quell’oscurità che mai lo lascia, osserva da un angolo della strada lì fuori.

 

La ragazza del sole   di Lucinda Riley

Electra d’Aplièse è una delle modelle più famose: bellissima, ricca e desiderata. Ma dietro l’immagine glamour e la fastidiosa attenzione dei paparazzi si cela una donna fragile, che fatica a reggere lo stress e le pressioni di un mondo in cui contano solo le apparenze.
Electra è la più giovane delle sorelle e mentre tutte le altre sembrano aver superato la morte del padre e aver trovato la felicità, lei si sente sempre più persa e sola. L’unico modo per andare avanti è anestetizzare il dolore, rifugiandosi in alcol e droghe, specialmente da quando è stata mollata dal suo fidanzato.
Ma c’è qualcuno che sta cercando di entrare a far parte della sua vita e tenta di contattarla in tutti i modi; si tratta di Stella Jackson, noto avvocato impegnato nella difesa dei diritti umani, che dice di essere sua nonna… Grazie ai suoi racconti, Electra scoprirà la storia travagliata della sua famiglia e l’importanza di lottare per coloro che ami.

La ragazza nuova   di Daniel Silva

In un esclusivo collegio svizzero, tutti si interrogano sull’identità di una bellissima ragazzina dai capelli corvini che ogni giorno arriva a scuola su una limousine scortata da un corteo di auto degno di un capo di Stato. Corre voce che sia la figlia di un ricchissimo uomo d’affari… In realtà suo padre è Khalid bin Mohammed, l’erede al trono dell’Arabia Saudita. Un tempo osannato per le sue audaci riforme religiose, ora è oggetto di aspre critiche per il ruolo che ha avuto nell’assassinio di un giornalista dissidente. E quando la sua unica figlia viene rapita, si rivolge al solo uomo in grado di trovarla prima che sia troppo tardi. Gabriel Allon, il leggendario capo dell’intelligence israeliana, ha trascorso gran parte della sua vita a combattere i terroristi, compresi i sanguinari jihadisti finanziati dall’Arabia Saudita. Il principe Khalid si è impegnato a spezzare il legame tra il suo regno e l’Islam radicale, e anche solo per questo lui lo considera un alleato prezioso. Ma accettando di aiutarlo, Allon si ritrova coinvolto in una cruenta guerra segreta per il controllo del Medio Oriente. Sui due piatti della bilancia ci sono la vita di un’innocente e il trono dell’Arabia Saudita. Sia lui che Khalid nel corso degli anni si sono fatti parecchi nemici. Ed entrambi hanno molto da perdere… “La ragazza nuova” è al tempo stesso un thriller adrenalinico e un lucido ritratto delle alleanze politiche e delle rivalità tra grandi potenze in un mondo pericoloso.

Una donna normale   di Roberto Costantini

Aba Abate è una donna normale. Suo marito Paolo, pubblicitario aspirante scrittore, è un uomo colto ma con scarso senso pratico. I suoi figli, Francesco e Cristina, sono adolescenti e, come tutti i ragazzi a quell’età, problematici e conflittuali. La sua unica vera amica sin dai tempi della scuola, Tiziana, ha una libreria e da single continua a cercare il grande amore. Aba si rivolge a lei in cerca di un aiuto per le aspirazioni di romanziere del marito. Aba fa di tutto per tenere unita la sua famiglia e i suoi affetti, ma non è sempre facile per via del suo vero lavoro. Perché Aba Abate in realtà è anche «Ice».
Non una semplice impiegata ministeriale come credono i suoi familiari, ma una funzionaria dei Servizi segreti con un compito delicatissimo: reclutare e gestire gli infiltrati nelle moschee. È proprio da un suo informatore che Aba apprende una notizia potenzialmente catastrofica: in Italia sta arrivando via mare dalle coste libiche un terrorista pronto a farsi esplodere. La scadenza: una settimana. Aba si trova costretta a intervenire in prima persona anche sul campo, in Libia e in Niger. E per avere una pur minima speranza di successo deve avvalersi della collaborazione di un agente del posto, il professor Johnny Jazir, un uomo che la trascina gradualmente in una spirale in cui tutti i suoi valori sono messi in dubbio.
Le missioni si moltiplicano, le emergenze familiari e lavorative si sovrappongono nel giro di pochi, frenetici giorni, e quando niente va come dovrebbe il mondo di Aba – quello professionale, ma anche quello degli affetti e dell’amore per il quale ha sempre così tenacemente lottato – comincia inesorabilmente a crollarle addosso.
Possono davvero coesistere Aba e Ice?

 

La signora del martedì   di Massimo Carlotto

Bonamente Fanzago è un attore porno in disarmo. Tiene duro aspettando che ogni martedì una donna misteriosa paghi i suoi servizi da gigolò alla pensione Lisbona, un alberghetto da poco dove il proprietario, il signor Alfredo, vive la sua condizione di travestito nascondendosi da un ambiente ipocrita e perbenista. Quando un imprevisto darà il via a una girandola di effetti collaterali, per i tre diventerà questione di vita o di morte scavare dentro di sé e nel proprio passato per tirarsi fuori dai guai.

 

]]>
I giochi Naughty Dog arriveranno su PC? https://www.senzalinea.it/giornale/i-giochi-naughty-dog-arriveranno-su-pc/ Mon, 20 Jan 2020 14:13:23 +0000 https://www.senzalinea.it/giornale/?p=72666 Parlare di esclusive in questo periodo storico è sempre più difficile; ne danno conferma le news degli ultimi giorni e un annuncio di lavoro di Naughty Dog che sul proprio sito ufficiale ha pubblicato un annuncio in cui è alla ricerca di grafici specializzati nell’architettura delle schede grafiche  AMD GNC e Nvidia CUDA.

Nella descrizione del posto di lavoro viene indicato che il suo compito sarà quello di sviluppare“nuove tecniche di rendering e migliorare le tecniche attualmente disponibili”

Tra le principali capacità richieste ci sono una elevata conoscenza della matematica, soprattutto quella 3D, e una conoscenza approfondita delle GPU, le API di programmazione DirectX 12 e Vulkan e degli shader HLSL/GLSL.

Dato  che le caratteristiche richieste non collidono con quelle, più o meno conosciute della Playstation 5, molti credono che la casa di sviluppo californiana sussidiaria Sony potrebbe convertire su PC alcuni dei suoi titoli. Non ci resta che aspettare!

Fonte: Naughty Dog

]]>