Festa della Mamma 3.0: la survey e la wishlist di Wiko per le mamme sempre più hi-tech

Festa della Mamma: qual è il rapporto delle mamme con la tecnologia?

Secondo il nuovo sondaggio condotto da Wiko, complice l’accelerazione digitale dovuta alla pandemia e la disponibilità di device intuitivi e user-friendly, è sempre più virtuoso

Le mamme utilizzano con padronanza lo smartphone (64%), soprattutto per informarsi, navigare sui social e in Rete. Tra i regali hi-tech, però, i dispositivi IoT battono il cellulare

La Festa della Mamma è alle porte e, con essa, parte la corsa al regalo. Perché stando ai risultati del nuovo sondaggio condotto da Wiko, brand franco-cinese di smartphone, il 62% dei rispondenti non mancherà di omaggiare la propria mamma con un pensiero.

L’occasione va celebrata e, seppur il budget previsto sia nel 78% dei casi inferiore a 100€, tante sono le opzioni di scelta. Non mancheranno i regali più tradizionali, ma sempre graditi, come fiori, profumi o prodotti di bellezza, ma anche la categoria hi-tech pian piano inizia a farsi strada.

Il 16% dei rispondenti, parte della community Instagram di Wiko, ha infatti dichiarato che valuterà un prodotto tecnologico come regalo. Non vince lo smartphone in questa occasione. Convincono invece i prodotti IoT, come gli auricolari e le cuffie wireless. Sono prodotti dal costo contenuto, pratici e comodi, cadeau ideali per ascoltare playlist, isolarsi durante call e appuntamenti di lavoro, lavorare in modalità hands free.

Il 16%, si diceva, è una percentuale ancora contenuta, ma che ha tutte le carte in regole per crescere anno dopo anno, visto che il binomio mamma-tecnologia è sempre più virtuoso.

Lontani da luoghi comuni e stereotipi, secondo il 64% del campione, le mamme hanno un ottimo rapporto con la tecnologia e, in particolare, con lo smartphone. Lo utilizzano con padronanza e facilità: è il loro personal device e sanno come maneggiarlo e sfruttarlo al meglio.

Da una parte l’industria telco ha sicuramente fatto enormi progressi, concependo e mettendo sul mercato device sempre più user friendly – caratteristica apprezzata, tra le altre cose, negli smartphone Wiko, grazie alla loro interfaccia estremamente intuitiva – dall’altra l’accelerazione dovuta alla pandemia ha dato una spinta ulteriore in direzione della digitalizzazione dei consumatori, senza esclusione alcuna per le mamme.

Come utilizzano, quindi, queste mamme 3.0 lo smartphone?

Per il 61% dei rispondenti al sondaggio di Wiko l’uso quotidiano è legato soprattutto alla navigazione su Internet, per informarsi e restare aggiornate, ma anche per interagire e svagarsi sui social. Il restante 39% invece utilizza lo smartphone essenzialmente per conciliare vita lavorativa, impegni scolastici e incombenze in famiglia.

A proposito di social, il sondaggio di Wiko, rivolgendosi questa volta ai figli ha voluto fare luce su una questione talvolta scomoda e spinosa: la mamma è ammessa tra i propri follower o no?

Sorprendentemente sì. Oltre metà di chi ha partecipato alla survey non ha problemi ad avere la mamma e, in generale, i propri genitori tra i follower. Lo sostiene il 57% del campione. Probabilmente ci sarà il rischio (calcolato) che “ficcheranno un po’ il naso” negli affari, nei post e nelle stories dei loro figli, ma è anche vero che saranno i primi a sostenerli con un like in più.
Meglio quindi non escluderli!

WIKO
Wiko SAS è stata fondata nel 2011 a Marsiglia in Francia. Oggi opera in oltre 30 Paesi in tutto il mondo, entrando tra i marchi top di smartphone in Europa. Forte del suo successo nel mercato europeo, l’azienda è in crescita nel mercato internazionale in Asia, Africa, Medio Oriente e ora negli Stati Uniti. È membro di French Tech, un’agenzia governativa che promuove l’innovazione e la creazione digitale. Wiko è parte di Tinno Mobile Technology Corp., l’innovativa azienda specializzata nello sviluppo e nella produzione di smartphone, fondata nel giugno 2005 a Shenzhen, in Cina. Il gruppo oggi ha 7 centri di ricerca e sviluppo e 3 siti di produzione che rappresentano 300.000 metri quadrati di area industriale. Tinno conta ora circa 4.000 dipendenti in tutto il mondo.

Please follow and like us:

Biografia Danilo Battista

Danilo Battista
Appassionato sin da piccolo della cultura giapponese, è stato rapito tanti anni fa da Goldrake e portato su Vega. Tornato sulla Terra la sua viscerale passione per l'universo nipponico l'ha portato nel corso degli anni a conoscere ed amare ogni sfumatura della cultura del Sol Levante. Su Senzalinea ha cominciato a scrivere di tecnologia e di cosplay. Da diverso tempo gestisce la sezione "Nerdangolo" ma ha promesso che un giorno, neanche tanto lontano, tornerà su Vega...

Check Also

Fantasy Voice: dal 17 maggio parte la campagna Kickstarter per la rivista stampata

Lunedì 17 maggio partirà la prima campagna Kickstarter di Fantasy Voice, servizio di informazione dedicato …