I crampi muscolari…un disturbo comune a tutti

Quando si corre, si dorme, si fa sport, può capitare di avvertire un’improvvisa ed involontaria contrazione dolorosa di uno o più muscoli: si tratta di crampi muscolari che si verificano generalmente nella zona posteriore della gamba o della coscia, nella pianta dei piedi e dei polpacci, ma possono interessare anche le braccia. Durante un crampo i muscoli non riescono a rilassarsi immediatamente e ciò provoca un dolore intenso, che sparisce da solo nel giro di qualche minuto, a volte però capita che il dolore o fastidio persiste per diverse ore nel muscolo interessato o nelle zone vicine. L’utilizzo eccessivo di un muscolo può essere una delle cause per spiegare perché si verificano crampi improvvisi, infatti un muscolo affaticato, in presenza di clima caldo, è facile che perda acqua e sali minerali con la sudorazione. In generale, comunque, i crampi si verificano quando i muscoli saturi di acido lattico ( che si forma a seguito di sforzi prolungati), non ricevono più la quantità di ossigeno e Sali minerali necessari per l’estensione delle fibre muscolari, rimanendo così contratti e provocando dolori acuti e localizzati. Quindi squilibri elettrolitici, ma anche posture errate che impediscono il normale flusso sanguigno, nonché l’assunzione di alcuni farmaci diuretici che promuovono l’eliminazione di liquidi, possono provocare crampi.

Una dieta povera di calcio, magnesio e potassio influisce sulla comparsa dei crampi, poiché questi elementi rafforzano e rilassano i muscoli, riducendone stanchezza ed affaticamento oltre a promuovere la corretta circolazione sanguigna. Non solo, anche la mancanza di vitamina D può incidere nella comparsa di tali contratture.

Oltre ad integrare questi elementi, è molto importante l’idratazione sia per prevenire sia per trattare i disturbi muscolari: l’acqua infatti contribuisce ad attivarla circolazione e migliora il trasporto dell’ossigeno verso le cellule. Molto importante sono anche  gli esercizi di  stretching e praticare un riscaldamento prima di ogni allenamento. Se poi si è colpiti da crampi, non c’è nulla da temere! E’ fondamentale fermarsi immediatamente cercando di allungare il muscolo interessato, ad esempio qualora il crampo dovesse interessare il polpaccio, si spingerà in maniera dolce la punta del piede verso il ginocchio, massaggiando dolcemente la zona interessata.

Please follow and like us:

Biografia Giuseppina Nesta

Farmacista, esperta in piante medicinali, fitoterapia, cultrice di omeopatia, specializzata in Scienze della Nutrizione, Nutrigenetica, Farmacista Vegano, Pman Cosmetico.Entusiasta della professione che cerca di difendere e coltivare, vivendo la farmacia in tutti i suoi aspetti.

Check Also

MALATTIA DI LYME

Il mondo delle infezioni è invisibile, ma al tempo stesso enorme e molto variegato; i …