Il cloud streaming permetterà agli utenti di Nintendo Switch di giocare a titoli”tripla A”? Capcom ci prova con Resident Evil 7!

E’ noto che Nintendo dai tempi del Gamecube, console uscita sul mercato nel lontano 2001, ha deciso di non essere più al passo con i tempi. Dal lancio del Wii in poi il colosso di Osaka ha puntato all’originalità, realizzando console tecnicamente inferiori alla concorrenza ma con elementi distintivi unici. L’ultima console ibrida di casa Nintendo non fa eccezione, Switch, ha un hardware  basato su Nvidia Shield, set-top box basato su Android uscito nel 2015.

Le vendite sono, come al solito, trainate giochi  sviluppati da Nintendo, mentre titoli di “terze parti” (di sviluppatori esterni n.d.r.) non sempre riescono a conquistare i cuori del fan della casa di Mario Bros dato che la maggior parte dei giochi di queste ultime generazioni hanno un impatto grafico che le console Nintendo non sono in grado di gestire.

Per questo motivo molti titoli “tripla A” ( giochi con alti costi di sviluppo n.d.r.) non hanno visto la luce sulle varie console Nintendo se non in edizioni rivedute e corrette ( perchè “ridotte” fa brutto). A tal proposito stamattina Activision ha ufficializzato il rumor che Call Of Duty Black Ops IIII (si, si scrive proprio così) non vedrà luce sulla console Nintendo.

Ma perchè questo lungo preambolo? Perchè la news del giorno è che Capcom ha deciso di realizzare un porting di Resident Evil 7 per Nintendo Switch. Il titolo ovviamente è tecnicamente fuori portata per le limitate capacità hardware di Switch, Capcom ha quindi deciso di realizzare una versione molto particolare del suo videogioco horror: una versione giocabile in cloud streaming. Ma di cosa si tratta?

Il servizio in realtà esiste su altre piattaforme da diversi anni. Chi offre il servizio permette di giocare attraverso internet in remoto a titoli che girano su un hardware molto potente. Questo a patto di avere una eccellente connessione internet con  ping e jitter basso ( ping e jitter sono 2 valori che influiscono notevolmente sulla qualità della connessione internet n.d.r.).

Dal 24 maggio i giocatori nipponici potranno scaricare il client di gioco gratuitamente e provare Resident Evil 7 Cloud edition  per 15 minuti.

Successivamente per 2.000 Yen (circa 15€) si potrà acquistare una licenza di gioco che varrà (aggiungo SOLO) 180 giorni. Questa versione  conterrà i DLC Filmati Confidenziali Volume 1 e 2.

Al momento non è noto se Capcom sia intenzionata a pubblicare Resident Evil VII Cloud Edition in occidente.

Please follow and like us:

Biografia Danilo Battista

Appassionato sin da piccolo della cultura giapponese, è stato rapito tanti anni fa da Goldrake e portato su Vega. Tornato sulla Terra la sua viscerale passione per l'universo nipponico l'ha portato nel corso degli anni a conoscere ed amare ogni sfumatura della cultura del Sol Levante. Su Senzalinea ha cominciato a scrivere di tecnologia e di cosplay. Da diverso tempo gestisce la sezione "Nerdangolo" ma ha promesso che un giorno, neanche tanto lontano, tornerà su Vega...

Check Also

Dampyr 258 – Dottor Dolore – Recensione

Scorre impetuoso in Dampyr, forse molto di più che in qualsiasi altra serie pubblicata da …