IL DOLORE TORACICO

Il dolore al petto fa paura! Molti di noi temono un possibile infarto miocardico in agguato e spesso la comparsa anche di un minimo fastidio al torace ci manda nel panico costringendoci a correre al primo pronto soccorso. Ma il dolore al torace è sempre segnale di un attacco cardiaco o possono esserci diversi altri motivi? Vediamo insieme le cause più comuni e come comportarci in caso di dolore toracico.

La toracoalgia è un sintomo molto frequente nei pronto soccorso e da solo rappresenta circa il 5-7% degli accessi nelle strutture d’urgenza.

Il dolore al petto è un senso di malessere che si avverte a livello del torace e che può irradiarsi anche verso il collo e le mascelle; può localizzarsi sia nella porzione anteriore del torace che in quella posteriore o in entrambe. Gli organi contenuti all’interno del torace sono diversi come: cuore, polmoni, esofago, aorta, ossa, articolazioni, muscoli e un qualsiasi problema ad una delle precedenti strutture anatomiche citate può causare un dolore toracico. Inoltre anche organi non compresi nel torace, come ad esempio lo stomaco, possono causare dolore al petto.

Il dolore toracico può presentarsi in diversi modi, sordo, opprimente, costrittivo, trafittivo, puntorio (localizzato in un singolo punto), può associarsi anche ad altri sintomi come sudorazione, nausea, vomito.

Le cause più comuni di dolore toracico generalmente sono:

  • Dolori muscoloscheletrici (infiammazione delle articolazioni costali o dei muscoli o dei nervi toracici)
  • Disturbi dell’apparato gastro-intestinale come: reflusso esofageo, spasmo esofageo, gastriti, ulcera gastrica, ernia iatale o colica biliare
  • Ischemia cardiaca acuta
  • Pleurite, cioè infiammazioni della pleura (membrane che rivestono i polmoni) o pneumotorace (cioè rottura con ingresso di aria all’interno della pleura)
  • Pericardite, infiammazione del pericardio (membrana che riveste il cuore)

Ovviamente la patologia che preoccupa maggiormente e che necessità di cure urgenti è l’ischemia cardiaca acuta. In questo caso il dolore tipico è caratterizzato da senso di oppressione, affanno, sudorazione, dolore irradiato alla mascella ed eventualmente a spalle ed arti superiori. Si deve specificare che il dolore cardiaco può presentarsi con tutti i sintomi sopracitati o solo alcuni di essi o in alcuni casi essere anche del tutto asintomatico.

Pur essendo vero che buona parte dei dolori toracici che giungono in pronto soccorso sono fortunatamente “falsi allarmi” di infarto miocardico acuto è comunque necessaria una valutazione per escludere le complicanze cardiache, Quindi è consigliato rivolgersi al pronto soccorso in caso di:

  • dolore toracico di prima insorgenza, soprattutto in quei pazienti con elevato rischio cardiovascolare (obesi, ipertesi, diabetici, fumatori, pazienti con elevati valori di colesterolo)
  • dolore toracico in pazienti con nota patologia cardiaca vascolare e con sintomi simili ad un precedente attacco ischemico

Magari pazienti giovani con basso rischio cardiovascolare, con già nota patologia gastrica o polialtralgie toraciche e che più volte hanno effettuato valutazioni d’urgenza, potrebbero evitare di farsi prendere dal panico e magari attendere l’eventuale evoluzione dei sintomi prima di rivolgersi ad una struttura d’urgenza.

In ogni caso la valutazione in pronto soccorso comprende: valutazione clinica da parte del medico ed elettrocardiogramma. Le indagini sono fondamentali in primo luogo per escludere cause pericolose per la vita come ad esempio un infarto miocardico acuto. In caso di sospetta ischemia cardiaca è necessario prelievo e monitoraggio degli enzimi cardiaci.

Ovviamente è il medico di pronto soccorso che deve dare indicazioni sugli accertamenti da effettuare con l’obiettivo primario di escludere patologie d’urgenza ed applicare gli eventuali iter diagnostici e terapeutici necessari.

Please follow and like us:

Biografia Luca Fontanella

Luca Fontanella
Sportivo e dinamico, da sempre la sua passione è la medicina e lo dimostra con la dedizione e serietà che mostre nel suo lavoro con oltre trenta pubblicazioni scientifiche e più di quaranta partecipazioni come relatore a convegni scientifici nazionali e internazionali. Attualmente è Dirigente di Primo Livello, Reparto di Medicina Interna, al Fatebenefratelli di Napoli

Check Also

Dermatite da stress: cause, sintomi, rimedi

Lo stress è un problema che riguarda tantissime persone e che ha conseguenze non solo …