Il Lucca Comics & Games di Datmommy

Senzalinea continua la collaborazione con la splendida Datmommy, dopo l’ intervista e il reportage dal Cavancon, Federica torna sulle pagine di Senzalinea per raccontarci la sua esperienza al Lucca Comics & Games.

dot1

Salve ragazzi! Sono Datmommy, madre, streamer e cosplayer (ebbene sì, la tipica donna multitasking con zero senso dell’orientamento), e questa volta vi parlerò del Lucca Comics&games 2016! Tempo fa ho deciso di comprare  i biglietti online, con tanto di opzione “salta fila” e spedizione a casa, credevo di aver fatto una “genialata”, ma ahimè siamo in Italia: la spedizione è stata lenta e difficile… un vero parto! E non sono stata l’unica a trovare difficoltà, alcune persone non li hanno mai ricevuti!

dot2

Dopo mille e-mail sono riuscita ad entrarne in possesso (che frase ad effetto!) dei tagliandi anche se ho dovuto chiamare IO il corriere e sono dovuta andare A RITIRARLI PERSONALMENTE (in pratica mi sono fatta la consegna da sola!!). I biglietti mi erano costati una fortuna e non avevo tempo per fare storie dato che li ho ricevuti 2 giorni prima della partenza.

dot3

Quest’anno ho affittato un appartamento a Massarosa, un ridente paesino composto da 2 case, di cui una era occupata dal mio padrone di casa, dalla madre e da me . La Fiera era ovviamente stracolma di gente. Il parcheggio si trovava facilmente (nei paesi vicini) a circa venti minuti dalla fiera… ad essere fortunati ovviamente. C’era gente da ogni dove. Non solo italiani ma spagnoli, tedeschi, americani, inglesi e tanti  giapponesi!

dot4

 Il fine settimana è stato anche peggio, non si poteva respirare tanta la gente che percorreva le strade. Anche se  personalmente non ho avuto questo problema dato che, per tutto il tempo, sono stata circondata da gente che mi  seguiva (lo so, le tette attirano molti fotografi ahahahahaha). A proposito di fotografi: erano tantissimi e fotografavano ogni cosa, credetemi…OGNI SINGOLA COSA.

dot5

I fotografi mi hanno chiesto tante di quelle foto che non riuscivo a muovermi , però fungevano da barriera nei confronti della massa di persone che riempivano le strade , le opzioni erano morire soffocata nella calca o camminare più lenta di una lumaca. Per fare 1Km ci avrò impiegato tre giorni! Ovviamente ci scherzo su,  ho lavorato un bel po’ al mio cosplay e rifiutare anche solo una foto  sarebbe stato un sacrilegio!

dot6

Quest’anno a Lucca ero Sivir, Regina delle battaglie. È un campione di League Of Legends, un MOBA gratuito al quale vi invito a giocare (Pubblicità occulta inside ahhah). La creazione del mio cosplay ha avuto una gestazione abbastanza lunga. Come  sapete  sono una madre, e ovviamente non ho molto tempo da dedicare alle cose che mi piacciono. E dato che sono una streamer,  invece di lavorare al cosplay  preferivo parlare con i miei viewers. Alla fine per unire l’utile al dilettevole, ho streammato quasi tutta la lavorazione del cosplay!

dot-7

Nonostante la mia titubanza nell’indossare il costume, i fotografi hanno reso onore al mio lavoro. Per non parlare delle persone che scattavano foto con i cellulari! Sapete, Sivir è stato il mio primo vero cosplay. Avevo già indossato i panni di un campione di League of Legends al Comicon di Napoli, (portai Nidalee), ma non avendo avuto molto tempo (ed essendo la mia primissima esperienza) avevo commissionato la parte di armi e ossa del costume.

dot8

Per Lucca invece ho fatto tutto da sola: Sivir è stata la mia prima armatura e la mia prima arma…e soddisfazione personale, il mio chalicar (l’arma n.d.r.) roteava veramente! Come immaginare, non ero  l’unica cosplayer. Erano molti, moltissimi; coloravano le strade, e ti facevano sognare con le loro interpretazioni. E tutta questa magia sembrava essere la normalità. Solo a Lucca puoi camminare per strada vestita da Sivir, minacciando gente di morte, senza finire in prigione o al manicomio!

dot9

Oltre ai coloratissimi cosplayer, il Lucca Comics & Games ha avuto ospiti importanti che catturavano  l’ attenzione di tutti. Si vivevano tante belle emozioni quando gli speaker annunciavano, commentavano, scherzavano su gare e partite. Ogni giorno è stato organizzato per essere speciale, ogni giorno è stato un’avventura: sfilate, manifestazioni, gare, convegni. Anche quest’anno Lucca per una manciata di giorni si è trasformata, diventando la città dei sogni di molti ragazzi.

dot10

Sicuramente la mia esperienza è stata positiva (ho anche fatto la foto con the Merluzz! Ma soprattutto seguito il concerto di Cristina D’ Avena, cantante costatami un pezzo d’ armatura), e non vedo l’ora di tornarci. Consigli per il prossimo Lucca Comics&Games? Non andate nei ristoranti la sera sperando di trovare posto se prima non avete prenotato: è impossibile trovare posto! Per fare foto in cosplay, o uscire la sera, la zona Fontana è il massimo. Quando vi fotografano prendetevi tutto il tempo che volete, anche se c’è altra gente che vuole essere fotografata… altrimenti avrete splendide foto rovinate da pessime pose. Ma soprattutto non mangiate la PIZZA!

dot11

Vi ricordo infine tutti i link social di Datmommy:

 

Please follow and like us:

Biografia Danilo Battista

Appassionato sin da piccolo della cultura giapponese, è stato rapito tanti anni fa da Goldrake e portato su Vega. Tornato sulla Terra la sua viscerale passione per l'universo nipponico l'ha portato nel corso degli anni a conoscere ed amare ogni sfumatura della cultura del Sol Levante. Su Senzalinea ha cominciato a scrivere di tecnologia e di cosplay. Da diverso tempo gestisce la sezione "Nerdangolo" ma ha promesso che un giorno, neanche tanto lontano, tornerà su Vega...

Check Also

DRAGON BALL Z: KAKAROT + A NEW POWER AWAKENS SET è disponibile

In DRAGON BALL Z: KAKAROT + A NEW POWER AWAKENS SET, disponibile  per Nintendo Switch, i …