Il maestro e la “DAB”: la didattica ai balconi nei Quartieri Spagnoli

A seguito dell’incremento preoccupante dell’andamento del contagio in Campania, come sappiamo, il Presidente della Regione, Vincenzo De Luca, ha disposto, tramite ordinanza, la chiusura delle scuole, di ogni ordine e grado, in modo che le lezioni si svolgano attraverso la didattica a distanza, riducendo la mole degli spostamenti e degli assembramenti, specie sui mezzi pubblici. La decisione ha suscitato non poche polemiche e, negli scorsi giorni, numerosi genitori, studenti e pure docenti hanno manifestato il loro disappunto. Probabilmente, anche sotto la spinta di queste pressioni, dopo l’apertura dei nidi e delle scuole materne, a partire da lunedì torneranno in aula pure le primarie. Per quanto riguarda medie e superiori, invece, proseguiranno le lezioni online.
Chiaramente, ogni giorno non trascorso tra i banchi di scuola è una grave perdita in quanto, di certo, la dad può essere un valido supporto ma essa non può sostituire, soprattutto nel caso dei più piccoli, le attività e gli insegnamenti in classe con l’apporto diretto degli insegnanti. Dipoi, non tutte le famiglie possono permettersi di fornire adeguati mezzi e, quindi, spesso si creano anche situazioni di ulteriore disagio.

A tal proposito, c’è da segnalare una bellissima e originale iniziativa di un giovane maestro di Napoli che, in poche ore, ha fatto il giro del web suscitando grande ammirazione in tutta Italia. Ci riferiamo alla DAB, ovvero la didattica al balcone che Tonino Stornaiuolo, insegnante alle elementari, con mascherina e libri di Gianni Rodari, ha deciso di portare ai piccoli scolari nei Quartieri Spagnoli, proprio sotto ai balconi e alle finestre dei vicoli. L’aspetto ancora più ammirevole di questa idea è che ad assistere alle lezioni si sono affacciati pure genitori e persone più adulte, creando un momento di condivisione culturale e di gioia collettiva.

“In Campania parte la Dad. Io e i bambini delle classi proveremo invece la DAB – didattica ai balconi. Passerò sotto i balconi, i palazzi, le strade, le case, i vicoli di ognuno di loro e continuerò quello che avevamo lasciato sospeso in classe : leggere Rodari e partire da quei testi per dare una consegna. In questi tempi difficili, dove la situazione è seria, il tempo di incertezza e paura la fa da padrone. Lasciamo sperare e credere ai bambini che nel rispetto di ogni regola, piccoli gesti di condivisione sono ancora possibili. A distanza, mascherati, da soli, ma nulla è perduto. È un tempo difficile, facciamo di necessità virtù”.
Queste le parole sul suo profilo Facebook di Tonino Stornaiuolo, il quale poi, con un altro post, sulla sua esperienza,ha aggiunto: “Vengo ora stanco ma super carico, dalla giornata di didattica ai balconi… …la bellezza di vedere i bambini felici, di narrare con e per loro…nelle strade, nei vicoli dai balconi… L’emozione e la gratitudine dei genitori era incontrollabile, ma sono io che ringrazio loro… …Abbiamo letto Rodari con la gente che si affacciava dai palazzi e dai bassi… … Eravamo distanziati, mascherati, pochi e nella più totale sicurezza… … La situazione attuale è delicata e seria, ma noi dobbiamo mostrare ai bambini che le difficoltà, insieme, possono essere superate… …Non ho tante altre parole perché ancora frastornato dalle emozioni e dagli occhi dietro le mascherine… Di necessità virtù”.

Please follow and like us:

Biografia Angelo Potenza

Angelo Potenza
Nato a Potenza nel 1993. Dopo aver conseguito la maturità classica nella si è iscritto alla facoltà di Giurisprudenza della Università Federico II di Napoli, dove attualmente vive."La Storia, la scrittura e il mondo dell'informazione sono le mie passioni più grandi. E poi, naturalmente, c'è Napoli, insieme a tutta la nostra terra, a far da sfondo non solo agli occhi ma ad ogni pensiero."

Check Also

Campania: da domani scuole aperte per i bimbi fino ai 6 anni d’età

Finalmente da domani Mercoledì 25 Novembre, anche in Campania riapriranno le scuole. Questa è stata la …