(c) 2017 - UEFA

Il Napoli può sorridere, le rivali di champions saranno Shakhtar Donetsk, Manchester City e Feyenoord

Ieri  sera alle 18 si sono svolti al Grimaldi Forum di Montecarlo i sorteggi dei gironi della Champions League 2017/2018. La competizione terminerà il 26 maggio 2018 con la finale allo Stadio Olimpico di Kiev, in Ucraina. Il Napoli dopo aver regolato il Nizza con un doppio 2 a 0 partecipa, per la prima nella sua storia, per il secondo anno consecutivo alla massima competizione continentale. Come noto, le partecipanti erano divise il 4 fasce:

(c) 2017 – Eurosport.it

Dal tabellone pubblicato ieri da Eurosport si evince che i pericoli maggiori provenivano dalla seconda fascia, dato che la prima fascia a parte il Real e Bayern comprendeva squadre abbastanza abbordabili ( compreso un Chelsea in crisi). Per assurdo anche la quarta fascia riservava almeno 4 squadre ostiche. Nella terza fascia, quella del Napoli e della  Roma, spiccavano il Liverpool ed il Tottenham, ma come è noto il Napoli non poteva pescare né altre squadre italiane , né squadre della terza fascia.

A differenza del passato l’ urna è stata  abbastanza benevola  con il Napoli che è finito nel Gruppo F, composto dagli ucraini dello Shaktar Donetsk, gli inglesi Manchester City e gli olandesi del Feyenoord.

Questo il calendario delle partite del Napoli:

  • Shakhtar – Napoli        13 settembre
  • Napoli- Feyenoord       26 settembre
  • City – Napoli                   17 ottobre
  • Napoli – City                   1 Novembre
  • Napoli – Shakhtar        21 Novembre
  • Feyenoord – Napoli     6 dicembre

LE PAGELLE DELLE AVVERSARIE:

Shakhtar Donetsk – VOTO 6

(c) 2017 – GOAL.COM

Il Futbol’nyj Klub Šachtar (in ucraino: Футбольний Клуб Шахтар), conosciuto anche come Shakhtar Donetsk, è una società calcistica ucraina di Donec’k. La squadra appartiene al magnate Rinat Leonidovič Achmetov che, con i suoi investimenti, ha portato la squadra ucraina ai vertici del calcio nazionale ed europeo. In tempi recenti lo  Shakhtar  ha vinto l’Europa League nel 2009 ed ha raggiunto i quarti della Champions League nel 2011. Negli ultimi anni però la guerra civile tra Ucraina e Russia ha procurato parecchi grattacapi allo Shakhtar, tra cui la vera e propria “fuga” di diversi giocatori stranieri. Malgrado questo la rosa della squadra ucraina è composta da ben otto giocatori brasiliani, anche se non di primissima fascia. L’allenatore portoghese Paulo Fonseca predilige un gioco abbastanza offensivo, cosa molto positiva per la squadra di Sarri. Tra i giocatori da segnalare: Andrij P″jatov, portiere della nazionale ucraina, il capitano croato Darijo Srna e l’attaccante argentino con passaporto italiano Facundo Ferreyra. Probabilmente la “peggiore” delle squadre di prima fascia.

Manchester City – Voto 8

(c) 2017 – GOAL.COM

La sfida tra Guardiola e Sarri rappresenta “la grande bellezza” del calcio moderno. I due allenatori prediligono un calcio spettacolare con soluzioni spesso innovative. Il Manchester City Football Club appartiene allo sceicco degli E.A.U. Manṣūr bin Zāyed Āl Nahyān ( il cui patrimonio è stimato 1.42 milardi di Dollari) che nel corso degli 9 anni di proprietà ha compiuto diverse campagne acquisti a dir poco faraoniche, che hanno portato nei quasi sulla sponda dei “citizens” tantissimi fuoriclasse e moltissimi allenatori di livello come Roberto Mancini Manuel Pellegrini e ultimo Josep Guardiola. Ma le soddisfazioni non sono state molte, a parte due Premiere League, 2 Coppe di Lega ed una F.A. Cup, il Manchester City ha deluso non poco le aspettative, sopratutto in campo internazionale. L’anno scorso ‘ arrivo di “Pep” Guardiola non ha cambiato le cose,  dopo una partenza a razzo con 10 vittorie, la squadra ha avuto un calo di rendimento che l’ha portata ad una stagione fallimentare, terza in campionato, senza conquistare nessun titolo, neanche in patria. La rosa è comunque di altissimo livello, tra i giocatori migliori il duo belga Kompany/De Bruyne, compagni di nazionale di Mertens ed “El KunAguero, prolifico attaccante argentino. Malgrado i risultati degli ultimissimi anni rimane un “top club”.

Feyenoord – Voto 5

(c) 2017 – GOAL.COM

Il Feyenoord Rotterdam è la vincitrice dell’ ultima Eredivisie. L’allenatore è l’ex nazionale Giovanni van Bronckhorst ha ottenuto alcuni ottimi risultati sia in Olanda che in campo europeo. Sebbene la squadra possegga alcune buone individualità come il centrocampista Steven Berghuis, il difensore Jan-Arie van der Heijden ed il giovane attaccante  Jan-Arie van der Heijden (che si sta facendo spazio alle spalle del danese Jørgensen) il Feyenoord  sta attraversando, come tutto il calcio olandese, un periodo di crisi, o meglio, di grande mediocrità. Le squadre olandesi non sono più la fucina di giovani talenti di pochi anni fa, la stessa eliminazione dell’Ajax nel terzo turno dei preliminari di Champions League per mano del Nizza, strapazzato poi dal Napoli, è stata l’ennesima conferma del decadimento del calcio dei Paesi Bassi. Il Feyenoord rimane una squadra ostica, ma nulla più, più pericolosa della squadra è la tifoseria, che dopo i tristi fatti di Roma, ha chiesto se a Napoli ci fossero delle fontane…

Ecco infine il tabellone completo della competizione:

(c) 2017 – UEFA.COM
Please follow and like us:

Biografia Danilo Battista

Appassionato sin da piccolo della cultura giapponese, è stato rapito tanti anni fa da Goldrake e portato su Vega. Tornato sulla Terra la sua viscerale passione per l'universo nipponico l'ha portato nel corso degli anni a conoscere ed amare ogni sfumatura della cultura del Sol Levante. Su Senzalinea ha cominciato a scrivere di tecnologia e di cosplay. Da diverso tempo gestisce la sezione "Nerdangolo" ma ha promesso che un giorno, neanche tanto lontano, tornerà su Vega...

Check Also

NAPOLI FEMMINILE, A VERONA ARRIVA IL PRIMO PUNTO ESTERNO

VERONA-NAPOLI FEMMINILE 0-0 VERONA (4-3-3) Keizer; Ledri, Ambrosi, De Santis, Jelencic; Lotti (dal 35’ s.t. …