in Campania tre ordinanze in 24 ore: Preludio di future restrizioni?

In molti attendevano da tempo la riapertura delle scuole, avvenuta il 14 Settembre in alcune regioni italiane. A causa delle elezioni regionali e referendarie del 20 e 21 Settembre, però, in Campania la riapertura era stata rimandata a ieri, cioè a Giovedì 24; ma il giorno prima della data tanto attesa, il sindaco di Napoli, Luigi De Magistris, e quello di Salerno, Vincenzo Napoli, avevano disposto lo slittamento al 28 Settembre per le scuole sede di seggi elettorali, in quanto l’ASL aveva sollevato il grosso problema della sanificazione. Quest’ultima, a quanto pare, non era fattibile per tutti i plessi interessati, nelle sole 24 ore intercorse tra la fine dello spoglio elettorale ed il suono della campanella. Per quanto riguarda invece le scuole non interessate dalle elezioni, la campanella è regolarmente suonata ieri mattina, Giovedì 24 Settembre. Peccato che dopo un solo giorno di parziale apertura scolastica, il sindaco De Magistris abbia già nuovamente chiuso tutte le scuole di ogni ordine e grado fino a Sabato 26 a causa di un avviso di allerta meteo arancione da parte della Protezione Civile. Sarà forse anche un modo per prendere tempo, in attesa di altre decisioni più importanti? Poco prima del lockdown il sindaco di Napoli aveva già dimostrato grande lungimiranza, riuscendo tra un’allerta meteo ed un’altra, ad anticipare la chiusura nazionale delle scuole di circa due settimane.

Intanto il governatore della Regione Campania appena rieletto, Vincenzo De Luca, non perde tempo e firma subito una nuova ordinanza. Quest’ultima prevede l’obbligo di utilizzare le mascherine anche all’aperto su tutto il territorio campano; un obbligo che era stato abolito durante i mesi estivi, caratterizzati da un caldo asfissiante. Purtroppo, però, l’attuale situazione pandemica italiana e soprattutto campana, non è più rilassante come lo era nel periodo successivo alla quarantena quando, dopo tanti sacrifici, per alcuni giorni si erano finalmente registrati zero nuovi contagi da Covid-19 nella nostra regione, come anche in altre del Sud. Nella sola giornata del 23 Settembre, ad esempio, la Campania ha registrato 248 nuovi casi di positività al coronavirus, classificandosi al primo posto tra le regioni italiane, sopra perfino alla Lombardia. Per questo motivo il governatore campano ha richiamato l’attenzione dei cittadini, invitandoli ad assumere comportamenti più responsabili al fine di evitare restrizioni più rigide e per scongiurare il rischio di una seconda ondata pandemica durante i mesi autunnali, come era stato predetto da alcuni esperti e virologi.

In particolare l’ordinanza regionale prevede, con decorrenza da ieri Giovedì 24 Settembre e fino a Domenica 4 Ottobre 2020: l’obbligo di indossare la mascherina anche all’aperto durante l’intero arco della giornata, a prescindere dalla distanza interpersonale, ad esclusione dei bambini al di sotto dei sei anni d’età, dei portatori di patologie incompatibili con l’uso della mascherina e durante l’esercizio in forma individuale di attività motoria e/o sportiva; l’obbligo di rilevare la temperatura corporea dei dipendenti ed utenti degli uffici pubblici aperti al pubblico, e di impedirne l’ingresso laddove venga rilevata una temperatura superiore ai 37,5 gradi; l’obbligo ai titolari di esercizi commerciali, culturali, ricreativi o comunque aperti al pubblico, non all’aperto, di effettuare la misurazione della temperatura corporea all’ingresso dei locali di esercizio e di assicurare la presenza di dispenser di gel e/o soluzioni igienizzanti, subordinando l’accesso ai locali alla previa igienizzazione delle mani e al riscontro di temperatura inferiore ai 37,5 gradi; l’obbligo per i ristoratori di identificare almeno un soggetto per tavolo o per gruppo di consumatori, attraverso la rilevazione e conservazione dei dati con idoneo documento di identità. Sono questi, in sintesi, i punti fondamentali della nuova ordinanza di De Luca, valida per i prossimi dieci giorni. Intanto attendiamo ulteriori chiarimenti da parte del governatore durante la sua diretta settimanale, che come ogni Venerdì dovrebbe avvenire oggi alle 14.45 ed essere visibile in streaming su Facebook

Please follow and like us:

Biografia Roberta Segreti

Roberta Segreti
Roberta Segreti è una scrittrice napoletana alla continua ricerca del sapere. La sua passione inizia con la lettura e termina con l'interpretazione personale dei documenti in esame. Si interessa di arte e spettacolo (con particolare attenzione al teatro) ma anche di cucina, cronaca, sociologia e politica. Un'autrice versatile con dentro la voglia di scoprire il mondo nelle sue più svariate sfaccettature.

Check Also

Napoli e Milano verso il lockdown totale. Quali saranno le conseguenze?

Negli ultimi giorni, come sappiamo, Napoli è in uno stato di agitazione permanente. Alla grave …