Intervista e recensione di “COME”, il nuovo EP dei Rebel Bit.

Bravi, talentuosi e innovativi. Tanti complimenti a questi ragazzi, i Rebel Bit, che ci donano emozioni e che hanno pubblicato il loro nuovo EP lo scorso 5 novembre: “Come, il nuovo Ep dei Rebel Bit, il gruppo vocale con una partecipazione a Italia’s Got Talent, 5 nomination ai Contemporary A Cappella Recording Awards di Boston e 5 A Cappella Video Awards (Los Angeles).

L’ep è accompagnato dal singolo “Toccaterra” nel quale il gruppo omaggia, in una particolare rivisitazione tra sperimentazione elettronica e musica vocale, il brano di Emma Nolde.

I Rebel Bit, gruppo vocale con base nella provincia di Cuneo con già all’attivo un disco, una partecipazione a Italia’s Got Talent, 5 nomination ai Contemporary A Cappella Recording Awards di Boston e 5 A Cappella Video Awards (Los Angeles), tornano con un nuovo lavoro. “Come”, da leggere a discrezione in lingua Italiana o in Inglese, è disponibile dal 5 novembre su tutte le piattaforme digitali trainato dal singolo “Toccaterra”, brano di Emma Nolde rivisitato in una versione emozionale che unisce il mondo della musica vocale alla sperimentazione elettronica.

“Il primo racconto musicale con il quale si apre il disco, parte dall’esigenza di approfondire il mondo del nuovo cantautorato femminile italiano, ricercando il giusto connubio tra originalità e intensa musicalità.” – Spiegano i Rebel Bit. – “Emma Nolde ci ha davvero stupiti con questo brano che abbiamo rielaborato in modo fortemente elettronico, unendo la sperimentazione sonora alla nostra vocalità.”

 

“Come”, il nuovo ep che arriva dopo “Paper Flights” (2018), parla di cambiamento, inteso nei suoi aspetti più intimi e profondi. Come rinnovarsi, imparare, sbagliare, perdere, mollare, e quindi crescere, attraverso la destrutturazione della percezione che abbiamo di noi stessi, degli altri e del mondo che ci circonda.

 

6 canzoni, 4 cover (“Toccaterra”, “Trusty and True”, “Vince chi molla”, “Walk on water”) e 2 inediti (“Not a fairytale” e “Scatto lento”), come 6 storie musicali che si sviluppano grazie alla coesistenza di voce ed elettronica, arrangiamenti originali ed elaborazioni sonore fulcro di anni di viaggi ed esperienze artistiche ed umane che i membri del gruppo hanno vissuto. COME, in italiano, oppure COME (kʌm) in inglese. Due parole accomunate, in questo caso, dallo stesso fine: viaggiare insieme verso una nuova meta, in un quadro sonoro in cui l’ascoltatore può immergersi fin dal primo suono.

 

Ciao ragazzi e benvenuti a Senza Linea. E’ uscito il vostro EP “Come”: di cosa parla questo brano. Raccontateci un po’.

COME parla di cambiamento in senso ampio e, soprattutto, di quello che è stato il nostro cambiamento artistico ed umano in questi anni.
Un percorso sonoro che ha salde radici nella nostra formazione musicale, decisamente classica, e che si evolve tramite arrangiamenti originali (Lorenzo Subrizi) ed elaborazioni elettroniche inedite (Andrea Trona) combinati da una produzione (Erik Bosio) dal sound volutamente moderno/contemporaneo.

Sei canzoni, quattro cover e due inediti: questi brani hanno un filo conduttore?
Assolutamente si!
Le cover sono “Toccaterra”,“Trusty andTrue”,“Vince chi molla”,“Walk on water”, mentre i 2 inediti sono “Not a fairytale” e “Scatto lento”. Raccontiamo vari aspetti del cambiamento, da quelli umani a quelli sociali.
Vorremmo semplicemente portare, a modo nostro, le esperienze vissute in fasi della vita anche complicate.
Alcune di queste canzoni, soprattutto le cover, ci hanno aiutato a comprendere alcuni aspetti del nostro percorso; la volontà di riproporle in una versione molto emozionale speriamo possa lasciare un piccolo seme in chi le ascolterà.
– Il doppio significato di “Come”, in italiano e in inglese, in che modo è interpretabile?
…in tutti e due i modi in realtà! 🙂
COME, in italiano, vuole essere una citazione al brano di Emma Nolde, “Toccaterra” , cambiare “COME” oppure “COME” cambiare.
In inglese, invece, è una parola ripetuta più volte nel brano di Damien Rice, “Trusty and True”.
“COME alone, COME with friends, COME with love”.
In fin dei conti sono due parole accomunate, in questo caso, dallo stesso fine: viaggiare insieme verso una nuova meta nel quale l’ascoltatore può immergersi fin dal primo suono.

Quanto amate la musica elettronica?

Ci piace pensare, dopo diversi anni di musica, di essere arrivati ad una consapevolezza sempre maggiore di quello che vuol dire fare musica… e ogni giorno impariamo e diventiamo ancora più consci di cosa voglia dire. Avere una propria identità, a livello musicale e comunicativa, è fondamentale ma molto complesso. Forse cercare di essere se stessi anche in ambito artistico (banalità sempre meno ovvia in un mondo che si ferma all’apparenza) può essere una strada.
La nostra identità è fortemente legata alle nostre radici “classiche” che si sono, col tempo, evolute e modernizzate mantenendo sostanza musicale, anche e soprattutto attraverso la musica elettronica, che a oggi è un nostro tratto distintivo: un indistinguibile biglietto da visita 🙂

Com’è stata l’esperienza ad “Italia’s Got Talent”?
Beh che dire.. decisamente molto stimolante!
Vedere, da lavoratori dello spettacolo, il dietro le quinte di una macchina organizzativa, così imponente, è stato accattivante.. ma, senza dubbio, la risposta del pubblico televisivo è stata la cosa più arricchente.
Il grande interesse che ha suscitato la nostra esibizione ci ha fatto comprendere che stiamo lavorando nella giusta direzione (cosa mai scontata!) dandoci la giusta spinta per iniziare a produrre il nuovo album.

Quando partirà il vostro tour?

Abbiamo passato un autunno (per fortuna!) molto pieno.
Siamo tornati a girare con il nostro primo spettacolo teatral-musicale PAPER FLIGHTS, liberamente ispirato alla storia de Il Piccolo Principe, e con il nostro nuovo concerto, che contiene alcuni brani tratti dall’album, in cui raccontiamo proprio il cambiamento. Un vero e proprio viaggio emozionale tra parole, voci e sonorità elettroniche.
Alcune delle nostre tappe più importanti son state Mantova (Disanima Piano) , Treviso (Vivavoce Festival) e Milano (CPM Music Institute).
Concluderemo l’anno con alcuni concerti nella nostra provincia di Cuneo.
Stiamo programmando il prossimo tour… sarà un 2022 tutto da scoprire! 🙂

Vi rinnovo i miei complimenti!

Grazie mille davvero!

Please follow and like us:
fb-share-icon

Biografia Bianca Gammieri

Laureata in filosofia nel 2006 lavora come consulente matrimoniale per l'agenzia "legami di vita e non solo". È presidentessa dell'associazione culturale "jailbreak" di San Nicola La Strada.

Check Also

SEGA annuncia il concerto virtuale di Sonic the Hedgehog con Steve Aoki

Fan di Sonic, alzate il volume,! Come parte dei festeggiamenti per il 30° anniversario di …