Ipocrisia “Animale”: siamo tutti pet!

Quante volte diciamo, o sentiamo dire parole d’amore verso cani, gatti, cavalli ecc. e magari poi non spendere o non sentir spendere nemmeno una parola affettuosa verso mucche, conigli, galline… ancora troppi sono i preconcetti ed i discorsi ipocriti che ci tocca affrontare ogni giorno, e sebbene possa sembrare una goccia nel mare, sappiamo bene una singola goccia quante increspature può creare propagandosi.

La petizione mira ad ottenere il riconoscimento dei conigli presenti nelle nostre case come animali da compagnia (obbligo di un’anagrafe alla quale vengano iscritti con tracciabilità tramite microchip già a partire dall’allevamento o dal negozio), tema caro a tutti gli enti animalisti che vengono sommersi dagli abbandoni; nell’attesa che la nostra nazione sia pronta a dirigersi verso una mentalità vegan, tutelando i conigli “domestici” sarà più facile per gli enti e le associazioni dedicarsi a salvare dai piatti quelli considerati da “carne” non dovendo più preoccuparsi delle razze che, entrate in vigore le richieste della petizione, sarebbero già tutelate.

Queste le splendide parole di Paola Smith Coordinatrice Nazionale di “Made in Bunny“:

Il crescente panorama di un impegno amorevole espresso nei confronti dei conigli , si arricchisce di una nuova puntata, vissuta in diretta nell’inedita cornice della suggestiva cittadina di Sabbioneta, location d’eccezione per siglare un impegno senza esitazioni . Natura, animali d’affezione e delicate emozioni , per la seconda volta si coniugano utilizzando lo strumento del tour “ On The Road”, voce e sentimento d’elezione per i nuovi piccoli amici , che invocano , con la voce del fedele compagno umano ,l’accoglienza nel circoscritto mondo degli animali d’affezione. “Siamo tutti PET”, sembrano suggerirci con i loro teneri occhietti , desiderosi di elargire affetto senza corrispettivo , insegnandoci , come i loro adorabili cugini gatti e cani , l’amore altruistico , quello che si nutre nel dare e che non prevede alcuna riflessione sul ricevere come barattabile merce di scambio . Già , è stato quasi l’esito di un sospiro, un pensiero pungente, un desiderio non altrimenti arginabile, ed ogni nostra emozione si è tradotta, inevitabilmente in concretezza, redigendo con incrollabile convinzione una petizione. Una delle tante – forse – fin tanto che non si prova a scovare il desiderio di leggerne i contenuti, semplici ma coinvolgenti,sentendosi ineluttabilmente trascinati in un mondo nuovo , le cui tinte delicate nutrono e addolciscono. ⁃ Ecco , mi presento ,illustro e raffiguro un mondo di dolcezza , di affetto ricco di silenziosa passione dedicata a questo strano bipede , talvolta adorabile , sovente incoerente, crudelmente sagace nell’affermare la propria onniscienza, finanche presuntuoso nel ricordarmi sbrigativamente che “ sono solo un coniglio”-.Siamo convinti di udire queste parole ogni giorno , così come ogni giorno rinnoviamo il nostro impegno d’amore e di tutela nei confronti di questi meravigliosi amici che, si ribadisce, al pari degli altri , desiderano solamente “ viverci” condividendo le loro brevi ma dolcissime esistenze. Domenica 17 giugno a Sabbioneta aspettiamo anche te e sinceramente non sappiamo chi tra noi lo desideri di più: aiutaci a scoprirlo!

Please follow and like us:

Biografia Nicoletta Gammieri

Nicoletta Gammieri
Nasce a Napoli il 29 agosto 1984, frequenta l'Università di Medicina Veterinaria, ma la lascia per seguire nel 2006 la sua vera strada “gli Interventi Assistiti con gli Animali”diventando coadiutore del gatto e del coniglio, del cane e dell'asino. Si Forma come Educatrice Cinofila. Partecipa a numerosi progetti in strutture socio-sanitarie: Scuole, Carceri, Ospedali, Case Famiglia. A gennaio 2014 apre un negozio di Mangimi ed Accessori per gli Animali, Il Bianconiglio (totalmente contrario alla vendita di animali).

Check Also

Dung Paper, carta riciclata dalle feci dell’asino

Ormai la linea “eco-friendly”sta promuovendo il riciclo e la sostenibilità in ogni modo e forma. …