L’8 Marzo a Napoli,due eventi tematici e musei aperti

12804439_10207577850458571_2068307045_n

Per la giornata dell’otto Marzo vi segnaliamo in città delle attività dedicate alla festa delle donne. Nata come festa commemorativa del sacrificio di donne lavoratrici e dell’orgoglio dell’autonomia femminile si è trasformata nel tempo in un momento per rendere un tributo alla figura femminile in tutte le sue sfaccettature.

Il primo evento Organizzato dall’associazione curiocitytour si svolgerà martedì 8 marzo ore 18, tratterà un tour speciale per celebrare alcune tra le più importanti figure femminili partenopee.

partenope_sannazaro[1]

COME SI SVOLGE: Passeggiando tra i vicoli e le piazze del centro storico attraverseremo secoli di storia, letteratura e leggende, si parlerà di amori, di rivoluzioni e di fantasmi. Saranno raccontate le storie di Errichetta Caracciolo, di Matilde Serao, della “capozzella” Lucia, di Maria D’Avalos, di Fiammetta, della regina Giovanna. Alla fine del tour sarà raggiunta una location storica e suggestiva, Palazzo Venezia, dove si sosterà per un aperitivo.
Per Info sulla partecipazione: Appuntamento dalle 17,30 a piazza San Gaetano; inizio tour ore 18.
PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA
3292885442 – 3711300813
Per qualsiasi altra informazione potete scrivere una mail a curiocitytour@libero.it
www.curiocitynapoli.it

Il secondo evento è organizzato dall’associazione culturale Misenum, il martedì 8 Marzo alle ore 10.

castello[1]

COME SI SVOLGE: L’associazione Misenum ha pensato a un percorso guidato all’interno del Museo archeologico del Castello di Baia, durante il quale racconteremo le storie di donne che in epoca antica furono protagoniste d’importanti eventi storici avvenuti nella zona flegrea e inoltre attraverso i reperti esposti all’interno del museo, illustreremo come le donne del passato vivevano la loro vita quotidiana.

Per Info sulla partecipazione: Prenotazioni obbligatorie al 331 1045451 oppure scrivere a misenum@libero.it indicando numero di persone e un recapito telefonico.

Inoltre vogliamo segnalarvi una proposta culturale, proposta al livello nazionale, che coinvolge tutte le donne. Il giorno otto molti musei saranno gratuiti per coloro che avranno modo di visitarli. I musei statali in città che aderiscono all’iniziativa sono i seguenti:

I musei statali partecipanti in città

  • Appartamento Storico Palazzo Reale – piazza Plebiscito, 1 – Telefono: 0815808111 – 081400547
  • Castel Sant’Elmo – via Tito Angelini, 22 – Telefono: 0812294401 848800288
  • Certosa di San Martino – largo San Martino, 5 – Telefono: 0039.081.2294541
  • Complesso termale di via Terracina – Via Terracina –  (su richiesta telefonica al n. 0815529002 / 3384031994)
  • Museo Archeologico Nazionale di Napoli – Piazza Museo Nazionale, 19 – Telefono: +39.081.4422149 (Punto informazioni del Museo); +39.081.4422111 (centralino)
  • Museo del Novecento – via Tito Angelini, 22 – Telefono: 0039.081.2294401
  • Museo della Ceramica Duca di Martina – via Cimarosa, 77 / via Aniello Falcone, 171 – Telefono: 0039.081.5788418
  • Museo di Capodimonte – via Miano 2 – Telefono: 0817499111 – 081749915 – 848800288
  • Museo di San Martino – largo San Martino, 5 – Telefono: 0039.081.2294541
  • Museo Diego Aragona Pignatelli Cortes – Riviera di Chiaia, 200 – Telefono: 0039.081.76123560039.081.669675
  • Palazzo Reale di Napoli – Piazza del Plebiscito, 1 – Telefono: 0815808111 081 400547 biglietteria numero verde 848800288
  • Parco di Capodimonte – Via Miano, 4 – Telefono: 0817410080 0815808278
  • Parco e Tomba di Virgilio – Salita della grotta, 20 – Telefono: 081669390
  • Villa Floridiana – via Cimarosa, 77 / via Aniello Falcone, 171 – Telefono: 0039.081.5788418
  • Villa Pignatelli – Riviera di Chiaia, 200 – Telefono: 0039.081.7612356 0039.081.669675
Please follow and like us:

Biografia Carmelita de Santis

Carmelita de Santis
"Eravamo quattro amici al bar che volevano cambiare il mondo" così è iniziata l’avventura di Senzalinea. Tra i quattro amici, sfortunatamente, ci sono anch'io e le idee peggiori di questa pagina vengono da me. Amo e odio la mia città, mi appassiona la sua storia e le sue tradizioni.

Check Also

Covid, Napoli: ANM taglia bus e metro

L’emergenza Coronavirus, ormai da inzio marzo, ha radicalmente cambiato le nostre abitudini. In base alle …