Foto: Lorenzo Biaggi

LA GEVI NAPOLI SI BUTTA VIA A TRIESTE, SCONFITTA PESANTE IN CHIAVE SALVEZZA

Sconfitta al fotofinish in trasferta per la Gevi Napoli Basket che perde sul campo della Allianz Pallacanestro Trieste per 77-75. Il miglior marcatore degli azzurri è Jordan Parks, 20 per lui. Ottima la prova di Elegar, 18 punti e 12 rimbalzi, sono 15 per Jason Rich.

Coach Sacripanti schiera il quintetto con Velicka, Rich, Parks, Lombardi ed Elegar. Coach Ciani sceglie invece Banks, Sanders, Mian, Graziulis, Konate.

I primi punti della partita sono di Rich, che segna da 3 punti, Parks segna il 5-0. A metà quarto è ancora Jason Rich a siglare il 9-2. Segna Konate, Parks piazza la tripla, Rich in entrata sigla il 14-6.  La formazione triestina piazza un controbreak di 5-0 con Mian e Graziulis, Uglietti realizza da sotto. Gran canestro di Banks, Alley-oop Rich-Elegar. Il primo quarto si chiude sul 22-16 per gli azzurri.

Segna Lever in apertura di secondo quarto, 4 punti consecutivi, Parks segna dalla media dopo una straordinaria stoppata, la tripla di Campogrande vale il -1, McDuffie segna 6 punti consecutivi per il 30-23 a metà quarto. Gran momento della partita per Jordan Parks che ruba e realizza in contropiede, 3 su 3 per Banks dalla lunetta, la schiacciata clamorosa di Parks vale il 36-26 Gevi. Nel finale Trieste prova a piazzare un minibreak di 5-0 con Graziulis e Konate. Si va all’intervallo lungo sul 41—33 Gevi.

Segnano in entrata Velicka e Sanders, Rich-Elegar inventano un’altra azione spettacolare, Sanders e Mian riportano Trieste a -5, Lombardi va con la tripla dall’angolo, risponde Mian, Konate sigla il 49-45 a 5 minuti dall’ultimo intervallo. Torna a segnare Jason Rich, 1 su 2 di Elegar dalla lunetta , Velicka in contropiede segna il +10. Nel finale di quarto arriva il parziale di 9-0 di Trieste trascinato da Fernandez e Lever. Si va all’ultimo intervallo sul 59-55 Gevi.

Continua il momento positivo dei padroni di casa ancora a segno con Fernandez, Cavaliero segna da 3 punti il primo vantaggio Triestino costringendo Sacripanti al time-out. Torna a segnare la Gevi con McDuffie, ma Cavaliero va ancora da 3 punti, Delia porta Trieste sul +5,66-61. Elegar accorcia a -3 ma Cavaliero, ancora da 3 punti, riporta Trieste sul +6, 71-65. Elegar e Parks provano a portare nuovamente la Gevi a contatto, Graziulis però punisce ancora dalla lunga distanza, Elegar è immarcabile e riporta gli azzurri a -1, Parks in contropiede schiaccia il canestro del nuovo vantaggio Gevi. A 28.7 secondi dalla fine la Gevi è sul +1, Napoli recupera e poi perde palla. Delia fa 2 su 2 dalla lunetta, sorpassando nuovamente. Gli azzurri non riescono a tirare per la vittoria, si chiude sul 77-75.

Gli azzurri torneranno in campo domenica prossima 7 novembre, alle ore 20,45, al PalaBarbuto per affrontare la Bertram Tortona

Allianz Trieste- Gevi Napoli Basket 77-75 (16-22; 33-41; 55-59)

Trieste : Banks 8, Sanders 8, Fernandez 9, Konate 8, Longo ne, Deangeli ne, Mian 8, Delia 9, Cavaliero 9, Campogrande 3, Grazulis 7, Lever 8. All.Ciani

Napoli: Zerini , McDuffie 10, Matera ne, Coralic ne, Velicka 7, Parks 20, Marini ,  Elegar 18, Uglietti 2, Lombardi 3, Rich 15, Grassi ne. All.Sacripanti

Dichiarazione Sacripanti

“Siamo venuti qui a Trieste senza Mayo. Marini è stato male ad inizio terzo quarto e non ho più potuto averlo a disposizione. Perdiamo immeritatamente questa gara, avremmo meritato i due punti. Siamo stati più bravi dei nostri avversari nella gestione del ritmo e nella qualità dei possessi. Pesano i 7 errori ai liberi e l’infrazione, inspiegabile, di 5 secondi nel finale. Mi sarebbe piaciuto un metro arbitrale più equo su tante situazioni nel terzo quarto. Io rispetto tutti, ma questa sera credo non ci sia stata lucidità su alcune chiamate nella rimonta di Trieste. Mi scuso se passo per antipatico o per una persona che non sa perdere. Non posso rimproverare niente alla mia squadra, hanno dato tutto. Senza nulla togliere a Trieste ed al mio amico Franco Ciani avremmo meritato la partita. Sul finale eravamo stanchi, con rotazione corte ed abbiamo pagato. I miei complimenti vanno a Daniele Cavaliero perché ha fatto canestri importanti da vero capitano. Torniamo a casa con grande dispiacere per la nostra ingenuità.“

Please follow and like us:
fb-share-icon

Biografia Jacques Pardi

La laurea in ingegneria gli ha fatto perdere i capelli ma non le tante (troppe?) passioni, dallo sport (soprattutto il Napoli, calcio e basket, ma più che di passione qui parliamo di...malattia), al cinema, dalla musica alle serie tv, fino (inevitabilmente) ai fumetti. La moglie e le due figlie queste passioni spesso le supportano, altrettanto spesso le...sopportano. Un autentico e fiero "nerd partenopeo" insomma, incurante dell'età che avanza, con un sogno nel cassetto: scrivere di quello che ama

Check Also

Cinquanta sfumature di azzurro, il Napoli schiaccia la Lazio e va al comando da solo

Mancavano pochi minuti alla fine dell’emozionante posticipo serale tra il Napoli e la Lazio: ancora …