La Mulana 1 & 2 [PLAYSTATION 4 – RECENSIONE]

Di cosa si tratta?

Il platform La Mulana uscì nel 2005 come freeware su Pc  ed ebbe un discreto successo in Giappone, grazie ad una traduzione fan-made fu apprezzato anche da una nicchia di videogiocatori occidentali. . Tra il 2011 e il 2012 approdò in versione ” riveduta  e corretta” sulla piattaforma  WiiWare di Nintendo e su PC.  Il successo ha aperto la strada allo sviluppo di un sequel che, finanziato attraverso la piattaforma  Kickstarter nel 2014, è stato pubblicato nel 2018. Infine, in questi giorni, arriva il lancio sulle piattaforme della current generation   che ripropone entrambi i titoli in versione fisica, mentre sono acquistabili  separatamente in versione digitale. La Mulana è il tipico   prodotto della scena indie giapponese, che è concettualmente diversa da quella occidentale; in quest’area geografica c’è  un forte legame con la tradizione classica e c’è  una ricerca stilistica e ludica che richiama l’epoca 8/16-bit con un gusto  moderno e maturo.

La Mulana 1

Il primo capitolo  è un platform 2D molto impegnativo, basato sul combattimento contro numerosi nemici che affollano i livelli all’interno di un’ampia mappa interconnessa, con la possibilità di aprire passaggi e raggiungere zone inaccessibili in seguito all’acquisizione di nuove abilità da parte del protagonista. L’obiettivo originale era  quello di omaggiare alcuni classici per MSX, una famiglia di micro-pc particolarmente popolari in Giappone tra gli anni ’80 e  ’90, Il remake è  arricchito in termini di contenuti e meccaniche di gioco, . Il protagonista  Lemeza è un archeologo in stile Indiana Jones che, armato di frusta, esplora rovine di antiche civiltà alla scoperta di tesori. Fortunatamente non ci troviamo davanti ad una serie di citazioni: il titolo si prende gioco dei cliché del genere sia sul fronte cinematografico che videoludico. Lemeza può colpire i nemici con la frusta e utilizzare l’ equipaggiamento che si completa con l’avanzare nel gioco, potremo acquistare nuovi oggetti e sbloccare nuove abilità esplorando l’enorme mappa. C’è da dire che il  gioco è decisamente impegnativo:  nemici e boss non mancano, anche se il pericolo maggiore sono le  numerose trappole disseminate per la  mappa. La sfida maggiore è rappresentata dai puzzle, soprattutto perché sono  sparsi su aree molto ampie e spesso hanno soluzioni sono poco intuitive. C’è da dire che ci sono molti indizi disseminati nella gigantesca mappa, ma a volte  per proseguire sarà necessario sbloccare nuove abilità come i software per il computer portatile che funge da supporto per la decifrazione  di documenti e l’ interpretazione di disegni, altre volte bisognerà tornare indietro  per sbloccare passaggi dimenticati e poco visibili.

La Mulana 2

Diversi anni dopo il primo capitolo e dopo la raccolta fondi su Kickstarter  viene pubblicato La Mulana 2 che risulta  la perfetta evoluzione del primo episodio, non rinunciando alle caratteristiche fondamentali della serie cioè  il senso di sfida, la vastità e la difficoltà. La protagonista del gioco  è Lumisa, la figlia di Lemeza che ha seguito le orme del padre diventando anche lei un’archeologa. Nel gioco  sarà alla ricerca del padre  scomparso. In questo secondo capitolo  La Mulana è diventato un’attrazione turistica gestita dal vecchio Xelpud, che nel frattempo si è dato alla vita dissoluta, ma sempre con la grande passione per l’informatica e per le donne. Le rovine versano in uno stato pietoso e hanno consentito agli sviluppatori  di inserire diversi punti di interesse associati ad avvisi e informazioni turistiche. All’interno del dedalo di stanze e corridoi ben presto scopriremo una nuova area: la misteriosa Eg-Lana. Anche in questo capitolo la mappa è enorme,  la difficoltà è notevole e l’acquisizione di nuove abilità e l’equipaggiamento  semplificheranno  solo in parte l’esplorazione. Il gioco è complesso anche perché la mappa tende a non fornire indicazioni; anche in questo caso la dispersività dei puzzle, che spesso si sviluppano in aree differenti può creare confusione e frustrazione.  In pratica il gioco è più ampio e ancora più difficile del precedente.

Concludendo

La Mulana 1 & 2 sono due perle che possono far capire cosa sia il fenomeno dei  metroidvania e a quali punte qualitative possa arrivare. Sono giochi poco accessibili e probabilmente eccessivamente impegnativi,giochi che richiedono molta dedizione probabilmente con una difficoltà che va oltre, per motivi diversi, i vari soulslike. Il pacchetto che include entrambi i capitoli e tutti i bonus extra ha un costo che lo rende appetibile soprattutto per i fan del genere, ma tutti dovrebbero dare una chances  al meraviglioso e crudele mondo di La Mulana.

PRO

  • Mappa interconnessa di un’ ampiezza sconvolgente
  • Puzzle impegnativi e stimolanti
  • Molto ironico

CONTRO

  • Frustrante
  • Alcuni puzzle sono davvero troppo complessi
  • I due capitoli sono molto simili 

Please follow and like us:

Biografia Danilo Battista

Danilo Battista
Appassionato sin da piccolo della cultura giapponese, è stato rapito tanti anni fa da Goldrake e portato su Vega. Tornato sulla Terra la sua viscerale passione per l'universo nipponico l'ha portato nel corso degli anni a conoscere ed amare ogni sfumatura della cultura del Sol Levante. Su Senzalinea ha cominciato a scrivere di tecnologia e di cosplay. Da diverso tempo gestisce la sezione "Nerdangolo" ma ha promesso che un giorno, neanche tanto lontano, tornerà su Vega...

Check Also

GTA Online: grandi ricompense per chi ha una buona mira

Alzati in volo e ottieni ricompense triple in Salti di rigore di gruppo Grandi ricompense …