Le bellezze non convenzionali

Chi di voi si sente bello? Ve lo dite da soli o lo dicono gli altri? E quali parametri di bellezza sono validi in modo universale? La perfezione estetica è di per se bellezza?

I nostri media ci spingono a valutare la bellezza in base ai canoni da loro imposti. La bella ragazza è quella che (LORO) ci propinano sulle passerelle e in tv. Ma la vera bellezza dove si annida?

Ha fatto molto scalpore la scelta della Maison Gucci di affidare la propria immagine ad una modella armena, Armine Harutyunyan….. Come definirla?

Bellezza particolare? Bella per i canoni armeni? Ma perché dobbiamo etichettare tutto?

Armina è bella senza appartenere ad una categoria, anche perché secondo i rigidi canoni della moda ci dovremmo essere tutti brutti, e i belli sarebbero solo quelli che appaiono sulle copertine dei giornali patinati.. Armina è stata un facile bersaglio degli haters e del body shaming; brutta, brutto naso, ciglia troppo folte, orecchie a sventola e così via.

Oppure, al contrario, la troviamo gradevole perché è Gucci ad avercelo imposto? Se è stata scelta da loro un motivo ci sarà? La dobbiamo ammirare in modo differente?

Ma Armina non è l’unica bellezza non convenzionale ad essere discussa, osannata o abbattuta dai social. Prendete Rossy De Palma. Attrice spagnola dai tratti particolari, marcati, quasi disegnati con un pennarello “picassiano”. Rossi si è guadagnata il favore del pubblico proprio perché particolare. E lei ha fatto di quello che poteva essere un punto di svantaggio il sui tratto distintivo. Rossy è un’opera d’arte vivente.

Non da meno Sarah Jessica Parker. Anche lei è considerate una bella non convenzionale, fisico da adolescente e tratti del viso spigolosi, è una donna che ha uno stile ed un glamour, complice anche il personaggio che l’ha resa nota in tutto il mondo, la Carrie di Sex & the City. Ma è bella o no?

Kloudia Diop la venere fondente, Viktoria Modesta modella con una gamba bionica e Diandra Forrest, la modella albina e tante altre. Sono loro oggi il nuovo volto della bellezza. Modelle famose a livello mondiale, protagoniste sulle più importanti passerelle internazionali. Ma, prima ancora, donne imperfette!

QUINDI, QUESTE RAGAZZE DA VITTIME DI BULLISMO DIVENTANO INTOCCABILI?  La moda ha il potere di farci percepire un difetto come un punto di forza?

Khoudia Diop è una modella senegalese che sembra ricoperta di cioccolato fondente, la sua pelle particolarmente scura è stata oggetto di body shaming e razzismo. Ma lei ha imparato a valorizzarsi. La moda cambia rotta e cerca sempre più il particolare fino ad arrivare a scegliere modelle con delle disabilità. Benissimo! Aiuta tutti a sentirsi belli, a sentirsi rappresentati e a vedere con occhi non nostri le vite altrui.

Ma queste ragazze non erano già belle prima? Le luci dei riflettori ci aprono gli occhi e ci mostrano ciò che sono: persone!

Abbiamo sempre bisogno di incasellarci tutti nel bivio: bello o brutto.

Però vi domando: conoscete qualcuno che si è presentato dal chirurgo plastico con una foto di Armina per assomigliare a lei? Appendereste un calendario di  Viktoria Modesta in camera vostra? Quanto siamo convinti davvero di ciò che pensiamo?

A mio parere non dobbiamo farci spersonalizzare dalla moda, ma solo trarne spunto. E’il nostro gusto personale che definisce la bellezza e ci suggerisce ciò che per noi è tale.

La bellezza è negli occhi di chi guarda, è la moda è solo un punto di vista!

Please follow and like us:

Biografia Carlo Kik Ditto

Carlo Kik Ditto
Autore dei romanzi "La pecora Rosa"e "Crazy Bear Love" e "A Destra dell'Arcobaleno" e giornalista,Carlo Ditto con la sua ironia e il suo tono sempre sopra le righe,riesce a raccontare in modo davvero unico,la quotidianetà.Nella sua rubrica "L'angolo della Pecora Rosa",accompagnerà i nostri lettori nel mondo LGBT.

Check Also

Antonio Bracco, chef con un pizzico di LGBT

Antonio Bracco, pugliese di Barletta classe ’78 è uno dei partecipanti al Contest Food Lovers, …