lunedì , 27 Gennaio 2020

Le inebrianti contaminazioni della musica di Rosa

La bellezza della contaminazione nell’ambito musicale è una di quelle caratteristiche che, per me, sono quasi essenziali. E’ bello quando un qualcosa è definito, lineare, chiaro…ma volete mettere il piacere di trovare qualcosa da scoprire? Qualcosa che cattura l’attenzione e la porta sempre su nuovi piani e nuove scene?  Girovagando tra le varie nuove leve della musica ho scoperto questo piccolo gioiello che della musica ha fatto una sua attività primaria arricchendola, come dicevo in apertura, della contaminazione di altri fattori che le girano intorno. Lei è Rosa Limone, ragazza campana che ha partecipato al Premio Mia Martini arrivando alle finali radiofoniche; ha partecipato ad un contest molto particolare (di cui vi parlerò dopo) ed è, in questi giorni, in uscita col suo primo singolo dal titolo: “Libero”.
Vi  lascio a questa piacevole chiacchierata, sicuro che, la vostra attenzione, sarà catturata da questa nuova voce nostrana.

  • Ehilà salve, come va? Partiamo dal principio: una vita dedita all’arte tra cosplay e musica…una vera trasformista. Chi è Rosa?: Ma buonsalve! Rosa non è altro che una ragazza con mille passioni, ma pochissimo tempo (e anche costanza, lo ammetto). Nella mia vita “normale” sono laureata in Lingue Orientali, giapponese in particolare, sono tuttofare del KC Group, grazie al quale ho avuto l’occasione di collaborare con diverse fiere del fumetto anche al di fuori della Campania, e tutt’ora lavoro in un negozio di fumetti. In tutto questo, incastro anche il canto e cerco di gestire un canale YouTube, dove posto le mie cover!
  • Ti definisci “una che prova a cantare e vorrebbe farlo di mestiere”. Come nasce e, soprattutto, cosa ti da la musica, tanto da voler vivere di questo?: Diciamo che canto da quando ho memoria! Cantavo la canzone della Sirenetta usando il microfono di un registratore giocattolo che avevo da piccola…avevo circa 5 anni o giù di lì! Da allora è cambiato poco: cantare mi fa sentire viva, ne sento veramente il bisogno. Dal 2013 ho calcato i palchi di varie fiere del fumetto in tutta Italia, con un repertorio di canzoni tratte da film Disney, anime o sigle di cartoni animati. Ero autodidatta fino al 2016, anno in cui ho finalmente iniziato a prendere lezioni di canto. Quando poi sono su un palco e sento il calore e la partecipazione della gente sono sempre più convinta che sia questo ciò di cui vorrei vivere.
  • Una forza interiore, una grande spinta d’animo, ti porta a tentare il Premio Mia Martini. So che fu una grande esperienza; cosa accadde: Tutto iniziò a Gennaio 2019, quando il mio vocal coach mi parlò delle selezioni che si sarebbero svolte a Secondigliano e mi consigliò di provarci. Incredibilmente andò molto bene  e passai alla fase successiva, che si è svolta a Scalea ad Aprile: tre giorni di interviste in radio, stage, riprese ed esibizioni. Ho conosciuto un sacco di ragazzi, tantissimi dei quali già avevano alle spalle esperienze in tv o in giro per il mondo, quindi puoi ben immaginare quanto mi fossi sentita “piccola”…e puoi anche facilmente comprendere il mio stupore nell’aver saputo di essere passata alle finali radiofoniche, l’ultima fase prima della finalissima a Bagnara Calabra. Ho ricevuto anche due “in bocca al lupo” d’eccezione da parte di due artisti che amo: Fabrizio (Moro) ed Ermal (Meta). È stata una bella botta all’autostima!
  • Arriviamo così a “Libero”, la tua prima incisione; me la vuoi presentare?: Innanzi tutto, ci tengo tantissimo a ringraziare il mio vocal coach Tony Guido e lo studio Area Sud Music Factory per aver prodotto il brano e per i preziosi consigli durante la realizzazione. Inoltre, ringrazio altrettanto anche i bravissimi musicisti che mi hanno prestato la loro arte, non avrei potuto chiedere di meglio. È stata un’esperienza meravigliosa che non vedo l’ora di ripetere al più presto!
  • Potremmo definirlo un inno alla libertà ed alla ribellione “creativa”; un esortazione al riprendersi i propri sogni: Esatto, un’esortazione a riprendersi i propri sogni e a vivere la vita come ci pare, senza sottostare al giudizio altrui, o almeno provarci!
  • Il percorso di Rosa si evolve e si arriva alla corte della Regina. Com’è stato essere selezionata dai Queen?: Is this the real life? Is this just fantasy? Insomma, ancora non ci credo! Ho inviato la mia candidatura verso metà agosto per “You are the Champions”, un progetto lanciato da Brian May e Roger Taylor in occasione del primo miliardo di visualizzazioni di Bohemian Rhapsody su YouTube, per coinvolgere i fan nella realizzazione di tre nuovi video  musicali, divisi per categorie: Bohemian Rhapsody per i musicisti, Don’t stop me now per i ballerini e A kind of magic per i visual artists. Ho cercato di non illudermi e di non crearmi false speranze perché, beh, parliamo di un progetto che ha coinvolto tutto il mondo! È stata veramente un’emozione indescrivibile.
  • Penso a 7.4 miliardi di persone e parlo di te; sei rimasta immortalata per sempre ormai: Vero, più ci penso e più mi sembra assurdo…eppure sono lì, anche se per qualche secondo, ma sono lì!
  • Un’altra cosa davvero interessante è il tuo modo di sostenerti. In cambio di una donazione una persona può richiedere una cover che tu registri ed esegui ; un modo per finanziarsi ed aprirsi a nuove esperienze, in quanto non sai mai cosa ti può venir chiesto: Esatto, c’è sempre la possibilità di conoscere nuove canzoni ed è un incentivo in più per soddisfare tutte le richieste che mi vengono fatte, visto che in passato mi è capitato spesso di non concludere delle registrazioni perché…ahem…sono molto poco costante. Insomma, per dirla tutta, è un modo per costringermi ad essere più attiva, ma non ditelo a nessuno…ops!
  • Ultima domanda; dove possiamo incontrarti nelle future date e cosa dobbiamo aspettarci da Rose per il futuro?: Una notizia fresca fresca è che “Libero” è finalmente disponibile su tutti i digital stores! Ti anticipo che c’è l’intenzione di lavorare anche ad un videoclip. Ho vari progetti in cantiere, alcuni dei quali mi permetteranno di esibirmi live sempre più spesso. Inoltre sono sempre più attiva sul mio canale YouTube, cercando, tra i vari impegni, di pubblicare con più frequenza. Sicuramente vi terrò aggiornati sulle mie piattaforme!

Il progetto “You are the champion” prende vita da un’idea di Bryan May e Roger Taylor che, in seguito al raggiungimento del primo miliardo di visualizzazioni ottenuto dal video di Bohemian Rhapsody, decisero di dare la possibilità ai fan della band di mostrarsi in un video commemorativo caricando i vari contenuti su un apposito sito. Pare che la nostra cara Rose sia riuscita nell’impresa a riprova della bravura e della qualità del lavoro svolto.  Come anticipavamo, su 7 miliardi e mezzo, una delle voci più belle e significative ce l’abbiamo noi a Napoli.

In merito al primo brano edito dal titolo “Libero” ci sono un paio di cose che secondo me si possono dire. Partiamo da un testo semplice, scritto con parole comuni, che possono capire e percepire tutti; la voglia di uscire allo scoperto di una routine che, dopo infiniti giri, non appaga mai. Un sentimento sicuramente condiviso  da moltissimi ragazzi (target a cui si rivolge la nostra). La musica invece si apre a parecchie interpretazioni; dal pop elettronico a quello classico, qualche interferenza tipica dei cartoni animati, lanciando anche un accento di charleston…almeno un possibile adattamento. La nota positiva è l’orecchiabilità di questo pezzo, il poterlo memorizzare senza grandi difficoltà; la nota negativa è che c’è un lavoro immane da fare per poter stabilizzarsi su questa frequenza di risultati…un pezzo buono non garantisce SEMPRE la riuscita di tutto il resto.
Per chiunque volesse seguire questa nuova piccola, piacevole, scoperta vi segnalo una Pagina Ufficiale Facebook, la Pagina Ufficiale Instagram, il Canale Ufficiale Youtube ed il Blog Ufficiale della nostra cara Rose. Quì troverete ogni cosa vi sarà utile per poterla seguire e supportare. Ricordate sempre: la musica è ovunque e per tutti; sta a voi prenderla e renderla un qualcosa di grande.

 

Please follow and like us:

Biografia Giuseppe Improta

Avatar

Check Also

I’M STANDING WITH YOU: la voce di Valeria Altobelli contro la violenza e la discriminazione

L’iniziativa legata al brano, candidato agli Oscar© 2020, è stata presentata durante un servizio speciale …