Le ultime novità del mondo smartphone: Huawei P20 vs Nokia X vs Asus Zenfone 5

Ecco le ultime novità di casa Huawei, Asus e Nokia!

Huawei P20

Uno degli smartphone Android più completi e innovativi che si trova al momento sul mercato della telefonia mobile. Dotato di grande display con un’ottima risoluzione, notch, ormai presente in quasi tutti i dispositivi di ultima generazione, una buona fotocamera/ videocamera (eccezionale nella versione PRO) e il modulo 4G che promette una navigazione estremamente veloce. Inoltre, cosa che va molto di moda al momento, è sottilissimo, solo 7,7mm e ha una buona batteria per reggere agevolmente una giornata di uso “aggressivo”. Vediamoli nel dettaglio.

È disponibile in 3 versioni: P20, P20 Lite e P20 Pro con Android 8.1 Oreo con EUMI 8.0.

Schermo: 5.8 (2244×1080 LCD)/ 5.84 (2280×1080 LCD)/ 6.1 (2244×1080 OLED) pollici.

CPU: Chipset proprietario Huawei Hi Silicon Kirin 970 con le seguenti differenze: 

(P20) 4×2.36 GHz Cortex-A73 + 4×1.84 GHz Cortex-A53 

(P20 Lite) 4x 2.36 GHz Cortex-A53 + 4x 1.7 Cortex-A53

(P20 Pro) 4×2.36 GHz Cortex-A73 + 4×1.84 GHz Cortex-A53 

Ram: 4/ 4/ 6GB

Storage interno: 128 GB non espandibili/ 64 GB espandibili a 256/ 128 GB non espandibili

Fotocamera: 12 (4290 x 2800 pixel)/ 16 (4608 x 3456 pixel)/ 40 (7152 x 5368 pixel) MPX

Batteria: LiPo 3400Mah/ 3000Mah/ 4000 Mah

Davvero un gioiello della tecnologia, ad un prezzo tuttavia abbastanza accessibile: si parla di 679€ per il P20, 369€ per la versione Lite e circa 899€ per la versione Pro.

Asus Zenfone 5

Annunciato con squilli di tromba e grandi presentazioni alle fiere dell’informatica di mezzo mondo, il 23 aprile è finalmente giunto anche sul mercato italiano l’ultimo gioiello della casa di Taipei, con la promessa di mirabolanti prestazioni e funzionalità all’avanguardia.

È un device di fascia media (?!), con ampio schermo, notch, quasi totalmente senza cornici (rapporto 90%), dotato di un buon comparto fotografico con grandangolo, supportato da un sistema di intelligenza artificiale per migliorare la resa degli scatti in ogni condizione. Dual sim e con Android 8.1 Oreo pronto già dalla prima accensione.

Schermo: 6.2 FullHD 19:9

CPU: Qualcomm Snapdragon 636 octa-core

Ram: 4GB

Storage interno: 64GB espandibile

Fotocamera: 12 MPX con grandangolo da 120°

Batteria: 3.300 mAh

Nokia X

Grande rinascita del marchio finlandese che, in collaborazione con HMD Global, dopo Nokia 6.1 e 7, presenta Nokia X in uscita il 16 maggio, con cui promette grandi cose a prezzi contenuti.

Somigliante all’amato/odiato IPhone X, con grande display, ottima risoluzione e fotocamera a doppio sensore, monta due diversi processori, che differenzierebbero il suo posizionamento sul mercato, oltre alla possibilità di 2 possibilità di RAM e 2 capacità di memoria interna, più Android 8.1 Oreo di default.

Vediamolo nel dettaglio per capire di cosa realmente stiamo parlando:

Schermo: 5.8 pollici in formato 19:9 e notch superiore. Risoluzione 2.280 x 1.080 pixel

Processore Snapdragon 636 di Qualcomm e MediaTek Helio P60

Ram: 4 o 6 GB

Storage interno: 32 o 64 GB

Fotocamera: risoluzione non pervenuta, ma ha un doppio sensore con lenti Zeiss

Batteria: non pervenuta (quanti misteri!)

Insomma, le premesse (e promesse) sembrano ottime, soprattutto per quanto riguarda il prezzo ventilato: forse meno di 250 euro nella versione con MediaTek, con 4GB di Ram e circa 290 in quella con Snapdragon e 6GB. Costo assolutamente interessante per un dispositivo che vuole (RI)conquistare il suo posto nel mercato tecnologico mondiale e punta a creare buoni dispositivi senza strafare, attestandosi sì, in una fascia media, ma per chi vuole qualcosina in più senza indebitarsi.

Please follow and like us:

Biografia Maggie Lee

Anche se non sembra sono nata a Milano, ma sono di origini siculo-calabresi: da lì derivano i miei colori poco “nordici”. Sono laureata in Psicologia e sto frequentando la magistrale. I miei amici sostengono che ho un sesto senso innato per capire le persone, soprattutto quelle cattive, cosa che talvolta è più una maledizione che un dono. Cerco di interessarmi a po' di tutto, ho una passione per Wikipedia e mi diletto di cucina e fai da te. Sono il tuttofare tecnologico della famiglia, per qualsiasi cosa abbia dei pulsanti o, ultimamente, uno schermo touch. Amo le tecnologie semplici che semplificano la vita. Viaggio parecchio per amore, i mezzi di trasporto tedeschi non hanno più segreti per me, adoro la loro puntualità, ma odio la loro mancanza di elasticità e, naturalmente, la maggior parte del loro cibo.

Check Also

Kaspersky: gli italiani si affidano ai social e agli influencer per imparare, evadere la realtà e sentirsi meno soli

Le relazioni unilaterali, dette anche “parasociali”, si stanno diffondendo in tutto il mondo come conseguenza …