L’eterna giovinezza al Piccolo Bellini

Cuore di Cane è una continua connessione tra esasperazione, eccesso, magico e surreale.

Tocca nel profondo il desiderio di rivoluzione, esprime l’urgenza di rivelare pensieri, idee culturali e sociali che non resistono più a nessuna gabbia.

Bulgakov nel corso della sua vita riuscì a pubblicare pochi scritti, per la maggior parte censurati e diffusi solo dopo la sua morte, tra cui Cuore di Cane. Bulgakov continuamente osteggiato, perseguitato, censurato, ha sofferto fino ad essere sopraffatto dal senso di sconfitta che ha riportato nei racconti e nei romanzi in cui è manifesta la condizione dell’intellettuale in costante conflitto con il proprio tempo.

In Cuore di Cane il professor Filipp Filippovič riceve nel suo ricco appartamento di Mosca tutti coloro che rifiutano la decadenza e la vecchiaia ed interviene sui loro corpi installando degli organi animali e donando loro la giovinezza, fino a quando un giorno sperimenta il processo contrario: impianta nel corpo di un cane randagio ipofisi e testicoli umani. Da questa operazione ne conseguono avventure rocambolesche e tragiche verità.

 Cuore di Cane apre uno spaccato su una società malata e sconfitta che tanto assomiglia al nostro oggi; racconta i vizi, i difetti e le sclerosi della società attraverso il meccanismo dell’iperbole e del fantastico. Ma soprattutto è un testo politico, che analizza il sistema e ne smaschera le falle, ne esamina le contraddizioni, ne deride le abitudini.

 

DATE

30 ottobre-4 novembre 2018 – Teatro Piccolo Bellini – Napoli

3-4 dicembre 2018 – Angelo Mai – Roma

8-13 gennaio 2019 – Teatro Tedacà / Fondazione TPE – Torino

Please follow and like us:

Biografia Giuseppe Improta

Avatar

Check Also

RASSEGNA DI SPETTACOLI PER LE NUOVE GENERAZIONIA CURA DEL TEATRO NEL BAULE

9 sabati, 9 appuntamenti con l’immaginazione, il divertimento e la poesia Il Teatro Bellini si …