L’INCAZZATA TECNOLOGICA E TEMPTATION ISLAND

Quando il trash raggiunge livelli di bassezza impensabili

E anche quest’anno siamo giunti alla fine del programma più trash e a mio parere inutile, che mente umana abbia mai potuto concepire: Temptation Island.

Come funziona?

Brevissima spiegazione dedicata ai pochi che ancora non sanno, ma devono sapere. Non vorrete mica rimanere nella buia ignoranza.

Un numero variabile di coppie, che vuole saggiare la solidità del proprio rapporto, si reca per un numero variabile di settimane in un paradisiaco resort dove, separati, verranno indotti in tentazione da uno squadrone di corteggiatori e corteggiatrici molto molto appetibili (traduzione: proprio fighi), che faranno di tutto per mettere a dura prova la fedeltà della coppia… Il tutto condito da telecamere, microfoni, weekend romantici e falò di confronto, con l’ex gieffino Filippo Bisciglia, ormai deus ex machina esperto di questa porc…

Prime considerazioni personali

Per scoprire se il tuo rapporto è solido o se hai più corna di un cesto di lumache, devi per forza andare davanti alle telecamere e farti deridere e/o compatire da tutto il popolo social? Non c’era il detto che “i panni vanno lavati in casa propria”? Non dimentichiamo che adesso i commenti su certi programmi demenz… televisivi, ma anche su notizie più serie riportate dai giornali, vengono letti e commentati per lo più su Facebook, Twitter e Instagram, con buona pace delle chiacchierate tra amici al bar.

Quindi vi prego, fate un giro con me in questo programma variegato di corna vere o presunte, cascate di lacrime e promesse in favor di telecamere, non vorrete mica lasciarmi da sola a smazzarmi tutto questo ciarpame. Suvvia, che un po’ di trash non ha mai ammazzato nessuno, forse giusto qualche cervello, ma per il bene della cronaca, questo ed altro.

Protagonisti

Non farò nomi, per mantenere un alone di mistero, ma tanto sono facilmente reperibili tramite breve ricerca su qualsiasi motore di ricerca.

  • Abbiamo la coppia che si è conosciuta pochi mesi fa a Uomini e Donne (e già da qui potremmo trarne le dovute conclusioni, ma andiamo avanti), dove lei riporta la sua relazione sotto le telecamere “per capire se lui è l’uomo adatto a fare da padre a suo figlio”… E non puoi capirlo a casa tua? Devi per forza sbandierare i tuoi sentimenti ai 4 venti? Non è già stata fin troppo mediaticamente sovraesposta la vostra relazione? Esibizionisti.

  • Poi ci sono quelli che stanno insieme da 10 anni, fin da adolescenti, con lui che ha la “malattia delle donne” e lei che lo perdona, perdona, perdona. Non so chi dei due sarebbe più da prendere a testate nei denti. Dopo 5 minuti di ingresso nel resort, lui ha già fatto gli occhi da pesce lesso a tutte le corteggiatrici, guadagnandosi la convocazione istantanea al falò di confronto, l’abbandono da parte della compagna, che tanto poi ci ripenserà e un paio di belle canzoncine di successo, diventate virali su Facebook, compose da Highlander DJ, esperto in perculamenti musicali. Traditore seriale e vittima sacrificale.

  • Passiamo alla coppia con lui geloso marcio che non frequenta più neanche gli amici per evitare che gli guardino la donna e la costringe a restare tutte le sere reclusi in casa, solo lui e lei, lei e lui. Peggio di Barbablù. Lui partecipa al programma per mettere alla prova lei e capire se i suoi sospetti siano fondati… Genio del male, pensi che se una ti volesse tradire o l’avesse già fatto, aspetterebbe di essere davanti alle telecamere per (ri)farlo? Ahahahaha, illuso. Scusate, mi ricompongo. Sindrome di Stoccolma.

  • È la volta di quelli che partecipano perché lui vuole capire se dopo 7 anni di relazione non stanno insieme solo per abitudine. Il furbo entra e fa il cascamorto con la prima corteggiatrice che gli passa davanti, con conseguenti video di coccole e ravanamenti sospetti sotto le lenzuola mostrati a lei, lacrime napoletane e insulti da parte del web. Furbacchione.

  • C’è anche la coppia moderna, dove lei è più grande di lui e in questo caso la differenza di età si vede tutta. Lui vuole godersi ancora la gioventù, mentre lei ha lasciato casa e amici per andare a vivere insieme e formare una famiglia, peccato che dormano nella stanza di fronte alla “suocera”… Wendy e Peter Pan.

  • Infine ci sono quelli che, almeno sulla carta, parevano i più normali, ma che si sono rivelati la coppia più disfunzionale del programma. 2 anni e mezzo di storia, lei vuole capire se lui è la persona giusta e lui vuole vedere se lei gli manca davvero… E avete bisogno di mettere la vostra relazione in piazza, o meglio sui social, per scoprirlo? Va beh, passiamo oltre. Lui si rivela essere un pezzo di fango che cambia faccia a seconda dell’accensione o spegnimento delle telecamere e parla male di lei ad ogni occasione, arrivando a dire che deve rifarsi i denti, dandole della cessa, che si è inventato un mal di pene per non fare sesso con lei perché “lo annoia” e che sta con lei perché “gli guarda i cani” (?!?!); conseguentemente a queste rivelazioni, lei sfodera un repertorio di insulti assolutamente fantasiosi, che le fa guadagnare a sua volta la canzoncina del DJ sopracitato e l’appoggio dell’intero popolo web. Rivincita della donna.

Conclusioni e riflessioni

La domanda “A cosa caZZpita serve questo programma”, frulla nella mia testa da ormai 6 edizioni e mi sovviene ogni volta che appare l’annuncio del nuovo inizio della trasmissione. Trovo assolutamente ridicolo e senza senso dover andare a mettere alla prova la propria relazione in un posto pieno di altre persone che, per contratto, devono fare di tutto per sfasciare la tua coppia. Che poi, a che pro? Per dimostrare al popolo social che l’amore e la fedeltà non esistono? Per farlo godere cinicamente e sadicamente delle sofferenze altrui? Per pura cattiveria? Non si è ancora capito, ma quello che ho potuto notare in quest’ultima edizione, che ho “seguito” esclusivamente su Facebook, è che gli utenti virtuali, che magari nelle scorse edizioni si scioglievano in commenti romantici per le nuove storie che nascevano o le vecchie che resistevano, stavolta si sono dimostrati particolarmente empatici nei confronti di quei componenti della coppia maltrattati dal partner e non sono mancati i commenti ironici nei confronti di questa trasmissione ai limiti del trash.

Come dicevo, hanno avuto più successo le canzoni-parodia composte da Highlander Dj, nuovo mito del web, e i vari commenti e scenette satiriche, piuttosto che il programma vero e proprio.

Quindi, nonostante l’ultima puntata di Temptation Island abbia battuto in share Superquark, condotto da quel mostro sacro di Piero Angela e dal di lui figlio figonzolo Alberto, coltivo la timida speranza che certi programmi spazzatura siano seguiti per lo più per poterne ridere e parlare nelle annoiate estati cittadine.

Riflessione extra

Lo so che dovrei essere super partes, ma in questo momento proprio non ce la faccio: se la tua ragazza ti fa tanto schifo, al punto da deriderla senza ritegno, definirla cessa, vantarti che avresti potuto avere di meglio, ma hai scelto lei e ci resti perché ti fa da dogsitter gratuita, in più ti neghi pure sessualmente inventandoti malattie perché lei ti annoia…non vai a vantarti della cosa e a maltrattarla ulteriormente in una trasmissione televisiva, perché non passi per figo come pensi, ma solo per spazzatura. Sei pure tornato da lei fingendo pentimento, dopo essere stato sputt… smerd… svergognato davanti a milioni di persone, ma non ti fai pena da solo?

Confidando nel karma, spero che ti venga la malattia che hai millantato di avere e che trovi una virago che ti maltratti ben bene e infine ti abbandoni, ma solo, senza cani, perché non te li meriti, fai troppo schifo.

Please follow and like us:
fb-share-icon

Biografia Maggie Lee

Anche se non sembra sono nata a Milano, ma sono di origini siculo-calabresi: da lì derivano i miei colori poco “nordici”. Sono laureata in Psicologia e sto frequentando la magistrale. I miei amici sostengono che ho un sesto senso innato per capire le persone, soprattutto quelle cattive, cosa che talvolta è più una maledizione che un dono. Cerco di interessarmi a po' di tutto, ho una passione per Wikipedia e mi diletto di cucina e fai da te. Sono il tuttofare tecnologico della famiglia, per qualsiasi cosa abbia dei pulsanti o, ultimamente, uno schermo touch. Amo le tecnologie semplici che semplificano la vita. Viaggio parecchio per amore, i mezzi di trasporto tedeschi non hanno più segreti per me, adoro la loro puntualità, ma odio la loro mancanza di elasticità e, naturalmente, la maggior parte del loro cibo.

Check Also

StarComics presenta la nuove versione di “Dragon Quest: The Adventure of Dai”

Dragon Quest: The Adventure of Dai è un manga  fantasy ispirato alla celebre saga videoludica Dragon Quest e ambientato …