L’intervista cosplay della settimana: Jeybleh

– ENGLISH VERSION HERE! – 

– 日本語版はこちら!- 

Parlaci di te 

Ciao! Mi chiamo Jessica, ho 27 anni, sono originaria di Palermo ma vivo a Roma e Di mestiere faccio la barista.
Ho tanti hobby e star dietro a tutti è complicato visto che il lavoro mi porta via la maggior parte del tempo, ma faccio quel che posso per dedicare ad ognuno anche dieci minuti! Adoro gli animali, mi piace guardare serie tv e anime. Mi piace molto leggere e mi piace disegnare e tutto ciò che ha a che fare con l’arte.

Da quanto tempo fai cosplay e quali hai realizzato fino ad ora?

Faccio cosplay da pochissimo tempo, purtroppo. Avrei voluto cominciare da molto prima ma come dicevo il lavoro porta via la maggio parte del mio tempo. Iniziai qualche anno fa, quando vivevo in Germania.
Organizzarono una fiera a Monaco di Baviera e io ne presi parte. Portai in fiera il costume di Totoro, dall’opera di animazione di Myazaki, molto semplice, e mi divertii un mondo. Adesso sto realizzando il cosplay di Miss Fortune Star Guardian, di League of Legends.

Come hai scelto il tuo nickname?

Storia molto buffa a dire il vero! Mi stavo annoiando e dovevo trovare un nuovo nickname per giocare online ad un videogioco. Allora iniziai a giocare con le mie iniziali, ovvero Jey. Nel frattempo mi stavo guardando allo specchio un brufolo enorme ed esclamai “bleah!” Beh, da lì nacque Jeybleh. Hahaha!

A quale cosplay che hai realizzato sei più legata?

Avendo realizzato solo due cosplay non saprei, credo di essere più legata al mio ultimo cosplay perché ci sto dedicando molto tempo ed energie, di conseguenza lo sento più mio.

Realizzi da sola i tuoi cosplay o preferisci comprarli/commissionarli?

Fin ora li ho realizzati da sola, in parte. Il vestito l’ho comprato mentre tutto il resto (accessori, armi ecc.) l’ho realizzato io.

Cosa pensi si chi ha fatto una scelta diversa dalla tua? 

Non ho niente in contrario su chi sceglie di comprare o farsi commissionare un cosplay. Alla fine il risultato finale deve essere sempre e solo uno: andare in fiera e divertirsi. Quindi la scelta di realizzarsi il costume da soli, o farselo fare da qualcun altro ha poca rilevanza.

Hai un “dream cosplay” o un pro getto che hai particolarmente a cuore?

Non li definirei proprio “dream cosplay” ma mi piacerebbe molto realizzare altri personaggi di League of Legends un po’ più particolari, e poi Strawberry delle MewMew hahaha. Personaggio della mia infanzia che adoro.

In quale cosplay invece, non ti vedresti proprio?

Non saprei, forse in quelli delle principesse Disney hahaha.

Secondo te è giusto guadagnare con il cosplay?

Secondo me si. Perché no? È pur sempre un lavoro se si vuole. Anche perché dietro ogni cosplay c’è davvero tantissimo lavoro, oltre che notti insonni, stress e ansia hahaha Quindi se qualcuno decidesse di farlo diventare un mestiere nulla in contrario.

Secondo te ci sono dei casi dove non lo sia?

L’unico caso in cui non sia giusto è quello dove la gente viene sfruttata o presa in giro. Mi spiego meglio:
Un fotografo che fa servizi per i cosplayer che approfitta dei “servizi fotografici” per guardare o toccare le modelle.
Oppure qualcuno che commissiona cosplay che lavora con materiali scadenti e truffa la gente che si fida e compra.

Ultimamente si parla molto degli original, secondo alcuni snaturano il senso del cosplay, tu come la pensi?

Io penso che ognuno debba avere libero arbitrio nel realizzare i propri cosplay. Alla fine è anche questo un modo di fare arte, per cui se qualcuno si sente di metterci un po’ del suo in un progetto che male c’è?!

Secondo te che impatto hanno avuto i social network nella diffusione del cosplay?

Beh di certo hanno aiutato molto. Dopotutto è da quando ci sono i social che il mondo del cosplay ha preso piede diffondendosi e diventando qualcosa che ormai conoscono tutti, mentre prima era molto più anonimo.

A quali eventi hai partecipato fino ad ora?

Ho partecipato soltanto al Munich Comicon, in Germania, e il 24 settembre al Trapani Comix.

Qual è la tua fiera preferita?

Non ne ho una. Avendo partecipato a pochissime fiere non posso decidere. Spero di rimediare al più presto però!

Quali sono i tuoi prossimi progetti?

Mi piacerebbe molto riuscire ad andare al Lucca Comics, e mi piacerebbe molto partecipare ad una gara cosplay magari portando un cosplay un po’ più elaborato.

Hai qualche aneddoto particolare che ti è successo in ambito cosplay che vuoi raccontarci?

Una volta, quando stavamo andando alla fiera, stavamo aspettando l’autobus alla fermata e io e il mio amico ci stavamo annoiando. Allora abbiamo improvvisato una salsa ballando in mezzo alla strada davanti a tutti!
Io vestita da Totoro e lui da Kaneki!

Hai mai partecipato a qualche contest cosplay? 

No mai. Ho sempre avuto timore a prendervi parte. Semplicemente perché non mi sento ancora all’altezza di partecipare ai contest. Poi sono una ragazza molto ansiosa hahaha!

Hai mai partecipato come giurata a qualche manifestazione?

Purtroppo no. Però sarebbe davvero un’esperienza da fare!

Hai mai presentato un evento cosplay?

No, mai

Hai mai partecipato ad eventi all’estero?

Si, ho partecipato al Munich Comicon, a Monaco di Baviera.

Hai un profilo dove offri contenuti contenuti o chiedi di essere supportato/a per i tuoi progetti?

Ho un profilo Instagram e un profilo Tiktok dove potete trovarmi come Jeybleh!

Social:

Our Friends:

Please follow and like us:
fb-share-icon

Biografia Danilo Battista

Appassionato sin da piccolo della cultura giapponese, è stato rapito tanti anni fa da Goldrake e portato su Vega. Tornato sulla Terra la sua viscerale passione per l'universo nipponico l'ha portato nel corso degli anni a conoscere ed amare ogni sfumatura della cultura del Sol Levante. Su Senzalinea ha cominciato a scrivere di tecnologia e di cosplay. Da diverso tempo gestisce la sezione "Nerdangolo" ma ha promesso che un giorno, neanche tanto lontano, tornerà su Vega...

Check Also

UN DICEMBRE RICCO DI FESTEGGIAMENTI CON BUON ANNIVERSARIO, AMELIA!

Si celebrano i 60 anni dalla prima apparizione della strega più amata con una storia …