L’intervista cosplay della settimana: Tsudana Cosplay

– ENGLISH VERSION HERE! – 

Parlaci un pò di te!

Ciao, mi chiamo Elora Dana D’Ignazio ma molti mi conoscono solo come ‘ Dana’ o ‘ Tsudana’. Ho 27 anni e sono di San Benedetto del Tronto. Il mio sogno sarebbe stato diventare medico veterinario ma purtroppo ho dovuto interrompere gli studi universitari quindi attualmente lavoro come cameriera. Ho la passione per il disegno, infatti a volte dipingo, per la musica e per i videogiochi.

Da quanto tempo fai cosplay e quali hai realizzato fino ad ora?

Faccio cosplay da poco più di un anno e mezzo dato che, nonostante avessi fin da piccola la passione di anime e manga, ho conosciuto questo mondo solo pochi anni fa. Fin’ora ho realizzato 6 cosplay. Il primo è stato x-23, ovvero la figlia/clone di Wolverine, poi Poison Ivy, Katarina di league of legends, Xena, Boa Hancock e Wonder Woman600.

Come hai scelto il tuo nickname?

Diciamo che in realtà il mio nickname è un soprannome che mi è stato dato da un amico. ‘ Tsudana ‘ è infatti l’unione di Tsunade ( uno dei personaggi che più adoro della serie di Naruto) e Dana .. dato che mi piacque molto, ho deciso di usarlo.

 

A quale cosplay che hai realizzato sei più legata?

Sono molto legata ad ognuno dei miei cosplay dato che li scelgo in base ai personaggi che preferisco e nei quali, indossando i loro “panni”, mi ci sentirei bene. Forse quello che ho preferito indossare è Xena dal momento che è tratto dalla serie tv ‘ Xena, la principessa guerriera’ che ha fatto parte della mia infanzia quindi ha un maggiore impatto emotivo.

Realizzi da sola i tuoi cosplay o preferisci comprarli/commissionarli?

Realizzo i miei cosplay per la maggior parte da sola dal momento che, per me, fare cosplay vuol dire anche provare a realizzare cose nuove e dare spazio alla creatività. L’unico problema è che ancora non ho molta destrezza nel cucito quindi chiedo aiuto a mia madre per la parte più sartoriale.

Cosa pensi di chi ha fatto una scelta diversa dalla tua?

Non posso dare un giudizio su chi si fa fare cosplay su commissioni dato che ci sono tanti tipi di cosplayer, alcuni si concentrano molto su aspetti come il trucco o le pose, altri invece amano cucire e creare degli oggetti o acconciare le parrucche.Da una parte posso comprendere chi si fa commissionare un cosplay completo ma dall’altro credo sia un peccato affidare ad altri un lavoro che porterai tu perché si perde la parte più bella del fare cosplay. Nel mio caso faccio cosplay proprio perché voglio tentare a tutti i costi di realizzare quegli oggetti che, vedendoli fatti da professionisti, mi lasciano a bocca aperta; per me è quello uno stimolo a volerci provare e a sperare che qualcuno ammiri i miei gadget come io ammiro quelli di altri. Poi se non viene perfetto amen ma almeno posso dire ‘ l’ho fatto io’.

Hai un “dream cosplay” o un progetto che hai particolarmente a cuore?

Diciamo che ne ho molti ! Ma il mio dream in assoluto sarebbe quello di realizzare un’armatura di Monster Hunter ma è un progetto molto futuro.. Al momento sto lavorando su un prossimo cosplay a cui tengo ed è LeBlanc di league of legends.

In quale cosplay invece, non ti vedresti proprio?

Non riuscirei mai a fare cosplay di personaggi che non hanno un carattere affine al mio o con una personalità del tutto opposta. Non mi vedrei bene nemmeno in cosplay da Loli o Maid o in personaggi troppo pucciosi.

Secondo te è giusto guadagnare con il cosplay?

A mio avviso è giusto guadagnare perché, soprattutto chi lo fa con passione e seriamente, deve sopperire spase per materiali e per gli spostamenti magari in fiere o eventi lontani. Credo che compensare la parte del ‘piacere’ di portare e far ammirare il proprio lavoro, con la possibilità di guadagnare o almeno ricoprire le spese fatte su quel cosplay, sia legittimo.

Secondo te ci sono dei casi dove non lo sia?

Nel momento in cui si perde la ‘visione’ di cosplay ma si da più visibilità alla persona che lo indossa e non si guarda se quel personaggio corrisponde realmente al manga/anime a cui è ispirato. Credo che a quel punto si diventi più modello/indossatrice e non cosplayer.

Ultimamente si parla molto degli original, secondo alcuni snaturano il senso del cosplay, tu come la pensi?

Gli original , se fatti bene, possono essere ritenuti veri e propri cosplay. Basti pensare, ad esempio, se ispirati al mondo fantasy come elfi o fate; vi sono molti che ne realizzano di stupefacenti e bisogna dare atto del lavoro fatto per pensarlo e crearlo da zero o sulla base di una semplice idea.

Secondo te che impatto hanno avuto i social network nella diffusione del cosplay?

I social sono stati importantissimi per far si che questa passione si divulgasse e venisse apprezzata e conosciuta . Uno degli aspetti più belli è quello che, proprio tramite i social, si possono conoscere e stringere amicizie con altri cosplayer, scambiarsi idee o suggerimenti. E’ stato anche grazie ai social che in molte città vengono incentivate fiere del fumetto dove prima erano impensabili.

A quali eventi hai partecipato fino ad ora?

Devo essere onesta, purtroppo non ho partecipato a molte fiere.. Sono stata principalmente al Romics , al Pescara comics, lo scorso novembre ho partecipato per la prima volta al Lucca comics e sono stata un mesetto fa al Taranto comix. Vorrei rimediare quest’anno girando un po’ di più quindi spero di poterlo fare

Sei mai stata al Comicon di Napoli?

Purtroppo no e dovrò assolutamente rimediare! Sarà una delle mie prossime fiere

Quali sono i tuoi prossimi progetti? 

Principalmente sarò nelle fiere “intorno casa” . Il 17 febbraio parteciperò al Fermo comics, poi al Romics di Aprile, al Pescara comic , andrò il 28 al Comicon e poi ci sarà nella mia città il San Beach comix il 18 e 19 maggio!
Ho in progetto di fare LeBlanc sicuramente. Ho in verità più cosplay in mente di fare che fiere a cui poter andare XD

Qualche domandina Extra per te! Hai qualche aneddoto particolare che ti è successo in ambito cosplay che vuoi raccontarci?

Una cosa particolare mi capitò al Romics quando portai Poison Ivy. Incontrai una ragazza che interpretava Harley Queen e facemmo subito amicizia. In quel periodo facevo parte di un Forum di roleplaying e, una volta tornata a casa, scoprii che quella ragazza era proprio la mia partner di gioco. Anche lei fa la cosplayer e non lo sapevo fino a quel giorno, ne fui davvero molto felice

Hai mai partecipato a qualche contest cosplay?

Ho partecipato a un solo contest di gara cosplay vincendo un premio ma, per quanto mi piace mostrare i miei lavori, non ho avuto occasione di gareggiare in altre fiere.

Hai mai partecipato come giuria a qualche manifestazione?

Non ho mai fatto parte di una giuria né ho presentato qualche evento anche se, se mi venisse data la possibilità, fare il giudice di gara non mi dispiacerebbe !

Hai mai partecipato ad eventi all’estero?

No purtroppo anche se sarebbe un sogno partecipare ad eventi all’estero per conoscere altri ragazzi con la mia stessa passione

Se volete seguire i lavori di Elora, vi segnalo  il suo account Instagram. Le foto appartengono ai relativi fotografi, se volete essere aggiunti ai credits dell’articolo contattateci su: cosplay@senzalinea.it

Please follow and like us:

Biografia Danilo Battista

Danilo Battista
Appassionato sin da piccolo della cultura giapponese, è stato rapito tanti anni fa da Goldrake e portato su Vega. Tornato sulla Terra la sua viscerale passione per l'universo nipponico l'ha portato nel corso degli anni a conoscere ed amare ogni sfumatura della cultura del Sol Levante. Su Senzalinea ha cominciato a scrivere di tecnologia e di cosplay. Da diverso tempo gestisce la sezione "Nerdangolo" ma ha promesso che un giorno, neanche tanto lontano, tornerà su Vega...

Check Also

Annunciati i contenuti del Season Pass 4 di TEKKEN 7 in un nuovo trailer

2 nuovi DLC, parte del Season Pass 4, arriveranno per il fighting game che ha …