“LOST DOG” DI KATE SPICER. RECENSIONE

Trama: L’amore non è gratuito, crea dipendenza. Ma una delle migliori: quella che ti salva. Kate Spicer, a quasi cinquant’anni, è una giornalista inglese di successo e ha un compagno che le sta accanto con incredibile pazienza. Eppure si sente incompleta, avverte un vuoto che cerca di colmare da anni e che l’ha fatta precipitare in una spirale devastante di droga e alcol. Dopo l’ennesima nottata di eccessi, capisce che è il momento di smettere e di riprendere in mano le redini della propria esistenza. Decide di provare a riempiere quel vuoto adottando Wolfy, un buffo lurcher spelacchiato che le fa ritrovare la serenità e la gioia di vivere. Un giorno, però, il peggiore incubo di ogni padrone diventa realtà anche per Kate: Wolfy fugge da casa senza lasciare tracce. Temendo di aver perso il suo più caro amico e il timone che aveva ridato una direzione alle sue giornate, Kate si lancia in una ricerca disperata per le strade di Londra – imbattendosi in un’umanità variegata e stupefacente, fatta di sensitivi, blogger e misteriosi jogger di mezzanotte – e mette in moto una massiccia campagna social per ritrovarlo, ottenendo un inaspettato supporto. La storia di Kate e Wolfy diventa presto la storia di molti, di una comunità che si unisce. E mentre tutti si stringono intorno a Kate, lei con il passare dei giorni inizia a cedere sotto il peso della mancanza. Perdere Wolfy vorrebbe dire perdere non solo un compagno di avventure, ma anche un po’ se stessa, la parte più bella. Riuscirà a salvarlo come lui ha fatto con lei?

Celebrazione di un riscatto personale al femminile e un tassello in più nello straordinario rapporto tra esseri umani e animali, Lost Dog. Una storia d’amore è un libro brillante e commovente che ha conquistato cuori e classifiche e che diventerà presto un film.

Edizioni Sperling & Kupfer

 

Trama: Non ho un cane, posseggo due gatte, ma amo visceralmente i cani. L’amore che i pets ci donano è incondizionato, puro e senza tornaconto.

Il libro in questione, narra la vera storia di Kate ed il suo cane, Wolfy. La protagonista è una famosa giornalista inglese, mezza scapestrata, di quasi cinquant’anni che non rispetta le scadenze, la sua vita è vacillante e condita da troppo alcool e troppa cocaina, l’unico punto fisso è Charlie, il suo compagno, uomo retto e morigerato. La decisione di prendere un cane la catapulta dritta dritta in un mondo fatto di regole, amore, niente più sbornie colossali e strisce di polvere magica. La dipendenza di Kate è il suo lurcher, una subordinazione benefica che secerne ossitocina e fortifica il suo legame con Charlie.

Lo smarrimento improvviso del cane, direi più precisamente una fuga mentre era stato affidato alle cure del fratello di Kate, la portano  alla disperazione. Grazie ai social riceve supporto morale e fisico da una moltitudine di persone sconosciute che l’aiuteranno nella ricerca: un esempio commovente di solidarietà. I giorni passano, tante segnalazioni, ma del cane neanche l’ombra, intanto la mia ansia aumentava, ero un tutt’uno con la paura, la stanchezza, la speranza di Kate, anzi, più precisamente la “disperata speranza” come lei stessa ammette. Emerge Kate in tutto e per tutto, si mette a nudo, inorridisce quando si sente dire “E’ solo un cane!”. Perchè è vero, non è solo un cane, ma un amico, un figlio, l’ha salvata dalle notti di sballo chimico. Non esistono più mattine con il mal di testa da dopo sbornia, ma passeggiate all’aria fresca, nuove amicizie e tantissima gioia.

Una storia talmente coinvolgente che a fine lettura mi è sembrato naturale cercare Kate su Instagram. Il suo feed è pieno di foto di Wolfy e mi è sembrato tutto ancora più reale. Non ho resistito e le ho mandato un messaggio. E’ stato bello ricevere una sua risposta con allegata una magnifica foto di Wolfy, il vero protagonista del romanzo.

Uno stile di scrittura diretto, senza fronzoli e strutture, veloce e frenetico come un racconto dal vivo.

Chi ha un cane, ma anche chi non lo ha, deve leggere questo libro. Fatevi un regalo, emozionatevi.

 

Kate Spicer vive a Londra. È una delle più conosciute e apprezzate giornaliste di lifestyle del Regno Unito; scrive per le principali testate giornalistiche inglesi ed è apparsa in molti programmi televisivi, tra cui Masterchef. Negli ultimi dieci anni ha realizzato anche tre documentari di successo. Lost Dog. Una storia d’amore è il suo primo libro, bestseller del Sunday Times e inserito dall’Independent tra le trenta storie vere da leggere assolutamente nella vita.

Please follow and like us:

Biografia Cristiana Abbate

Cristiana Abbate
Veterinaria pentita e mamma convinta.Si ritiene propositiva e per nulla diplomatica .Grande appassionata di viaggi e divoratrice di libri. Malata di shopping e con il conto in banca fisso sul rosso.

Check Also

NUOVE USCITE. “L’ULTIMO GIORNO DI ROMA”, LA TRILOGIA DI NERONE DI ALBERTO ANGELA

  Il nuovo progetto di Alberto Angela edito da HarperCollins sarà in libreria dal 24 novembre con …