domenica , 16 Dicembre 2018

Luoghi comuni sui maiali

Troppi sono i proverbi, le frasi, le esclamazioni che conferiscono accezione negativa ai maiali, ma quali rispecchiano in minima parte la realtà e quali sono puro frutto della nostra immaginazione?

Il maiale

Sono mammiferi artiodattili suidiformi, animali caratterizzati dal grugno mobile adatto a sgrufolare (rovistare ed annusare il terreno), una struttura corta e tozza caratterizzata da un spesso strato di grasso sottocutaneo e dei peli ispidi chiamati setole.

Il cugino diretto è il cinghiale, poche sostanziali differenze tra il sus scrofa domesticus (maiale) e sus scrofa (cinghiale) sono: i canini che nell’ultimo sono zanne e le orecchie che, sempre per il cinghiale, si presentano erette… per il resto, colorazione e stazze a parte (che variano in base anche alle razze) sono identici fisiologicamente e strutturalmente tanto da potersi anche accoppiare tra loro e riprodursi.

Ma dopo questa brevissima “infarinatura” veniamo ad i luoghi comuni…

Essere “sporco come un maiale” e “sudare come un maiale”

I suini non sudano, o meglio hanno scarsissime capacità di sudorazione, indi per cui, per abbassare la temperatura corporea, e soprattutto tenere lontani i parassiti, fanno dei salutari “bagni di fango”; ma non sono gli unici bagni che adorano fare: sguazzano nel fango perchè è quello che hanno a disposizione,  amano molto l’acqua e soprattutto, se in un ambiente idoneo e non angusto tendono a sporcare lontano da dove dormono e mangiano.

“Ingozzarsi come un maiale”

Il suino è un onnivoro, pertanto può realmente mangiare tutto; contrariamente a ciò che gli viene dato negli allevamenti (scarti di ogni genere e sottoprodotti), in natura mangerebbe radici, semi, frutti, foglie, tuberi ed insetti.

Sono golosi, questo è indiscutibile, ed anche ingordi, ma sicuramente il loro tenore di vita incide notevolmente sulla loro “fame”; un esemplare che mangia bene ed a sazietà non diventa aggressivo o vorace.

“Accoppiarsi come maiali” e tutti gli appellativi poco carini che si attribuiscono alle donne

I suini hanno una vita sessuale abbastanza vivace; sono attivi sessualmente già a partire dai 6 agli 8 mesi e restano fertili anche fino a 12 anni.

Le femmine vanno in calore ogni 21 giorni circa e restano disponibili all’accoppiamento per 2, 3 giorni e sarà proprio la “signora” a cercare un pretendente.

L’erezione del maschio avviene dopo la monta e l’eiaculazione (contrariamente alla leggenda metropolitana dei 30 minuti che vengono, raramente ed eccezionalmente, raggiunti) può durare tra i 5 e gli 8 minuti.

Invece corrisponde alla pura realtà la strana forma del pene del maiale che è a “cavatappi” per massimizzare l’incastro con la vagina di forma corrispondente.

Inoltre sappiate che i maiali sono gli animali che hanno gli organi interni più simili a quelli umani tanto da essere gli “artefici” dell’insulina per i diabetici ed essere stati copiosamente utilizzati per produrre cellule staminali ed organi “chimera” formati da cellule umane e di suino, quindi … non facciamo troppo “i superiori”, e ricordiamo che la relazione più “duratura” di George Clooney è stata con una maialina!

Print Friendly, PDF & Email

Biografia Nicoletta Gammieri

Nicoletta Gammieri
Nasce a Napoli il 29 agosto 1984, frequenta l'Università di Medicina Veterinaria, ma la lascia per seguire nel 2006 la sua vera strada “gli Interventi Assistiti con gli Animali”diventando coadiutore del gatto e del coniglio, del cane e dell'asino. Si Forma come Educatrice Cinofila. Partecipa a numerosi progetti in strutture socio-sanitarie: Scuole, Carceri, Ospedali, Case Famiglia. A gennaio 2014 apre un negozio di Mangimi ed Accessori per gli Animali, Il Bianconiglio (totalmente contrario alla vendita di animali).

Check Also

Natale “sicuro” per i nostri Pet

Per noi “umani” il natale rappresenta un periodo di gioia, abbondanza e di affollate tavolate, …