giovedì , 2 Aprile 2020

Microsoft risolve un bug di “Blocco Note”….dopo 33 anni!

Pc Mag riporta che dopo ben 33 anni è stato risolto un grave bug di “Blocco Note” editor di testo integrato nelle varie versioni di Windows, che in genere si utilizza quando c’è necessità di scrivere un testo breve, semplice e compatibile con più piattaforme.

 Il bug consiste nella totale incompatibilità dei testi scritti sui sistemi operativi Linux, Unix e MacOS aperti su Windows.

Questo perchè “Blocco Note” supporta tre caratteri di fine linea, a seconda del sistema operativo: Windows End of Line (EOL) per Windows, Carriage Return (CR) per MacOS e Line Feed (LF) per Unix/Linux.

Il risultato finale è un testo incomprensibile intervallato da una serie di simboli.

Microsoft sta per pubblicare un aggiornamento dell’applicazioneora in fase di test, che consente di gestire i differenti caratteri di fine linea a cui è stato aggiunto il più recente Windows (CRLF).

Please follow and like us:
fb-share-icon0

Biografia Danilo Battista

Danilo Battista
Appassionato sin da piccolo della cultura giapponese, è stato rapito tanti anni fa da Goldrake e portato su Vega. Tornato sulla Terra la sua viscerale passione per l'universo nipponico l'ha portato nel corso degli anni a conoscere ed amare ogni sfumatura della cultura del Sol Levante. Su Senzalinea ha cominciato a scrivere di tecnologia e di cosplay. Da diverso tempo gestisce la sezione "Nerdangolo" ma ha promesso che un giorno, neanche tanto lontano, tornerà su Vega...

Check Also

Le app per comunicare e organizzare meeting di gruppo a rischio sicurezza, i consigli di Kaspersky

Diverse app utilizzate per i meeting di gruppo, diventate popolari nelle ultime settimane, si sono …