MUSEO CORREALE DI TERRANOVA

Il Museo, sito a Sorrento, è nato da una fondazione privata voluta dai fratelli Alfredo e Pompeo Correale, Conti di Terranova, ultimi discendenti di un’antica famiglia sorrentina. Nei loro testamenti essi disposero che le loro collezioni d’arte, ordinate nella villa Correale, costituissero un Museo intitolato a loro nome. Le collezioni sono ordinate su tre piani, per un totale di ventiquattro sale più il sottotetto recuperato come spazio espositivo. Il Museo mostra oggetti d’arte decorativa e archeologica, simbolo delle antiche radici storiche della città di Sorrento. Inoltre, si possono ammirare collezioni di mobili e scrigni intarsiati con legni rari ed esotici, testimonianza dell’antico artigianato locale che nell’Ottocento raggiunse notevoli livelli di virtuosismo tecnico. Una parte del raffinato complesso è adibita alla esposizione di dipinti risalenti al XV secolo fino al XIX secolo e di una collezione di nature morte di scuola napoletana del Sei-Settecento. Tuttavia, la magnificenza del museo risiede nei preziosi arredi che un tempo adornavano la dimora della nobile famiglia: stipi impiallacciati di ebano o di tartaruga, pregevoli prodotti di ebanisteria napoletana del XVII secolo; cassettoni settecenteschi, arricchiti con incastonature di bronzo dorato e ripiani in commessi marmorei; preziosi mobili a cineserie di manifattura inglese del primo quarto del Settecento, ed ancora orologi francesi, tedeschi e svizzeri con montature in bronzo dorato ed intarsi in madreperla e pietre dure; vetri di Murano; cristalli di Boemia, tessuti, maioliche e porcellane. Un’altra sezione conserva, invece, una collezione di ceramiche italiane e straniere: dalle maioliche abruzzesi di Grue a quelle francesi di Marsiglia; dalle porcellane cinesi bianche e blu a quelle tedesche, tra cui emerge il gruppo della manifattura di Meissen, da quelle francesi di Saint-Cloud e Sèvres a quelle inglesi di Bow e Chelsea. Infine, il nucleo delle porcellane napoletane rappresentano l’emblema di questa raccolta per i preziosi oggetti della manifattura di Capodimonte e servizi in porcellana dipinta e dorata della Real Fabbrica di Napoli, nonché vasellame in terraglia Giustiniani dei primi decenni del XIX secolo.

INFO:

Costo biglietto: intero 8 euro; ridotto (gruppi max 20 persone) 5 euro; scolaresche 3 euro; residenti a Sorrento (giovedì e domenica) gratuito.

Orari di apertura: dal Martedì al Sabato 9,30/18,30; Domenica 9,30/13,30; Lunedì chiuso; 25 dicembre 2016 chiuso; 26 dicembre 2016 – 9,30/18,30; 31 dicembre 2016 – 9,30/13,30; 1° gennaio 2017  – chiuso; 6 gennaio 2017  – 9,30/13,30; dal giorno 9 gennaio al 13 FEBBRAIO 2017 – chiusura invernale.

Contatti: info@museocorreale.it; Tel/Fax: +39.081.878.18.46

Indirizzo: Via Correale, 50 – Sorrento (Na)

Please follow and like us:

Biografia Stefania Orlando

Laureata in "Lingue, culture e letterature moderne europee" all'Università degli Studi di Napoli Federico II. Appassionata principalmente di viaggi interculturali, lettura e scrittura. Obiettivo professionale: giornalista.

Check Also

 LA CERTOSA DI SAN MARTINO

Arroccata sulla collina del Vomero, si trova uno dei maggiori complessi monumentali religiosi della città, …