MUSEO DEL CORALLO ASCIONE

Il territorio campano si contraddistingue nel mondo per i costumi, le tradizioni culinarie, la schiettezza di un popolo vivace, con la sua mentalità e i modi di fare unici. Ma Napoli non è strabiliante solo in questo. Lo è anche nella preziosità che adorna l’arte. Ne è un esempio eloquente il Museo del corallo, situato nella Galleria Umberto I a Napoli. La fondazione dell’attività della lavorazione artistica del corallo, ma anche del cammeo, della madreperla, delle pietre dure e dei metalli preziosi, si deve alla ditta Ascione, la più antica manifattura di Torre del Greco. Nel 1855 Giovanni Ascione, figio di Domenico, l’armatore di “coralline” e commerciante di corallo grezzo, decise di dedicarsi alla manifattura dei coralli, importata a Torre del Greco agli inizi del XIX secolo. Giovanni, assieme ai suoi dieci figli, riuscì a diffondere e far apprezzare il marchio Ascione per quella raffinatezza dei lavori che lo caratterizza. L’ammirazione fu, difatti, premiata con il consenso della famiglia reale, per la quale divennero loro fornitori e ebbero il privilegio di fregiare il marchio con le insegne di Casa Savoia. I due brevetti reali e i vari riconoscimenti ottenuti nelle principali esposizioni nazionali e internazionali hanno permesso di elogiare la tipicità della produzione, fatta di forme eleganti e originali, capace di creare, a seconda del gusto e delle tendenze, modelli unici. Il museo è costituito da due sezione: nella prima, di tipo didattico, si possono osservare rami di corallo di diversa provenienza e tipologia, gli originari sistemi di pesca, gli antichi utensili per la lavorazione, varie collane nei diversi tagli e stili, i mercati ai quali sono destinate. Un’altra area piccola è riservata alla produzione del cammeo. La seconda sezione, invece, è interamente dedicata alla gioielleria: sono in mostra più di 300 oggetti in corallo, cammei e pietra lavica. Il tutto è accompagnato da una ricca documentazione cartacea e fotografica che presenta l’attività dell’azienda e i suoi numerosi riconoscimenti per la qualità e l’originalità dei suoi gioielli.

INFO:

Costo biglietto: 5 euro

Orario di apertura: lunedì 16.30/19:30; dal martedì al sabato 10.30/13.00 – 16.30/19.00. Domenica chiuso.

Come raggiungere il museo: Funicolare Centrale, fermata Augusteo, 500 mt a piedi; Metro linea 1, fermata Toledo, 750 mt a piedi; Per le linee Bus ANM www.anm.it numero verde 800639525; App City & Bus

Please follow and like us:

Biografia Stefania Orlando

Laureata in "Lingue, culture e letterature moderne europee" all'Università degli Studi di Napoli Federico II. Appassionata principalmente di viaggi interculturali, lettura e scrittura. Obiettivo professionale: giornalista.

Check Also

Giustizia e rispetto per Samuele!

Purtroppo, come sappiamo, è stato il fatto di cronaca che, negli ultimi giorni, più ha …