NANOFIXIT: la tecnologia del futuro

Oggi vogliamo parlarvi di una tecnologia innovativa ed unica.

Vi siete stancati di comprare pellicole protettive per il vostro smartphone?

Non apprezzate il feeling che si prova quando si utilizza una pellicola?

BENE! La NANOFIXIT vi viene incontro!

Questa azienda italiana distribuisce su tutto il territorio il loro liquido protettivo, basato sullo studio della nanotecnologia, che ci permette di proteggere il nostro device, o qualsiasi altra superficie di vetro delicata, dagli urti con una protezione di oltre 4 volte superiore alle normali pellicole, abbattendo di oltre il 99% i batteri, radiazioni UV riducendole oltre il 90%.

La nanotecnologia ci consentirà di usufruire dei nostri device senza compromettere la vivacità dello schermo e di non ridurre il feeling con il touch, cosa che si riduce moltissimo con altre soluzioni.

Inoltre se avete uno smartphone resistente all’acqua non preoccupatevi, la nanotecnologia utilizzata, è idrorepellente, ma è anche resistente agli acidi e agli alcalini e protegge anche da olii.

La protezione è garantita dalla casa produttrice fino a due anni, quindi per questo lasso di tempo non dovremo acquistare più pellicole, le quali durano in media 3-4 mesi, andando a diminuire anche l’impatto ambientale che ha la produzione di queste.

E se vi state chiedendo se è difficile applicare questa protezione, state sereni, è facilissimo! E non rischiate neanche di fare le bolle! (alla fine dell’articolo c’è un video tutorial)

La NANOFIXIT ha pensato anche alle famiglie, infatti hanno creato il formato Family, che consentono di proteggere fino a 15 device (dipende dalla grandezza), ma pensano anche ai tablet dei figli immettendo nel mercato il primo MONOUSO con questa tecnologia per tablet!

Inoltre la NANOFIXIT ha ricevuto certificati anche da enti del settore autorizzati! Troverete tutte le informazioni a riguardo nel loro store!

Link allo store:

Link al tutorial:

 

Please follow and like us:

Biografia Mattia La Rana

Mattia La Rana, nato a Trieste ma di adozione napoletana, è uno studente, in procinto di laurea, di Economia Aziendale. E’ appassionato di fotografia, smartphone e di console, più in generale di tutto ciò che è tecnologico. Il suo motto: “ Stay hungry, stay foolish”

Check Also

Kaspersky: gli italiani si affidano ai social e agli influencer per imparare, evadere la realtà e sentirsi meno soli

Le relazioni unilaterali, dette anche “parasociali”, si stanno diffondendo in tutto il mondo come conseguenza …