NAPOLI FEMMINILE ANCORA ALL’ASCIUTTO, AD EMPOLI AZZURRE DI NUOVO BEFFATE NEL FINALE

EMPOLI-NAPOLI 1-0

Empoli (4-3-3) Cappelletti; Di Guglielmo, Giatras, Dompig, Toniolo (dal 35’ s.t. Miotto); Prugna, Bellucci, Cinotti; Acuti, Polli, Binazzi (Brscic, Varriale, Knol, Leonessi, Fedele, Glionna, Morreale, Iannazzo). All.: Spugna
Napoli (4-4-2) Perez; Cafferata, Di Criscio, Jansen, Oliviero; Dalton (dal 24’ s.t. Beil), Errico, Huchet (dal 45’ s.t. Kubassova), Hjohlman; Nocchi (dal 13’ s.t. Capparelli), Martinez (dal 1’ s.t.Goldoni) (Mainguy, Groff, Risina, Nencioni, El Bastali).
Arbitro: Scarpa di Collegno (Piatti-Torraca)
Marcatori: Cinotti 39’ s.t.
Note: si è giocato a Monteboro a porte chiuse.
Espulso: Cafferata (N) 12’ s.t. per doppia ammonizione. Amm.: Errico, Huchet, Cafferata (N). Rec.: 1’ p.t., 4’ s.t.

Difficile per il Napoli Femminile digerire una beffa ancor più cocente di quelle precedenti perché la squadra di Marino ha preso nuovamente gol nel finale perdendo una partita per lunghi tratti dominata. Decisivi un paio di episodi nella ripresa che hanno indirizzato il risultato in direzione Empoli.

Inedito 4-4-2 per mister Marino, che ha dovuto fare di necessità virtù viste le indisponibilità di Di Marino, Jacynta e Chatzinikolaou. Esordio dal primo minuto per Jansen in difesa al fianco di Di Criscio, Dalton ala tattica a destra e Nocchi-Martinez di punta con Goldoni che è partita dalla panchina perché non ha ancora i novanta minuti nelle gambe. Di contro Spugna lasciava fuori Glionna, non al meglio e si affidava a Polli lì davanti. Proprio di Polli, e di Nocchi per il Napoli, le prime due conclusioni pericolose in avvio. Alto di poco al 10’ il destro dai venti metri di Errico mentre al quarto d’ora lo shoot di Nocchi da posizione defilata moriva a pochi centimetri dal palo lungo. Ancora Napoli vicino al gol al 20’ con Huchet che di controbalzo dal limite metteva alto. Poi, tanto equilibrio fino all’intervallo.

Dentro Goldoni ad inizio ripresa al posto di Martinez. Prima svolta della gara al 12’ con il doppio giallo per Cafferata da parte del fiscale arbitro Scarpa. Al 23’ si vedeva l’Empoli con un tiro da fuori di Cinotti sui cui Perez si accartocciava. Molto più pericolosa la numero dieci di casa poco dopo: destro alto da posizione favorevolissima. Occasione clamorosa per il Napoli, invece, al 32’ con Goldoni che calciava a lato di poco senza servire Beil probabilmente posizionata meglio. Gol sbagliato, gol subito: la legge del calcio punisce il Napoli. Jansen lascia il pallone lì in area, Cinotti si presenta davanti a Perez che prova a respingere di piede ma il pallone finisce in rete. Una beffa terrificante.

“Difficile commentare sempre lo stesso film”, Livia Capparelli – terzino del Napoli Femminile – fatica ad analizzare l’ennesima beffa subita dalle azzurre. “Ci è mancata un po’ di fortuna, purtroppo una costante in questo periodo. Abbiamo lottato con grinta, giocato un buon calcio e dimostrato – ancora una volta – che siamo un gruppo coeso ed affiatato nel quale tutte possono dare un contributo. Proveremo a rialzarci dopo la sosta, con umiltà, lavoro e determinazione”. Questo il link della video-intervista a Livia Capparelli: https://youtu.be/uNkPuuGzMy0

Please follow and like us:

Biografia Jacques Pardi

Jacques Pardi
La laurea in ingegneria gli ha fatto perdere i capelli ma non le tante (troppe?) passioni, dallo sport (soprattutto il Napoli, calcio e basket, ma più che di passione qui parliamo di...malattia), al cinema, dalla musica alle serie tv, fino (inevitabilmente) ai fumetti. La moglie e le due figlie queste passioni spesso le supportano, altrettanto spesso le...sopportano. Un autentico e fiero "nerd partenopeo" insomma, incurante dell'età che avanza, con un sogno nel cassetto: scrivere di quello che ama

Check Also

Insigne incanta, Petagna butta giù il muro degli stregoni, il Napoli va

Torna il derby campano dopo due anni con tante storie all’interno della partita, su tutte …