NAPOLI FEMMINILE, IL CUORE NON BASTA: IL SASSUOLO PASSA DI MISURA AL “PICCOLO”

NAPOLI FEMMINILE-SASSUOLO 0-1

NAPOLI FEMMINILE (3-4-2-1) Aguirre, Garnier, Awona, Abrahamsson; Erzen, Tui, Colombo (dal 13’ s.t. Kuenrath), Acuti; Goldoni, Toniolo (dal 10’ s.t. Deppy); Porcarelli (dal 13’ s.t. Popadinova) (Chiavaro, Di Marino, Corrado, Imprezzabile, Blanco, Capitanelli). All.: Pistolesi
SASSUOLO: (4-3-3) Lemey; Orsi, Mihashi, Dongus, Philtjens; Brignoli (dal 20’ s.t. Pondini), Parisi, Dubcova; Bugeja (dal 10’ s.t. Cantore), Ferrato, Clelland (dal 16’ s.t. Filangieri (Lauria, De Bona, Santoro, Pellinghelli, Cambiaghi, Iriguchi). All.: Piovani
MARCATORI: Bugeja 42’ p.t.
Arbitro: Gualtieri di Ascoli (Dell’Arciprete-Miccoli/Colelli)
Note: giornata umida a Cercola, spettatori 250 circa. Espulsa: Philtjens 48’ s.t. Amm.: Parisi (S). Rec.: 0’ p.t., 4’ s.t.

Sconfitta di misura del Napoli Femminile in casa contro il Sassuolo. Match equilibrato deciso dalla stellina maltese Bugeja al tramonto del primo tempo.

Con Di Marino non al meglio per un problema al vasto mediale, Pistolesi ha riproposto Awona in difesa e optato per Porcarelli “falso nove” viste le condizioni precarie di Deppy e Popadinova. Match senza sussulti in avvio e destro di Toniolo al 10’ deviato in angolo da Lemey. Al 25’ gran parata di Aguirre su colpo di testa di Brignoli dopo un bel cross di Clelland. Poche occasioni e Sassuolo avanti al 42’ sugli sviluppi di calcio piazzato con un piattone destro di Bugeja.

Inizio ripresa con una super occasione Napoli su cross di Erzen che prima Acuti e poi Porcarelli non sono riuscite a sfruttare a dovere. Poco dopo mancino alto di Clelland da buona posizione. Clamorosa la chance fallita da Dubcova al 21’ e Napoli ancora in partita. Assalto azzurro, di conseguenza, nel finale con il “rosso” per Philtjens per fallo su Popadinova lanciata a rete. La punizione seguente di Goldoni non ha però sortito alcun effetto e non ha dunque modificato il punteggio.

Please follow and like us:
fb-share-icon

Biografia Jacques Pardi

La laurea in ingegneria gli ha fatto perdere i capelli ma non le tante (troppe?) passioni, dallo sport (soprattutto il Napoli, calcio e basket, ma più che di passione qui parliamo di...malattia), al cinema, dalla musica alle serie tv, fino (inevitabilmente) ai fumetti. La moglie e le due figlie queste passioni spesso le supportano, altrettanto spesso le...sopportano. Un autentico e fiero "nerd partenopeo" insomma, incurante dell'età che avanza, con un sogno nel cassetto: scrivere di quello che ama

Check Also

Cinquanta sfumature di azzurro, il Napoli schiaccia la Lazio e va al comando da solo

Mancavano pochi minuti alla fine dell’emozionante posticipo serale tra il Napoli e la Lazio: ancora …