Outfit da paura per Halloween

Se come me sei sempre in ritardo riducendoti sempre all’ultimo minuto anche per stabilire cosa indossare, sei capitato/a nel sito giusto. Di certo realizzare i desideri di tutti è quasi un’utopia in quanto ognuno ha un proprio stile ma sono comunque pronta a suggerirvi idee per realizzare un outfit rapido e sobrio e festeggiare un Halloween all’ultimo grido.
Oltre che utile, può essere divertente per anime “fai da te” come quella della sottoscritta creare un travestimento che risulterebbe unico poiché creato autonomamente in base ai propri gusti e assecondando le più celate personalità. Cercherò di proporre idee per outfit sia maschili che femminili, anche se chiunque è libero di esprimere se stesso senza sentirsi etichettato sfruttando soprattutto capi facilmente reperibili.
Innovativa e per niente scontata l’idea di travestirsi da personaggio del cartone Scooby Doo che narra le avventure di un gruppo di ragazzi che gira in camper e concia per le feste delinquenti che cercano di assumere mostruose sembianze. Come potrebbe non attirare la mia attenzione la dolce Dafne, personaggio sbarazzino e vanitoso con un’eterna passione per la moda? Ricreare il suo outfit ed emanare le sue vibes è un gioco da ragazzi: ciò che occorre è un dolcevita sui toni del lilla, una gonna o un pantalone di jeans e degli accessori come fermacapelli, fasce, cerchietti o foulard sui toni del verde, reperibili a basso prezzo anche sulle bancarelle; quanto a trucco e parrucco basta un eyeliner nero spesso ed una piega liscia con punte all’insù realizzabile passando la piastra come se si volesse ottenere il classico “liscio spaghetto” per poi arricciare verso l’alto la parte finale della chioma.
E se si volesse puntare su un travestimento di coppia? Beh.. un eventuale fidanzato potrebbe travestirsi da Fred, iconico partner della bella Dafne! Per fortuna per replicare il suo abbigliamento basta una bella polo bianca, un bluejeans e delle scarpette sui toni del marrone e, se proprio si vuol esagerare, un foulard arancio realizzabile ricavando un triangolo di tessuto da una t-shirt di quel colore.

Quest’anno molto gettonata è anche la figura dello scheletro: e se potessimo replicarlo su dei pantaloni? Basterà procurarsi un uniposca bianco, ancor meglio un pennarello per tessuti, ed un pantalone o un leggings nero su cui disegnare delle ossa ovviamente dal bacino in giù. Personalmente l’abbinerei con una bella felpa oversize nera ed un paio di Air force 1 bianche… a dirla tutta i più coraggiosi, giusto per assecondare il mood dell’imminente ricorrenza, potrebbero indossarli anche nei giorni di poco antecedenti ad Halloween “abbellendoli” secondo i canoni tematici con un funesto ma elegante skull makeup realizzato con un semplice eyeliner nero…e credetemi… si può fare un figurone!
Recentemente la passione anglosassone per Halloween si è diffusa incredibilmente nel nostro paese nonostante in tanti storcano ancora il naso dinanzi ad usanze e costumi che nulla condividono con la nostra storia, cultura e tradizione; eppure neanche noi resistiamo alla tentazione di travestirci da zombie, vampiri, figure spettrali varie e gatti neri. Appunto al gatto penso nel proporvi anche un travestimento da Catwoman: ciò che servirà sono pantaloni e giacca in pelle, un body che lasci risaltare le curve e sexy tacchi neri, magari a spillo; per creare le orecchie basterà incollare due triangolini ovviamente dello stesso colore, magari ricavati tagliando le copertina dei classici quaderni di plastica ad anelli mentre per il trucco suggerisco un ammiccante eyeliner da gatta, sottile ed affilato come una lama, un bel rossetto rosso ed una coda di cavallo bassa che focalizzi l’attenzione sugli occhi.


E ancora…volando nel Regno Unito, non sarebbe il massimo travestirsi da John Lennon? Basterebbe una bella camicia di jeans, dei pantaloni a vita bassa, scarpe classiche ed occhiali rotondi, geniale se fossero un po’ storti: sarebbe buffo vedere una sua replica in tenuta disordinata, come fosse appena uscito dalla tomba correre per vendicarsi del suo killer… e magari a sorpresa nel bel mezzo della festa con tanto di capelli arruffati ed aria sospetta, sbottonare la camicia mostrare una t-shirt con una scritta in rosso “Why are u so obsessed with me?” -perché sei così ossessionato da me?”- , un richiamo al suo omicida, suo fan accanito… forse un po’ troppo, orribilmente troppo… ci sono morti che non hanno senso o spiegazione come quella di John Lennon ma questa è un’altra storia.


Quelli che ho citato sono solo alcuni degli infiniti look realizzabili curiosando nel proprio armadio e in quello di genitori o fratelli; noto è lo scempio quotidiano che subiscono gli armadi dei miei cari, in primis di mia madre e mio fratello, da sempre inspiegabili fonti di ispirazione di alcuni dei miei look improbabili eppure ben riusciti; provateci anche voi ricordando che per la festa delle tenebre sarà bello festeggiare Halloween conquistando come a San Valentino…
Happy sweet Halloween!

Please follow and like us:
fb-share-icon

Biografia Alessia Avolio

Check Also

Ciabatta alla ribalta

Vengono dal niente e si sono prese tutto! Le ciabatte escono dalla comfort zone delle …