Paul Oscar L’icona gay venuta dal freddo

L’icona gay che viene dall’Islanda, terra fredda e sconfinata, è un cantante, disc jockey e attivista LGBT. Lui si chiama Paul Oscar ed è famosissimo, tra le altre cose, per aver inciso la cover in islandese di  I am what I am  intitolata Ég er Eins Og Ég er. Diventato poi l’inno irrinunciabile di tutti i Pride a Reykiavik.

Paul (Páll Óskar Hjálmtýsson), bel ragazzo biondo dai tratti tipicamente nordici, come dicevo ha iniziato come cantante incidendo vari album, ha partecipato a vari festival canori tra cui l’Eurovision Song Contest rappresentando la  terra natia.

Ha dovuto passare la trafila delle prese in giro e del bullismo che tocca a tanti ragazzini, tanto da fargli dichiarare la sua omosessualità in famiglia già all’età di sedici anni. Ovvio fu difficile, soprattutto per il padre che non lo voleva accettare. La madre, al contrario gli è stata di appoggio sia a livello personale che artistico (da bambino lo faceva cantare per il suo club di cucito!!)

Lui già in tenera età aveva manifestato il suo talento artistico, ha sette anni incise il suo primo album, e a dodici calcava già il palcoscenico nei primi musical. Un talento naturale che con il tempo si è raffinato ed arricchito di varie sfumature. E’ stato attore in vari film, giudice nella versione di X Factor islandese, conduttore radiofonico dove spesso parlava di problemi di sesso e coming out.  Oggi organizza spesso feste “only for man” nei locali in cui lavora come Dj, ed il pubblico gay lo adora. E’stato direttore artistico di molti Pride islandesi, ed è considerato la voce dei gay in Islanda. Pare che sia una persona molto diretta, senza peli sulla lingua.

Nel 2015 viene invitato in una nota trasmissione per bambini, intitolata Stundin Okkar, uno spettacolo che va in onda in Islanda da oltre 50 anni, per parlare di omosessualità con il conduttore e per spiegarla ai piccoli. Disse rivolgendosi al pubblico di giovanissimi: Ad alcuni ragazzi piacciono le ragazze e ad altri piacciono i ragazzi, e lo stesso con le ragazze, e va bene. I sentimenti sono gli stessi e dovremmo essere tutti in grado di amare chi scegliamo e non vergognarci. Non puoi decidere come batte il tuo cuore. Batte e basta. (fonte: wiwibloggs)

I suoi modo schietti e diretti lo rendono simpatico un po’ a tutti. Paul, sebbene davvero famoso solo in Islanda  è un personaggio  positivo che farebbe breccia anche qui in Italia.

Correte a “googlarlo”, sarà una piacevole sorpresa.

Please follow and like us:

Biografia Carlo Kik Ditto

Carlo Kik Ditto
Autore dei romanzi "La pecora Rosa"e "Crazy Bear Love" e "A Destra dell'Arcobaleno" e giornalista,Carlo Ditto con la sua ironia e il suo tono sempre sopra le righe,riesce a raccontare in modo davvero unico,la quotidianetà.Nella sua rubrica "L'angolo della Pecora Rosa",accompagnerà i nostri lettori nel mondo LGBT.

Check Also

Il nuovo ”must have” per uomini trendy sono gli ANELLI La Manso

La prima a sfoggiare ufficialmente questi anelli è stata la pop star Miley Cyrus nel …