Predator 30° anniversario: perché i predatori alieni non ne prendono mai abbastanza

Se può essere ferito, può essere ucciso” recitava nel 1987 un sillogistico Arnold Shwarzenegger in PREDATOR, capolavoro cinematografico di John McTiernan.

E che gli vuoi dì, non fa una piega. 

La pellicola può essere letta come una metafora fantascienifica di un Vietnam ancora vivido negli sconfitti americani. Che infatti guarda caso questa volta sconfiggono l’’alieno cattivo’ nascosto nella foresta… Tipo terapia di di gruppo proprio.

Il film generò un’icona e un franchise destinati negli anni a espandersi, per arrivare al prossimo THE PREDATOR, in uscita a settembre diretto da Shane Black.  Quarto film della serie.

Uno dei tasselli fondamentali dell’universo narrativo di PREDATOR però è rappresentato dai fumetti targati Dark Horse.  Storie che, guarda il caso, saldaPress porta in Italia venerdì 31 agosto, con la pubblicazione di PREDATOR 30° ANNIVERSARIO (pagg. 308, euro 29.90).

Il cartonato cartonato raccoglierà tre storie di culto scritte da Mark Verheiden. Prima che PREDATOR 2 venisse messo in cantiere infatti, Verheiden e il disegnatore Chris Warner realizzarono il seguito a fumetti del primo film: GIUNGLA DI CEMENTO. Per l’ocasione gli alieni yautja si spostano dalla giungla del Sud America a quella di New York. Lì affrontano un maggiore della polizia disposto a tutto: è il fratello del maggiore Dutch Schaeffer, protagonista del film di McTiernan, (l’aristotelico Shwarzy della citazione iniziale).

Certo che affrontare un viaggio di migliaia di anni luce per farsi bastonare due volte dalla stessa famiglia della stessa specie di scimmie primitive deve essere un duro colpo per l’autostima dei più pericolosi cacciatori dell’universo….

Le altre due storie del volume, disegnate da Ron Randall, sono ambientate rispettivamente nel 1990 in Siberia e nel 1996 di nuovo in Sud America. S’intitolano GUERRA FREDDA e FIUME OSCURO e hanno di nuovo come protagonista il fratello di Dutch Schaeffer….

Ah ma allora è proprio che sti alieni so’ stupidi. Chi l’avrebbe mai detto, dato che la loro intera cultura sembra fondata sull’assoluto sperpero di tempo e di risorse.

Nei prossimi mesi, saldaPress porterà in Italia l’intero universo fumettistico degli yautja. Sono già in programma per settembre altre due uscite: PREDATOR – LIFE AND DEATH – primo volume del ciclo che prosegue le avventure raccontate nel ciclo FIRE AND STONE – e il primo numero del mensile PREDATOR, che raccoglierà – così come accadde col mensile ALIENS – storie recenti dell’universo narrativo di PREDATOR prodotte da Dark Horse.

Please follow and like us:

Biografia Carmelo Nigro

Carmelo Nigro
Nato sul finire della lontana e oscura epoca umana conosciuta come “anni '80”, è riemerso, più o meno trionfante, dal labirinto universitario durante la seconda decade del terzo millennio, riportando una laurea in giurisprudenza come macabro trofeo. Nerd incallito e irredento, fagocita libri e fumetti di ogni tipo, delirando di improbabili super-poteri da ben prima che Downey Junior rendesse popolare la faccenda sfrecciando ubriaco nei cieli di Hollywood... Il suo primo atto ufficiale come membro del team di Senza Linea è stato inventare la parola “Nerdangolo”, rubrica di cui tutt'ora si occupa per la gioia di sé stesso. mail: c.nigrox@gmail.com

Check Also

I NUOVI TITOLI CHE IMPREZIOSIRANNO LA COLLANA PANPANYA WORKS

Un primo assaggio degli straordinari e visionari “viaggi su carta” di panpanya – artista giapponese salito agli …